Calcio

Juventus, dopo Cristiano Ronaldo nel mercato tutto è possibile

0

La trattativa del secolo è andata a buon fine, non deve essere stato facile portare il più forte giocatore del Mondo in Italia. Ma la Juventus è riuscita nell’intento, il migliore del Mondo in una delle squadre più importanti del campionato italiano. Cristiano Ronaldo darà quella marcia in più, e forse non solo una, per inseguire la tanto ambita Champions League. E continuare la collezione di scudetti e coppe Italia. CR7 e la Juventus ambiscono insieme a raggiungere grandi vittorie, per continuare ad essere dei vincenti, come lo erano prima di incontrarsi e chiudere la trattativa.

La trattativa di Cristiano Ronaldo, potrebbe non essere quella che ha chiuso il mercato in entrata della Juventus. La Juventus in Italia domina ormai da sette anni, scudetti, coppe Italia e Supercoppe, ma ormai è arrivato il momento di alzare l’asticella e puntare al trofeo più ambito d’Europa. Vincere la Champions League, oltre a permettere di giocare per conquistare il Mondiale per Club e la Supercoppa Europea, darebbe ancora più visibilità e lustro. Ed è per questo che il mercato della Juventus non è solo Cristiano Ronaldo.

Ancor prima di intavolare o anche solo di immaginare una trattativa con Mendes e il Real Madrid la Juventus ha messo a segno colpi di mercato. Nuovi acquisti che ringiovaniscono la rosa e danno nuova linfa per rincorrere gioie e trofei. Alla Juventus il motto è “vincere non è importante, è l’unica cosa che conta”, ma dopo anni di vittorie magari qualcuno potrebbe avere meno cattiveria sportiva. E quindi un certo tipo di ricambio andava fatto.

Uno dei primi a salutare la compagnia è stato Lichsteiner, che dopo anni di onorato servizio per la Juventus, ha deciso di non rinnovare ed è andato a giocare in Premier League, nell’Arsenal. Un’altro che ha salutato, malgrado gli fosse arrivata la proposta di rinnovo è Asamoah. Qui è stata una scelta personale quella di non rinnovare, accettando l’offerta e il progetto dell’Inter, anche per avere nuove motivazioni. E poi anche Buffon ha salutato. Arrivato in scadenza ha deciso di non rinnovare e prendersi qualche settimana per decidere sul futuro. Poteva scegliere se fare un percorso da dirigente oppure giocare altrove. E lui ha deciso di continuare a giocare e lo farà con un contratto con il PSG. Un anno più opzione per un secondo anno in Ligue 1, ad inseguire il suo sogno Champions. Ma questa scelta gli toglierà la possibilità di giocare nella Juventus con CR7. Ma ci sarà il rischio di trovarselo nuovamente come avversario, e avere CR7 contro non fa mai dormire sonni tranquilli. Un altro che saluta la Juventus è Howedes, a cui non è stato riscattato il cartellino, anche per i tanti infortuni patiti nella scorsa stagione.

Oltre CR7 nella Juventus si vedranno molte facce nuove. In sostituzione di Buffon è stato preso Perin dal Genoa, giovane portiere dalle grandi caratteristiche nel suo ruolo. Arriva a giocarsi il posto con Szczesny, partirà come secondo, ma durante la stagione le gerarchie potrebbero anche andare a suo favore. E tutto gli verrà utile per giocarsi il posto in Nazionale.

A rinforzare il reparto difensivo arriva dall’Atalanta Mattia Caldara. Già acquistato due anni fa, è stato lasciato a fare esperienza con la società nerazzurra. Con loro ha maturato esperienza anche in Europa e quindi dovrebbe arrivare alla Juventus un giovane giocatore già pronto per la Champions League. Si giocherà il posto con i vari Benatia, Barzagli, Rugani e Chiellini, tra l’altro nuovo capitano. Troverà colleghi di reparto già molto esperti, da cui potrà prendere spunto per comandare la difesa della Juventus.

Di rinforzo alle fasce è arrivato Spinazzola. Anche lui dall’Atalanta e anche lui con la stessa formula di Caldara. Ma per lui la stagione parte in salita. Dopo l’infortunio patito verso la fine della stagione scorsa e la conseguente operazione per la rottura dei legamenti del ginocchio. Sarà a disposizione per i primi mesi del 2019 se tutto andrà secondo i piani e dovrà fare tanto per recuperare il tempo perduto. Giocatore di fascia molto dinamico e dotato di buona tecnica, Spinazzola faceva già parte del settore giovanile della Juventus. Ora è ritornato a casa, l’infortunio è solo un incidente di percorso che il giovane centrocampista dovrà essere bravo a lasciarsi alle spalle. La Juventus lo aspetta per vederlo correre sulla fascia.

Il centrocampo è un punto fondamentale del gioco del calcio, difende e attacca, spezza il gioco avversario e imposta l’azione. E per questo che la Juventus ha seguito, trattato e portato tra le sue fila Emre Can. Centrocampista dotato di fisico e un’ottima tecnica, Emre Can servirà a fare il salto di qualità in un reparto in cui già i protagonisti presenti sono di ottima caratura. Prelevato a parametro zero dal Liverpool, squadra con cui non ha voluto rinnovare per inseguire la squadra bianconera. Prima del Liverpool ha militato con Bayern Monaco e Bayer Leverkusen, quindi anche la sua esperienza dovrebbe essere elevata, sia nel campionato che in Europa.

Dal Valencia è arrivato Joao Cancelo. Proprio dalla sua trattativa è nata quella per portare Cristiano Ronaldo alla Juventus. Infatti il manager dei due giocatori portoghesi è Jorge Mendes, e come si dice, da cosa nasce cosa. Giocatore di fascia, può giocare più arretrato sulla linea della difesa oppure sulla linea dei centrocampisti. Dotato di ottima tecnica, ama spingere l’azione offensiva senza mai dimenticare anche la fase difensiva. Caratteristiche che ha sempre avuto, ma che ha ottimizzato nella scorsa stagione alla corte dell’Inter e di Spalletti. L’Inter non lo ha riscattato dal prestito e la Juventus è stata bravissima a portarlo nella sua formazione. Il suo apporto sarà fondamentale, specie dopo l’addio di Lichsteiner.

Questi gli acquisti fatti finora dalla Juventus, oltre naturalmente a Cristiano Ronaldo. Ma con l’arrivo del fenomeno di Funchal in Italia e alla Juventus si sta muovendo un circolo che solo il più forte del Mondo poteva creare. Addirittura vengono richiesti i diritti televisivi della Serie A da paesi che non hanno mai seguito il nostro campionato. E anche i calciatori che hanno in mente di trasferirsi dalla squadra di club attuale, provano il desiderio di affiancare Cristiano Ronaldo alla Juventus.

Prima erano possibili trattative ma dopo che Cristiano Ronaldo è atterrato nel pianeta Juventus potrebbero diventare possibili realtà. Da Milinkovic-Savic della Lazio a Golovin del CSKA Mosca, anche se per il centrocampista russo si sta scatenando un’asta, cosa che la Juventus non ama fare. Diego Godin dall’Atletico Madrid e Darmian dal Manchester United, giocatore che la Juventus già trattava prima di prendere Cancelo, ma non trovando accordi con la squadra di Mourinho.

Questa fase del mercato porta anche molte voci, che non sempre corrispondono a realtà. E pensare che Pogba possa tornare per ora è solo fantacalcio, anche se il centrocampista francese in Premier League non è mai arrivato a giocare ai livelli a cui aveva abituato con la Juventus. Senza dimenticare di citare Marcelo, grande giocatore e amico di CR7. Ma da qui a immaginare una trattativa ne passa, anche perché al Real Madrid non possono restare senza il forte difensore brasiliano dopo l’addio di CR7. Per Florentino Perez sarebbe problematico trovare un sostituto ad entrambi.

Per le varie entrate ci devono essere anche delle uscite, anche perché sempre in undici si deve giocare. Detto di Lichsteiner, Asamoah e Buffon che già hanno lasciato la Juventus, altri si apprestano a farlo. Pjaca potrebbe cedere alle lusinghe della Fiorentina, anche per l’abbondanza di giocatori nel suo ruolo. Alex Sandro potrebbe richiedere la cessione malgrado l’offerta di rinnovo della Juventus e Marcelo sarebbe il sostituto naturale. Higuain ormai chiuso da CR7 dovrebbe andare al Chelsea, appena si sbloccherà l’affare-Sarri. Qui troverebbe l’allenatore che lo ha migliorato e lo ha messo al centro del suo progetto facendolo diventare il giocatore con più gol in un campionato di Serie A. Insieme a Higuain dovrebbe andare anche Rugani, anche perché la Juventus deve fare cassa dopo la grande somma spesa per l’acquisto di Cristiano Ronaldo. Senza dimenticare Marchisio, che facilmente chiederà la risoluzione del contratto per essere libero di cercarsi un’altra squadra. Decisione dovuta al pochissimo spazio che Allegri gli da in campo. Sicuramente non giocherà in Italia, per non affrontare la sua amata Juventus. Un’altra bandiera che a cui la Juventus non permette di chiudere la carriera in maglia bianconera.

Manca ancora poco più di un mese alla fine del calciomercato. Tante trattative possono ancora nascere, anche inaspettate. Entrate e uscite ci saranno fino all’ultimo giorno di mercato. Ma con CR7 la Juventus si è portata in vantaggio su tutte. Tocca alle altre cercare il colpo di mercato per avvicinarsi e dare filo da torcere per il campionato. Cristiano Ronaldo è un nome altisonante ma sarà il campo a dare le reali risposte, nel calcio vince il gruppo, il singolo da solo poco può se non coadiuvato. Anche se CR7 è un ottimo punto di partenza.

35 anni, appassionato di sport, li seguo quasi tutti ma in particolare calcio, Formula 1, ciclismo, MotoGP e tennis. Cercherò di condividere tutta la mia passione per lo sport.

Marco Ferraris
35 anni, appassionato di sport, li seguo quasi tutti ma in particolare calcio, Formula 1, ciclismo, MotoGP e tennis. Cercherò di condividere tutta la mia passione per lo sport.

Comments

La tua opinione è preziosa