NFL

Nfl 2018: Afc North e la risalita dei Cleveland Browns

0

Nelle altre sette presentazioni abbiamo aperto parlando della squadra più accreditata per aggiudicarsi la division. Per la Afc North invece partiamo dal fondo. Dai Cleveland Browns, che senza molti dubbi sono stati la squadra peggiore degli ultimi 10 anni in NFL.

Reduci dalla perfect season al contrario (0-16) in offseason come prevedibile sono cambiate molte cose. In cabina di regia sono arrivati dai Bills l’esperto Tyrod Taylor e dal draft con la prima scelta assoluta Baker Mayfield. Il titolare almeno per la prima parte di stagione dovrebbe essere Taylor ma non è escluso un impiego di Mayfield soprattutto se le cose dovessero andare male.

Il reparto ricevitori presenta due ottime pedine come Jarvis Landry e Josh Gordon (se riuscirà a superare i problemi fuori dal campo) e si parla anche di un possibile arrivo di Dez Bryant in Ohio. Per il gioco di corse si farà affidamento sul terzetto Carlos Hyde, Duke Johnson, Bradley Chubb.

Potenzialmente può diventare un buon attacco, dipende molto dalla presenza o meno di Gordon e da quanto riusciranno a limitare la sfortuna che ha accompagnato i Browns nelle ultime stagioni. Da non sottovalutare la perdita del left tackle e futuro membro della hall of fame Joe Thomas, che dopo 11 stagioni e 10.363 snap consecutivi ha scelto di ritirarsi dall’attività agonistica.

La difesa era già di livello sufficiente con l’ex prima scelta Myles Garrett a cui si è aggiunto Denzel Ward, cornerback da Ohio State in grado di fare la differenza da subito tra i pro.

Sulla carta Cleveland ha nelle corde una stagione con qualche vittoria in più del passato recente, che per il momento rappresenta già un notevole passo avanti.

Non possono più permettersi passi falsi i Pittsburgh Steelers, candidati al trono della Afc grazie a uno degli attacchi più forti, che nella passata stagione hanno visto il loro cammino interrompersi contro la sorpresa Jacksonville.

Il reparto offensivo come detto rappresenta il punto di forza della squadra. Ben Roethlisberger è ancora una garanzia dentro la tasca, Antonio Brown è il miglior ricevitore della NFL (1533 yards nel 2017, quinta stagione consecutiva sopra le 1000 yds) e Le’Veon Bell uno dei top 3 running back. A questi va aggiunto JuJu Smith-Schuster, rivelazione che ha chiuso la sua annata da rookie con 917 yards e 7 touchdowns.

Antonio Brown

Per quanto riguarda la difesa, prima nella lega per numero di sack, ci sono ancora molte incognite legate anche e soprattutto all’assenza di Ryan Shazier (alle prese con il recupero dal gravissimo infortunio alla schiena). Dallo scorso draft è arrivata la safety Terrell Edmunds che prosegue il processo di ricostruzione attuato negli ultimi anni e in cui rientra TJ Watt, scelto al primo giro un anno fa e autore di una stagione ottima.

Per gli Steelers la vittoria della division dovrebbe essere una formalità, ben più complesso il cammino che porta al Super Bowl dove sulla carta se la dovranno vedere oltre che con i soliti Patriots anche con Jaguars, Chiefs e Chargers.

Una delle tematiche più calde dopo il draft è stata certamente la scelta di Lamar Jackson da parte dei Baltimore Ravens. L’ex QB di Louisville, vincitore dell’Heisman Trophy nel 2016 andrà a contendersi il posto da titolare con Joe Flacco, ormai ampiamente avviato sul viale del tramonto.

Dopo il necessario periodo di apprendistato Jackson può diventare devastante grazie anche alle sue doti atletiche che gli consentono non solo di lanciare molto bene ma anche di correre con la palla in mano.

Lamar Jackson

Il resto dell’attacco vede spiccare il reparto ricevitori di cui Michael Crabtree è la stella mentre ci sarà da prestare attenzione al rookie Hayden Hurst (tight end scelto con la 25esima chiamata lo scorso maggio).

La difesa non è tra le migliori ma comunque sopra la sufficienza, si farà affidamento principalmente su due veterani del calibro di Eric Weddle e Terrell Suggs, rispettivamente cinque e sette volte selezionati per il Pro Bowl.

Difficilmente vedremo i Ravens protagonisti nel mese di gennaio, ma nella lotta per un posto ai playoff si dovrà tener conto anche di loro.

L’ultima squadra che andremo a presentare sono i Cincinnati Bengals che dopo aver ripetutamente centrato la postseason (senza però riuscire a vincere una partita) negli anni passati, sono sprofondati nei bassifondi della lega.

Il quarterback Andy Dalton ha ormai dimostrato di non essere una stella seppur in grado di fornire talvolta buone prestazioni, mentre altrettanto non si può dire di AJ Green, ricevitore in grado di andare oltre le 1000 yards per ben 6 delle sue prime 7 stagioni in NFL.

Il duo di running back Giovani BernardJoe Mixon garantisce una buona alternativa a Green per il gioco di corse così come il tight end Tyler Eifert, ammesso che riesca a disputare una stagione senza infortuni.

Dall’altra parte del campo gran parte del peso è sulle spalle del linebacker Vontaze Burfict, gran talento ma spesso incline a colpire duro gli avversari e alle penalità e che sarà ai box per le prime quattro partite per aver fallito un test antidoping.

Per i Bengals resta l’obiettivo di terminare attorno al 50% di vittorie, di più non ci si può aspettare a meno di clamorose sorprese.

Siamo così arrivati alla fine della nostra presentazione al campionato NFL 2018, qui sotto potete trovare le preview di tutte le altre division.

Buon football a tutti e continuate a seguirci !

NFC NORTH, NFC EAST, NFC SOUTH, NFC WEST

AFC EAST, AFC SOUTH, AFC WEST

22 anni, studente di ingegneria informatica e pallavolista fin dall’età di 7 anni. Appassionato di sport e della competizione ad alto livello. In particolare F1, MotoGp, ciclismo e da qualche anno anche NFL.

Davide Bottarelli
22 anni, studente di ingegneria informatica e pallavolista fin dall'età di 7 anni. Appassionato di sport e della competizione ad alto livello. In particolare F1, MotoGp, ciclismo e da qualche anno anche NFL.

Comments

La tua opinione è preziosa