Fanta VSRubriche

FantaVS: Milan, rifondazione atto secondo

0

Per il Milan il 2017-2018 sarebbe dovuto essere il campionato della rinascita dopo gli ultimi, ingloriosi, anni della gestione Berlusconi. Nuova proprietà cinese, nuovi dirigenti, campagna acquisti faraonica, uno dei simboli della dinastia juventina prelevato ed erto a simbolo della riscossa del popolo milanista.

Sappiamo come è andata a finire.

Cambio di allenatore in corsa, un sesto posto in classifica agguantato in extremis (e difeso nei tribunali dell’Uefa), proprietà cinese dissolta nell’ombra soppiantata dal fondo Elliot, rivoluzione nei quadri dirigenziali, calciatori acclamati solo 12 mesi fa e ora sbolognati in giro per l’Europa senza tanti rimpianti.

Insomma, rifondazione atto secondo in pieno svolgimento. Il nuovo Deus ex Machina del popolo rossonero veste i panni di Leonardo De Araujo, triplo grande ex milanista: giocatore/dirigente/allenatore. Affiancato da pochi giorni da un altro grandissimo ex, quel Paolo Maldini che, dal suo ritiro datato 2009 ad oggi, aveva avuto vari abboccamenti dalle precedenti proprietà per rientrare come dirigente, ma mai era stato convinto a fondo dai progetti che gli erano stati presentati.

Per quello che riguarda la rosa, dopo gli acquisti a parametro zero dei vari Reina, Strinic e Halilovic, Leonardo è riuscito ad imbastire una trattativa davvero convincente da punto di vista tecnico: Caldara e Higuain in rossonero e Bonucci che compie il percorso inverso tornando in quella che lui ha definito “casa”. Quindi un centrale giovane a far coppia con Romagnoli e un acquisto di un vero “9” che non si vedeva dai tempi dell’arrivo di Ibrahimovic nel 2010.

Le cessioni sono state diverse e poco dolorose; oltre al già ex capitano, se ne vanno senza troppi rimpianti Kalinic, Andrè Silva, Locatelli, Antonelli e Gomez 

Mancano ad oggi solo 5 giorni alla fine del mercato, ma c’è la netta sensazione che le operazioni imbastite siano ancora diverse. Dato per ormai concluso l’acquisto in prestito di Bakayoko, mancano “all’appello” una mezzala di qualità e un esterno di fascia sinistra. Staremo a vedere da qui a venerdì 17 cosa potrà accadere.

 

Il modulo: 4-3-3

In tutto questo precampionato il modulo adottato da mister Gattuso è sempre lo stesso: il 4-3-3. Il confermato tecnico calabrese, dall’inizio del ritiro, ha puntato soprattutto l’attenzione sulla preparazione atletica; per cambi di modulo ci sarà tempo più avanti, per ora va bene appoggiarsi alle, poche, certezze acquisite lo scorso anno.

Quindi davanti a Donnarumma giostreranno da destra a sinistra nella linea a quattro Calabria (con l’attesa del rientro dello sfortunato Andrea Conti), Caldara, il nuovo capitano Romagnoli e Rodriguez.

A centrocampo ad impostare il gioco giostrerà Biglia con ai propri lati le mezzali Kessiè e Bonaventura, che avranno sia compiti di contenimento che di incursori.

Il tridente offensivo sarà composto alle ali da Calhanoglu e Suso che dovranno rifornire il più possibile il nuovo bomber Gonzalo Higuain. Molte delle fortune della stagione milanista passeranno anche, se non soprattutto, dal numero di gol che riuscirà a segnare l’argentino.

La panchina, viste le tante partenze, al momento è un pò corta ma, come detto, il mercato dovrebbe fornire ancora delle novità in questi ultimi giorni.

Al momento Gattuso può contare su un vice Higuain di qualità come Cutrone. Il giovane bomber comasco ha voglia di confermasi dopo l’ottima scorsa stagione, e allenarsi a fianco dell’attaccante argentino non potrà che fargli bene. Non è escluso che i due possano giocare insieme in un 4-3-1-2 con un trequartista alle loro spalle.

Altri giocatori pronti ad alzarsi dalla panchina saranno Strinic, Musacchio, Zapata per la difesa; Bertolacci e Halilovic a centrocampo (Montolivo è destinato a partire nelle prossime ore); Bacca e Borini, oltre al già citato Cutrone, in attacco.

Insomma, manca ancora qualcosa, ma l’importante per i tifosi rossoneri, è che Leonardo ne è perfettamente consapevole e sta lavorando per questo.

 

La scommessa

Partito in sordina con Montella, Hakan Calhanoglu è letteralmente esploso con l’arrivo di Gattuso.

Il giocatore turco è dotato di grande tecnica e anche di un grande calcio; partendo largo a sinistra nel tridente offensivo avrà sia l’opportunità di concludere a rete accentrandosi sia di sfornare assist per Higuain contribuendo a portare quindi molti bonus ai fantacalcisti.

Non dimentichiamo che in bundesliga giocava trequartista e quindi anche in un ipotetico 4-3-1-2 potrà ricoprire un ruolo importante potendo lanciare entrambi gli attaccanti davanti a lui.

Il tifoso milanista, dopo diverso tempo, ha trovato un nuovo numero “10” da idolatrare e, a 24 anni, il turco ha tutte le caratteristiche e le possibilità di consacrarsi ai più alti livelli.

 

Da prendere

Inutile girarci intorno, Gonzalo Higuain non ha preso per niente bene il trattamento riservatogli dalla Juventus. Dopo soli due anni è passato dall’essere il bomber acclamato a vedere offuscata la sua stella dall’arrivo del 5 volte volte pallone d’oro Cristiano Ronaldo.

Voluto fortissimamente da Leonardo, già dalla conferenza stampa di presentazione è parso carico a mille per la nuova avventura; sa che il popolo rossonero si aspetta molto da lui e la sua voglia di rivalsa, oltre che le innate grandi doti di realizzatore, potranno quindi portare il Milan a lottare per i primi quattro posti in classifica.

 

Da evitare

La prima stagione di Ricardo Rodriguez non è stata certo indimenticabile; in realtà il giocatore svizzero era partito bene con Montella per poi perdersi anche lui nel marasma generale.

Rispetto però ad altri suoi compagni, l’arrivo di Gattuso non gli ha portato i benefici sperati ed infatti il suo nome in questi giorni è accostato a diverse operazioni di mercato. Sarà anche per questo motivo che le sue prestazioni in precampionato non sono stati brillanti ma in ogni caso, oltre ad una certa inclinazione al cartellino giallo, non ci sentiamo di consigliarlo ai nostri appassionati fantacalcisti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Marco De Girolamo

Comments

La tua opinione è preziosa