Fanta VS

FantaVS: consigli e probabili formazioni per la 3a giornata

0

Ultima giornata prima della sosta per le nazionali, impegnate nella UEFA Nations League (link). Il Monday night viene anticipato al venerdì ed è il match di cartello di questo turno, Milan – Roma. Le tre squadre al comando della classifica, Juventus, Napoli e Spal, giocheranno in trasferta, rispettivamente contro Parma, Sampdoria e Torino. L’Inter ospite al Renato Dall’Ara di Bologna va a caccia della prima vittoria stagionale e lo stesso farà la Lazio in casa contro il Frosinone. Gli altri match vedranno affrontarsi Fiorentina e Udinese, Sassuolo e Genoa, Chievo ed Empoli ed infine Atalanta e Cagliari.

 

MILAN vs ROMA, venerdì ore 20.30

Venerdì sera sarà già tempo di esami importanti a San Siro. Si troveranno infatti di fronte Milan e Roma. Entrambe le formazioni non possono assolutamente permettersi di perdere; sono reduci da un turno molto contraddittorio, buone prestazioni per un tempo (il 1’ del Milan a Napoli, il 2’ della Roma contro l’Atalanta), pessima gestione nell’altro.

Sarà la prima partita dei capitolini senza Kevin Strootman, ceduto nelle scorse ore al Marsiglia; mentre nei rossoneri debutto stagionale per Calhanoglu.

 

Probabili formazioni

 

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Biglia, Bonaventura; Suso, Higuain, Calhanoglu.

ROMA (3-4-3): Olsen; Marcano, Fazio, Manolas; Kolarov, Nzonzi, De Rossi, Karsdorp; Pastore, Dzeko, Schick.

 

I nostri consigli

 

I tifosi rossoneri sperano di festeggiare, all’esordio casalingo, il primo gol ufficiale di Gonzalo Higuain; il Pipita è carico e lo consigliamo vivamente. Come consigliamo anche Jack Bonaventura, decisamente l’uomo in più a centrocampo nella prima uscita di campionato.  Non ci convince invece la scelta di mister Gattuso di riproporre Ricardo Rodriguez, lo svizzero non riesce proprio ad alzare il proprio livello ed è spesso vittima di pericolose amnesie difensive.

Per la Roma, dopo una partita così così, ci attendiamo lo squillo del bomber Edin Dzeko, anche perché il Milan, soprattutto a San Siro, è una delle sue vittime preferite. Al contrario il nuovo estremo difensore Olsen non convince, a parte i 3 gol presi contro l’Atalanta, non da mai sensazione di sicurezza; certo l’eredità di Allison è molto pesante.

 

 

BOLOGNA vs INTER, sabato ore 18

 

I nerazzurri, ancora senza vittorie dopo le prime 2 giornate di campionato, sono di scena al Dall’Ara, ospiti del Bologna di Filippo Inzaghi. Il pareggio a reti bianche abbastanza anonimo con il Frosinone sul campo neutro di Torino ha consentito al Bologna di ottenere il primo punto in classifica, dopo la beffarda sconfitta della prima giornata contro la Spal. A spaventare la formazione emiliana è un attacco asfittico, poco propositivo e incapace di creare palle gol. La partenza di Simone Verdi, probabilmente non è stata metabolizzata, e l’assenza di Palacio si fa sentire. Anche l’Inter ha conquistato il suo primo punto la scorsa giornata, ma il sapore è decisamente più amaro. Una partita dominata per 45 minuti, che alla fine poteva anche essere persa. Troppa la differenza tra la prestazione del primo e del secondo tempo, un calo fisico abbastanza preoccupante. Spalletti, dal canto suo, non si è rivelato impeccabile nella lettura del match contro i granata, dimostrando che deve ancora lavorare su molti aspetti e trovare la quadratura del cerchio in una squadra che sta portando dalla difesa a quattro alla difesa a tre.

 

Probabili formazioni

 

Bologna (3-5-2): Skorupski; Gonzalez, Danilo, Helander; Mattiello, Poli, Pulgar, Dzemaili, Dijks; Falcinelli, Destro (Santander).

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Vrsaljko/D’Ambrosio, Skriniar, De Vrij, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Icardi.

 

I nostri consigli

 

Bologna che ha un grande bisogno di trovare la via del gol. Per questo motivo è consigliato Falcinelli, che già sa come fare male ai nerazzurri. Evitare la retroguardia degli emiliani. Skorupski scelta non per deboli di cuore. In casa nerazzurra Perisic va messo ad occhi chiusi, e vi consigliamo di puntare anche su Icardi, può essere la volta buona che il capitano torni a segnare. Da evitare Brozovic non ancora al meglio della forma, complice anche un grande mondiale vissuto da protagonista con la sua nazionale.

 

 

PARMA vs JUVENTUS, sabato ore 20.30

 

Trasferta insidiosa per i bianconeri, che negli ultimi 5 incontri al Tardini ha accumulato “solo” 8 punti. Gli emiliani sono reduci da due risultati amari, visto il pari beffa subito alla prima contro l’Udinese, dopo esser stati in vantaggio di due gol, e la sconfitta nel derby emiliano con la Spal della scorsa giornata.

 

Probabili formazioni

 

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Gobbi; Rigoni, Stulac, Barillà; Grassi, Inglese, Gervinho.

 

JUVENTUS (4-2-3-1): Szczesny; Cuadrado/Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic; Douglas Costa, Dybala, Mandzukic; Cristiano Ronaldo.

 

I nostri consigli

 

Difficile scegliere qualcuno da consigliare nei match contro la Juventus, per cui la scelta ricade sugli unici due giocatori in grado di poter almeno impensierire la retroguardia bianconera. Parliamo ovviamente di Roberto Inglese e dell’ivoriano Gervinho, rientrato in Italia dopo la parentesi cinese. Per quanto riguarda la Juventus, totale affidamento agli attaccanti. Da evitare Cuadrado, nel caso Allegri lo schieri terzino destro.

 

 

FIORENTINA vs UDINESE, domenica ore 18

 

I viola hanno iniziato alla grande la stagione, con la vittoria tennistica contro il Chievo. L’Udinese sembra aver trovato una giusta quadra sotto le indicazioni del nuovo tecnico Velazquez e ha raccolto 4 punti nelle prime due giornate (mai così bene dalla stagione 2011-2012).

 

Probabili formazioni

 

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Fernandes, Gerson; Chiesa, Simeone, Eysseric.

 

UDINESE (4-2-3-1): Scuffet; Larsen, Troost-Ekong, Nuytinck, Samir; Behrami, Fofana; Pussetto, De Paul, Machis; Lasagna.

 

I nostri consigli

 

Tra i padroni di casa impossibile non schierare Federico Chiesa, già in gol alla prima e punta di diamante di una squadra giovane e talentuosa. Da evitare Vitor Hugo, che potrebbe soffrire la velocità del terzetto bianconero posto alle spalle di Lasagna. Proprio l’ex attaccante del Carpi è il giocatore friulano su cui puntare: il capitano dell’Udinese è ancora a caccia del primo gol stagionale. Da evitare il grande ex, Valon Behrami, molto propenso a malus.

 

 

ATALANTA vs CAGLIARI, domenica ore 20.30

 

Dopo la mancata qualificazione ai gironi di Europa League, l’Atalanta vorrà senza dubbio riscattarsi e per farlo Gasperini darà spazio ai titolari che hanno riposato a Roma. Dall’altra parte il Cagliari punterà ad ottenere i suoi primi tre punti del campionato, sfumati all’ultimo secondo nella scorsa giornata.

 

Probabili formazioni

 

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Palomino, Toloi, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Rigoni; Barrow, Gomez.

 

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Romagna, Klavan, Padoin; Castro, Cigarini, Barella, Ionita; Farias, Pavoletti.

 

I nostri consigli

 

Nella Dea il più consigliato è senza dubbio il Papu Gomez: nessun difensore del Cagliari sembra avere il passo per contenere i suoi scatti e dribbling e farà impazzire la difesa sarda. Nel Cagliari Pavoletti è reduce da una doppietta ai danni del Sassuolo, quindi il morale è a mille. Cigarini dovrebbe soffrire i muscoli e la corsa del centrocampo atalantino, meglio lasciarlo fuori.

 

 

CHIEVO vs EMPOLI, domenica ore 20.30

 

Padroni di casa che dopo due giornate di sconfitte cercano punti preziosi davanti al proprio pubblico. Ciò che preoccupa di più della compagine è la tenuta difensiva, visto che i goal incassati sono ben 9 in sole due partite. È anche vero però che alla prima in casa il Chievo ha incontrato la Juventus ed è stata capace di giocare bene.

L’Empoli proviene da una sconfitta in casa del Genoa, nonostante ciò la squadra toscana ha dimostrato di avere un ottimo gioco.

Per il Chievo dovrebbe rivedersi dal primo minuto Sorrentino, dopo lo scontro fortuito con Ronaldo, in casa Empoli potrebbe spuntarla Maietta per un posto in difesa al posto di Rasmussen.

 

Probabili formazioni

 

CHIEVO (4-3-3): Sorrentino; Depaoli, Bani, Rossettini, Tomovic; Rigoni, Radovanovic, Obi; Giaccherini, Stepinski, Birsa.

 

EMPOLI (4-3-1-2): Terraciano; Di Lorenzo, Maietta, Silvestre, Antonelli; Acquah, Capezzi, Krunic; Zajc; Caputo, La Gumina.

 

I nostri consigli

 

Come detto il Chievo deve trovare il successo per invertire il trend negativo di questo inizio di stagione, noi scommettiamo su Stepinski e sul sempre positivo Giaccherini. Da evitare Radovanovic, sempre a rischio cartellino.

Per l’Empoli oltre alla vena realizzativa di Caputo, consigliamo il giovane Zajc che lo scorso anno in B si rivelò un mago degli assist, e chissà che non ne possa servire un altro dopo quello della prima giornata. Da evitare Terracciano.

 

 

LAZIO vs FROSINONE, domenica ore 20.30

 

Lazio ancora a zero punti e senza quella brillantezza che l’aveva contraddistinta nello scorso campionato. La squadra di Simone Inzaghi non può fallire domenica contro un Frosinone sicuramente inferiore dal punto di vista tecnico e qualitativo. I ciociari vengono da un pareggio a reti inviolate contro il Bologna.

 

Probabili formazioni

 

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto, Immobile.

 

FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Krajnc; Zampano, Crisetig, Maiello, Chibsah, Molinaro; Ciano, Perica.

 

I nostri consigli

 

Scelte piuttosto facili tra i biancocelesti: vietato non schierare Luis Alberto, Milinkovic-Savic e Immobile. Occhio alla sorpresa Adam Marusic, che con le sue sortite offensive potrebbe regalare qualche bonus. Da evitare Radu, poco presente nel tabellino dei match. Se possibile evitate di schierare giocatori del Frosinone, che potrebbe andare incontro ad una vera e propria imbarcata.

 

 

SAMPDORIA vs NAPOLI, domenica ore 20.30

 

Si prospetta una bella partita quella di Domenica sera a Marassi. Si affronteranno infatti due squadre che l’anno scorso divertirono con il loro gioco votato all’attacco: la Samp non riuscendo per poco ad accedere all’Europa League nonostante una rosa apparentemente inferiore alle altre concorrenti, il Napoli arrivando appena dietro alla corazzata Juventus ma venendo comunque stimata in tutta Europa per le idee e il gioco di Sarri.

In questa stagione però è cambiato molto, con i blucerchiati che non sono parsi in formissima nella gara contro l’Udinese e pagano forse lo stop della prima giornata e il Napoli che invece, nonostante il cambio di allenatore, ha ripreso da dove aveva finito puntando però stavolta più sulla concretezza che sulla fantasia e dinamicità.

 

Probabili Formazioni

 

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszinski, Colley, Anderson, Murru; Barreto, Ekdal, Linetty; Saponara/Ramirez; Defrel/Kownacki, Quagliarella.

 

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Hamsik, Zielinski; Insigne, Milik/Mertens, Callejon.

 

I nostri consigli

 

In questo tipo di sfide è difficile interpretare l’atteggiamento di squadre come la Samp, anche se sicuramente vale la pena rischiare l’ex di turno Fabio Quagliarella. Da evitare, qualora dovesse giocare, Gaston Ramirez: va a fiammate e in alcuna partite con alto tasso di difficoltà scompare portando voti bassi. Meglio non rischiare nemmeno con la difesa.

Per i partenopei questa è una partita da vincere e, alla luce degli ultimi risultati, la squadra pare in forma e concentrata anche nei momenti più difficili. Consigliati a grandi linee tutti, in particolare la freccia Callejon e il mastino Allan: di sicuro loro non deluderanno. Se proprio dobbiamo trovare qualcuno da evitare, facciamo il nome di Ospina: è appena arrivato e nella partita col Milan non ha dato particolari indicazioni, è un’incognita.

 

 

SASSUOLO vs GENOA, domenica ore 20.30

 

Questa partita vedrà di fronte due delle squadre che hanno convinto maggiormente in questo inizio di campionato.

Da una parte il Sassuolo capace di raccogliere 4 punti in due partite e di battere l’Inter, dall’altra il Genoa, che alla prima in casa ha convinto contro un avversario ostico come l’Empoli.

Fra le fila di casa il dubbio più importante è legato alle condizioni di Berardi che sarà monitorato fino all’ultimo e proverà ad esserci.

Per il Genoa invece non ci dovrebbero essere novità, con ogni probabilità sarà riproposto lo stesso undici vittorioso a Marassi.

 

Probabili formazioni

 

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Magnani, Ferrari, Rogerio; Duncan, Locatelli, Sensi; Berardi (Boga), Boateng, Di Francesco.

 

GENOA (3-4-1-2): Marchetti; Biraschi, Spolli, Zukanovic; Lazovic, Romulo, Hiljemark, Criscito; Pandev; Kouamè, Piatek.

 

I nostri consigli

 

Per il Sassuolo schierate assolutamente Boateng, sarà riproposto da falso nueve viste le ottime prestazioni nelle prime due giornate. Da evitare Rogerio apparso ancora un po’ acerbo.

Per il Genoa da schierare Piatek dopo l’esordio con goal potrebbe ripetersi, attenzione a Romulo che è da mettere anche se non porta bonus, visti i voti alti che garantisce. Da evitare Spolli, che rischia il cartellino.

 

 

TORINO vs SPAL, domenica ore 20.30

 

Nell’affollato programma della domenica sera trovano spazio Torino e Spal, due squadre pronte a confermare quanto visto nelle prime due partite. I padroni di casa sono reduci da due buone prestazioni contro Roma e Inter, e i loro 3 punti in classifica stanno stretti per quanto visto in campo. La squadra di Mazzarri infatti sembra aver trovato un buon equilibrio soprattutto nel reparto offensivo, dove il ritrovato Belotti e Iago Falque sono in grado di creare grattacapi a chiunque: con questo gioco i granata possono aspirare anche ad un posto in Europa.

La Spal é momentaneamente a punteggio pieno, insieme a Napoli e Juventus. La squadra di Semplici non ha cambiato molto faccia rispetto allo scorso anno, e per ora sembra andar bene cosí: Mirko Antenucci non smette di sorprendere, e se Petagna riuscisse a ritrovarsi la Spal potrebbe puntare ad una salvezza tranquilla.

È una sfida che potrebbe regalare tanto spettacolo quanto no, quindi attenzione.

 

Probabili formazioni

 

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Moretti; De Silvestri, Meité, Rincon, Soriano/Lukic, Aina; Belotti, Iago Falque.

 

SPAL (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Missiroli/Everton Ruiz, Schiattarella, Fares; Antenucci, Petagna/Paloschi.

 

I nostri consigli

 

Grazie allo stesso schieramento in campo si prevedono tanti uno contro uno. Per questo De Silvestri e Aina sono consigliati, il primo più del secondo. Izzo potrebbe sfruttare i calci piazzati, mentre l’attacco granata é schierabile contro chiunque.

Attenzione a Meité, potrebbe essere il padrone del centrocampo. L’unico evitabile é Rincon, ad alto rischio malus.

Malgrado l’ottimo avvio, nella Spal ci sentiamo di consigliare solo Antenucci e Lazzari: sono gli unici che, individualmente, possono spuntarla sui giocatori del Torino. La retroguardia é sconsigliata, così come Gomis: il rischio di sopravvalutare la Spal é molto alto, ma al contempo non possono far altro che sorprendere.

 

A cura della Redazione.

Account redazionale

Twitter: @vitasportivait

Instagram: @vita.sportiva

La Redazione
Account redazionale Twitter: @vitasportivait Instagram: @vita.sportiva

Comments

La tua opinione è preziosa