BasketTutti gli Articoli

Playoff Serie A1: spettacolo da prima serata!

0

Anno dopo anno il campionato di basket italiano aumenta di livello. L’anno scorso abbiamo assistito ad una stagione ricca di spettacolo e di grandi sorprese. Quest’anno non è da meno, anzi, i playoff ci stanno dando la conferma della crescita esponenziale del nostro campionato. L’Europa, che troppo spesso ci ha sottovalutato, ora sta puntando gli occhi su di noi. Questo grazie anche alla finale tutta italiana della FIBA Europe Cup 2018, vinta poi da Venezia.

Guardando il tabellone, siamo giunti alle semifinali: EA7 Milano vs Germani Brescia e Reyer Venezia vs Dolomiti Energia Trento. Salta subito agli occhi il nome dell’avversaria di Milano. I bresciani, dopo un lungo sviluppo durato anni, arrivano alla loro prima storica semifinale. Il roster della Germani, guidato dai fratelli Vitali e dall’inimitabile trascinatore David Moss, non arriva a Milano per restare a guardare ma per conquistare un’ambitissima finale scudetto. Ne abbiamo prova guardando il risultato di Gara 1: Brescia espugna il Forum d’Assago 85-82 sorprendendo i milanesi colpiti dalla loro aggressività. L’EA7 rimedia subito in Gara 2 affondando la Germani 89-68. Ben 21 i punti di scarto, guadagnati soprattutto ad inizio partita. Stasera, al PalaGeorge ci attende Gara 3 del derby lombardo.

Storia diversa ha invece l’altra semifinale che vede la replica dell’ultimo atto dello scorso campionato. Di nuovo, faccia a faccia, Venezia e Trento. Una sfida che va a sancire una rivalità iniziata nel 2009 con la finale valida per la Serie A1. Gara 1 è stata subito presa da Trento grazie ad una grande prestazione di Shields (27 pt.). La risposta della Reyer non si è fatta attendere, infatti i veneziani conquistano Gara 2 80-77 dopo una nervosissima partita che ora andremo ad analizzare meglio. L’equilibrio tra queste due squadre è notevole e di conseguenza dà vita a degli incontri combattutissimi che complica non di poco il lavoro degli arbitri. Ieri sera si è visto un match ricco di contatti fisici e pieno di discussioni su ogni fischio dell’arbitro. Questo ha portato a l’espulsione di De Raffaeli, coach del Venezia, e del pilastro di Trento Dominique Sutton. Quest’ultimo è una grande persona prima che super cestista e ogni volta che entra in campo lo fa con un’energia incredibile che a volte sfocia in qualcosa di non voluto, come ad esempio il fallo antisportivo commesso ieri sera. Oltre agli uomini presenti nel campo hanno voluto fare la loro parte anche i tifosi veneziani, reagendo aspramente ad ogni decisione degli arbitri e disturbando notevolmente i giocatori di Trento, soprattutto con dei fischietti. Fischietti che sono costati 2800€ di ammenda alla società del Venezia. Detto questo, domani sera ci aspettiamo di vedere una partita combattuta sì, ma anche più pulita sotto tutti i punti di vista.

A cura di Marco D’Onorio

Ciociaro, classe 2001, fondatore di Vita Sportiva. Realtà nata a Maggio 2018 con l’intento di divertirsi con la passione per lo sport e per la scrittura e portare un’informazione di qualità. Sostenitore della pari attenzione nei confronti di ogni disciplina. Seguo tanti, troppi sport con sempre un occhio di riguardo agli atleti azzurri. Accanito lettore di ogni genere e ascoltatore di radio, musica e podcast. Studente a tempo perso.

Marco D'Onorio
Ciociaro, classe 2001, fondatore di Vita Sportiva. Realtà nata a Maggio 2018 con l'intento di divertirsi con la passione per lo sport e per la scrittura e portare un'informazione di qualità. Sostenitore della pari attenzione nei confronti di ogni disciplina. Seguo tanti, troppi sport con sempre un occhio di riguardo agli atleti azzurri. Accanito lettore di ogni genere e ascoltatore di radio, musica e podcast. Studente a tempo perso.

Comments

La tua opinione è preziosa