FantaVS: Torino, sulla cresta del…Gallo

La parola d’ordine dell’ultima stagione del Torino è stata anonimità. Un campionato piatto, senza continuità di risultati positivi e negativi, caratterizzato dall’esonero di Mihajilovic e l’arrivo di Walter Mazzarri, che ha avuto il merito di restituire un briciolo di fiducia all’intero ambiente granata. Il motivo principale di queste difficoltà è da ricercare senza dubbio nella stagione difficile vissuta dal Gallo Belotti, tormentato da continui infortuni che lo hanno destabilizzato mentalmente e fisicamente. Le amichevoli precampionato sembrano aver restituito al Toro (e alla Nazionale) il proprio bomber. Il mercato ha regalato a Mazzarri un importante rinforzo in difesa, Armando Izzo, arrivato a titolo definitivo dal Genoa, e un giovane centrocampista, Soualiho Meite, abile sia nella fase difensiva che in quella offensiva. Inoltre dal Brasile è sbarcato a Torino Gleison Bremer, difensore classe ’97, entrato sin da subito nelle grazie dell’ex allenatore di Napoli ed Inter.

Il modulo: 3-5-2 o 3-4-3

Elemento imprescindibile delle squadre allenate da Mazzarri è la difesa a 3. I granata possono fare affidamento su un portiere di livello come Salvatore Sirigu, davanti al quale agirà il trio Izzo – N’Koulou – Bremer. Sugli esterni l’insostituibile Lorenzo De Silvestri, portatore sano di bonus, e Cristian Ansaldi, in ballottaggio costante con Berenguer. Il perno davanti la difesa sarà El General Rincon, coadiuvato dal sopracitato Meite (occhio anche ad Acquah) e da Daniele Baselli, a caccia di riscatto dopo una stagione meno brillante del solito. La coppia d’attacco dovrebbe essere composta da Belotti e Iago Falque, ma Adem Ljajic scalpita e potrebbe costringere l’allenatore a passare ad un 3-4-3 più offensivo. In questo caso a farne le spese sarebbe il giovane Meite.

 

 

 

 

 

 

 

La scommessa

Il difensore brasiliano Gleison Bremer potrebbe essere il vostro asso nella manica. Come detto, nel precampionato è stato sempre schierato titolare, mostrando grandi doti tecniche e buona personalità. Ottimo come sesto-settimo difensore del vostro pacchetto, è facilmente raggiungibile ad un prezzo esiguo.

Da prendere 

Sarebbe troppo semplice consigliare Belotti, quindi la scelta ricade su Lorenzo De Silvestri. Bonus e buoni voti in quantità, anche se ogni tanto si lascia andare a qualche malus. Una garanzia dal punto di vista della titolarità ed un’ottima relazione qualità-prezzo. Non lasciatevelo scappare!

Da evitare

Tomas Rincon gioca nella terra di mezzo, in cui sono necessarie più legnate che altro. A questo si aggiunge un carattere poco pacifico, che fa di lui un attrattore di cartellini, sia gialli che rossi. Il suo buon piede sinistro gli permette di trovare qualche gol, ma sono eventi rari. Il gioco non vale la candela, dunque non fatevi ingannare.

 

22 anni, appassionato da sempre del calcio in tutte le sue sfaccettature, soprattutto quelle nerazzurre. Seguo volentieri anche gli altri sport, Tennis e MotoGP su tutti. Scriverò di calcio e di mercato, italiano ed estero.


La tua opinione è preziosa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: