FantaVS: Genoa, mix perfetto di esperti e giovani

Nella scorsa stagione il Genoa non ha avuto un inizio particolarmente brillante e dopo una serie di risultati negativi Juric è stato esonerato e al suo posto è arrivato Ballardini. Ballardini è alla sua terza esperienza con il Genoa, dopo quella del 2010 e quella del 2013, tutte e due a stagione iniziata. Con mister Ballardini la squadra ha iniziato a raccogliere punti, specie contro le dirette rivali per la salvezza. Arriva a 41 punti in classifica e si salva con quattro giornate di anticipo. Quest’anno è stato confermato dal presidente Preziosi e ha seguito la stagione sin dall’inizio e ha pianificato il mercato in base alle sue direttive. Ponendo come primo obbiettivo la salvezza, senza comunque rinunciare a provare a spingersi verso qualcosa di più grande, obbiettivi che il mercato fatto possono raggiungere. Squadra che è stata rinforzata con un mix tra giocatori esperti e giovani di belle speranze. Marchetti che arriva a sostituire Perin, a rinforzare la difesa Lisandro Lopez e Criscito. Sandro per il centrocampo e il giovane Mazzitelli. A rinforzare l’attacco arriva un giovane di grande talento, Piatek, attaccante polacco in arrivo dal KS Cracovia. E ingaggio delle ultime ore in attacco il giovane Favilli, che ha fatto un’ottima tournée con la Juventus. Se i meccanismi saranno ben oliati, per la squadra ligure si prospetta una buona stagione, ricca di soddisfazioni. I nomi ci sono, ora tocca al campo dare il responso.

 

Il modulo: 3-5-2 o 4-3-1-2

Sono questi due i moduli che Ballardini è solito utilizzare in campo, scelta che arriva in base al tipo di avversario che si trova contro. Allenatore che cerca compattezza tra i reparti alla base del suo gioco. Con il 4-3-1-2 in porta titolare sarà Marchetti, dopo i trascorsi burrascosi alla Lazio, voglioso di riscattarsi. In difesa dà esperienza e sicurezza la coppia centrale LopezCriscito, difensori esperti dopo le esperienze europee, che magari assicurano qualche gol. Ai lati pronti a spingere sulle fasce Romulo e Laxalt, pronti a sfornare assist vincenti per le punte e, sopratutto Romulo anche qualche gol. Centrocampo senza nomi altisonanti, ma Sandro e Hiljemark assist ne garantiscono. Sulla trequarti troviamo Pandev, che malgrado il tempo passi anche per lui, trova sempre il bandolo della matassa per mandare in rete gli attaccanti o per trovare il gol, anche sui calci da fermo. In attacco Lapadula che se non verrà ceduto dovrebbe essere titolare dopo aver chiarito i suoi malumori con Ballardini, e che vuole riprendere a fare gol dopo una stagione in chiaroscuro. Al suo fianco una serie di giovani tecnici e forti, da Favilli, appena ingaggiato, che ha ben figurato in tournée con la Juventus a Kouamé. Senza dimenticare Piatek che nelle amichevoli ha ben figurato andando in gol con frequente regolarità. In caso di 3-5-2 Laxalt e Romulo diventano ali sulla linea dei centrocampisti e una punta lascia il posto a Spolli per completare la difesa a tre.

 

 

La scommessa

E’ arrivato nell’ultimo mercato dal KS Cracovia, ma Piatek ha trovato il modo durante le amichevoli di mettersi in luce. Giovane attaccante che può giostrare in tutto il fronte di attacco, Piatek avrà modo di far parlare di sé in positivo. Senso della posizione, ottimo gioco aereo e una buona tecnica sono le sue caratteristiche. Dovrà solo mantenere la regolarità di marcatura che lo ha contraddistinto per le amichevoli estive. In partenza sarà una riserva ma potrà ambire ad un ruolo da titolare. Attaccante economico che può portare molti bonus, specie nei match con squadre dal valore simile al suo Genoa.

Da evitare

Giocatore buono, ottima corsa e ottimo tiro. Romulo sarebbe un giocatore da comprare, ma il suo modo di giocare in fase difensiva lo porta ad essere spesso falloso, con il rischio continuo del cartellino giallo e in casi estremi del cartellino rosso, anche se di rossi ne ha presi pochi. Ma il -0,5 non è mai piacevole, quindi meglio pensarci bene.

Da prendere

Era esploso in serie B con il Pescara, ma il trasferimento l’anno dopo al Milan è stato forse un passo troppo lungo. Gianluca Lapadula l’anno scorso è arrivato al Genoa ma qualche infortunio di troppo e qualche incomprensione l’hanno un po’ frenato. Quest’anno ha iniziato bene la preparazione, trovando anche i gol, vitali per un attaccante. Voglioso di riscattarsi in un modulo adatto a lui Lapadula è l’attaccante da prendere, calcia i rigori, tecnicamente forte, può trasformare in gol qualunque pallone passi dalle sue parti. Sembra vicino alla cessione, ma nel caso sarebbe un attaccante su cui investire.

35 anni, appassionato di sport, li seguo quasi tutti ma in particolare calcio, Formula 1, ciclismo, MotoGP e tennis. Cercherò di condividere tutta la mia passione per lo sport.


La tua opinione è preziosa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: