FantaVS: consigli e probabili formazioni per la 5a giornata

Seconda tappa del miniciclo che ci accompagnerà fino alla prossima sosta delle nazionali. Nessun match di cartello in questo turno, ma qualche partita interessante come Sampdoria-Inter, Torino-Napoli e Milan-Atalanta. Le big sono reduci dalle sfide europee e potrebbero lasciare qualche punto per strada.

SASSUOLO vs EMPOLI, venerdì ore 20.30

Il Sassuolo di Roberto de Zerbi è stata probabilmente la squadra più brillante e costante (Juve a parte) di questo inizio di campionato. I neroverdi sono reduci da una (solita) sconfitta all’Allianz Stadium, nonostante una prestazione incoraggiante. Di fronte l’Empoli, a caccia della prima vittoria stagionale.

Probabili formazioni

SASSUOLO (4-3-2-1): Consigli; Lirola, Marlon, Ferrari, Rogerio; Bourabia, Locatelli, Duncan; Berardi, Boateng; Babacar

EMPOLI (4-3-2-1): Terracciano; Di Lorenzo, Silvestre, Maietta, Veseli; Acquah, Capezzi, Bennacer; Zajc, Krunic; Caputo

I nostri consigli 

Tra i padroni di casa dovrebbe partire dal primo minuto El Khouma Babacar, dunque è doveroso dargli fiducia, oltre alla premiata ditta Berardi – Boateng. Evitabile Locatelli: l’ex Milan potrebbe patire le incursioni dei trequartisti azzurri. E sono proprio quest’ultimi, Zajc e Krunic i prescelti tra i toscani. Da evitare la coppia di centrali Silvestre e Maietta, piuttosto propensi a malus.

 

PARMA vs CAGLIARI, sabato ore 15 

Cos’hanno in comune Parma e Cagliari? Entrambe nell’ultimo turno hanno sottratto punti preziosi alle milanesi. Gli emiliani hanno sbancato San Siro grazie ad un eurogol di Di Marco, mentre i sardi per poco non sono riusciti a fare bottino pieno alla Sardegna Arena contro il Milan, ottenendo comunque un buon punto.

Probabili formazioni 

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Di Marco; Rigoni, Stulac, Barillà; Gervinho, Inglese, Di Gaudio

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Klavan, Romagna, Padoin; Castro, Bradaric, Barella; Joao Pedro; Sau, Pavoletti

I nostri consigli

Nei ducali va assolutamente schierato l’ex Roma Gervinho, che con la sua velocità metterà in difficoltà gli esperti terzini rossoblu. Al contrario, evitate di schierare Barillà, che potrebbe essere chiamato ad un lavoro di copertura su Joao Pedro. Nei sardi potrebbe essere la partita di Lucas Castro: l’ex centrocampista del Chievo potrebbe risultare decisivo con i suoi inserimenti, punto debole degli emiliani. Come detto in precedenza, lasciate fuori i due terzini Srna e Padoin.

 

FIORENTINA vs SPAL, sabato ore 18 

È già tempo per la Fiorentina di concentrarsi per il match contro la Spal, nonostante abbia recuperato mercoledì la partita rinviata della prima giornata contro la Samp. La squadra grigliata grazie alla buona partenza in campionato può veramente sperare in un piazzamento in Europa. Sabato ospiterà la Spal di Semplici, una squadra che è stata capace di migliorare vistosamente il reparto difensivo rispetto allo scorso anno. Si prospetta un bel match combattuto.

Probabili formazioni

FIORENTINA (4-3-3) : Lafont; Milenkovic (Diks), Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Dabo (edmilson Fernandes), Veretout, Benassi; Chiesa, Simeone, Eysseric (Pjaca).

SPAL (3-5-2) : Gomis; Cionek, Vicari (Djourou), Felipe; Lazzari, Missiroli (Everton Luiz), Schiattarella (Valdifiori), Kurtic, Fares; Antenucci, Petagna.

I nostri consigli

Consigliare Chiesa e Simeone sarebbe troppo facile, per questo vi consigliamo Biraghi e Veretout, spesso protagonisti nelle segnature dei viola. Sconsigliato Lafont, che rientra da un infortunio e non si trova davanti una squadra materasso. In casa Spal consigliati Schiattarella e Petagna. Non puntate su Fares, apparso fuori forma.

 

SAMPDORIA vs INTER, sabato ore 20.30 

L’Inter si trova ad assaggiare per la prima volta dopo sei anni il brivido del doppio impegno settimanale tra Champions League e Campionato. Dopo la pazza vittoria raggiunta martedì contro il Tottenham, la squadra di Luciano Spalletti si prepara ad affrontare la Sampdoria di Giampaolo, reduce anch’essa da un impegno infrasettimanale dove ha raggiunto il pareggio contro la Fiorentina nel recupero della prima giornata. In classifica troviamo una Sampdoria avanti di 3 punti rispetto ai nerazzurri, e si sa che Genova non è mai un campo facile per nessuno.

Probabili formazioni

SAMPDORIA (4-3-1-2) : Audero; Bereszinski, Tonelli (Colley), Andersen, Murru; Barreto, Ekdal (Jankto), Linetty; Ramirez (Caprari); Defrel, Quagliarella (Kownacki).

INTER (4-2-3-1) : Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, De Vrij (Miranda), Asamoah; Gagliardini, Brozovic; Candreva, Nainggolan, Perisic (Keita); Icardi.

I nostri consigli

L’attacco blucerchiato è in ottima forma, per questo motivo va schierato senza problemi. Tonelli da evitare, potrebbe andare molto in difficoltà contro Icardi. Sul fronte nerazzurro consigliati Icardi e Perisic, con quest’ultimo copritevi bene con la panchina perché potrebbe riposare. Da evitare Gagliardini ed Handanovic, che ha mantenuto la porta inviolata solo contro il Bologna.

 

TORINO vs NAPOLI, domenica ore 12.30

Partita che potrebbe riservare sorprese, vedendo i precedenti ma soprattutto la forma delle due squadre: entrambe le squadre hanno dovuto affrontare un calendario probante, ottenendo comunque risultati accettabili nel complesso (anche a livello di gioco). Il Torino dopo il pari di Udine cerca la svolta, magari ritrovando un Belotti che pare ancora dover rientrare bene negli schemi della squadra: la truppa di Mazzarri dovrà tentare il colpaccio. Il Napoli invece si trova a 9 punti in classifica dopo l’1-0 rifilato alla Fiorentina, ma presenta ancora alcune lacune soprattutto in difesa e a livello di atteggiamento: i partenopei devono dimostrare di poter dire la loro in chiave scudetto, in quanto rappresentano l’alternativa sulla carta più valida alla Juventus. Ci vuole una prova di forza.

Probabili Formazioni

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; Aina, Baselli/Soriano, Rincón, Meité, Berenguer; Zaza, Belotti

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Hamsik, Zielinski/Ruiz; Insigne/Mertens, Milik, Callejon/Verdi

I nostri consigli

Nel Toro è nata una stella di nome Soualiho Meité, che può fare il suo anche contro il Napoli. È obbligatorio però credere nella rivalsa del Gallo Belotti: solo lui, da vero capitano, può trascinare i granata verso la vittoria. Lasciate perdere invece il solito irruento Rincón ma anche l’inesperto Berenguer. Con un Napoli a trazione offensiva sono consigliati i tre avanti, in particolare Milik, che deve, come Belotti, tornare a convincere e a segnare. Approvato come sempre Allan, colonna portante del centrocampo. Da evitare per questa partita Hysaj, che potrebbe soffrire la velocità avversaria e difficilmente porterà bonus o anche solo voti sufficienti.

 

BOLOGNA vs ROMA, domenica ore 15

Al Dall’Ara la Roma è assolutamente chiamata a riprendersi, a dare un segno di vita, dopo la sconfitta al Bernabeu, ma soprattutto dopo il pareggio in casa con il Chievo Verona dopo essere stati in vantaggio per due reti. Il Bologna, dal canto suo, non ha iniziato nel migliore dei modi avendo totalizzato un solo punto nelle prime quattro partite. Un’occasione per entrambe le squadre di rialzarsi, ma per i giallorossi sono obbligatori i tre punti.

Probabili formazioni

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski; De Maio, Danilo, Gonzalez; Mattiello, Svanberg, Poli, Dzemaili, Dijks; Santander, Falcinelli.

ROMA (4-3-3): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Cristante, Nzonzi, Pellegrini; Under, Dzeko, Perotti.

I nostri consigli

Non è consigliato affidarsi troppo ai felsinei che possono soffrire, ma soprattutto incappare in malus o brutti voti. Se non si hanno migliori alternative si può schierare Falcinelli. Promosso Cristante dopo la rete di domenica scorsa contro i clivensi. Dzeko deve tornare al gol, Under far capire di esserci anche quest’anno.

 

CHIEVO vs UDINESE, domenica ore 15

Dopo il pareggio insperato dell’Olimpico, il Chievo è alla ricerca di conferme: la penalizzazione (che potrebbe essere via via ridotta) sembra aver dato una scossa all’ambiente clivense, che dovrà lottare duramente, per evitare la retrocessione, già da ora per non avere rimpianti alla fine del campionato. Discorso diverso per l’Udinese, che si presenta al Bentegodi con il chiaro intento di portare a casa i tre punti: i friulani sono migliorati molto dall’inizio del campionato e sembrano essere diventati, col tempo, squadra più solida e consapevole (rispetto anche alle previsioni).

Probabili Formazioni

CHIEVO (4-3-2-1): Sorrentino; Tomovic, Rossettini, Bani, Barba; Rigoni, Radovanovic, Hetemaj; Birsa, Giaccherini; Stepinski

UDINESE (4-3-3): Scuffet/Musso; Larsen, Nuytinck, Troost-Ekong, Samir; Mandragora, Behrami, Fofana; Machis, Lasagna, De Paul

I nostri consigli

Per il Chievo consigliato il trio formato da Giaccherini, Birsa e Stepinski: sono loro i protagonisti di questa squadra (e lo si è visto bene con la Roma). Da evitare invece Tomovic, che l’anno scorso fece autogol proprio contro l’Udinese e ormai non è più da considerare affidabile: dalla sua parte è un pericolo continuo.

Nell’Udinese, si può premiare la sostanza di Troost-Ekong così come le invenzioni di De Paul, ma la nostra scelta ricade su Lasagna: non si mette in mostra da troppo e questa gara potrebbe porre fine al suo digiuno. Da prendere in considerazione.

Meglio lasciare in panchina invece un non prontissimo Behrami, che deve ancora trovare la condizione e l’intesa coi compagni in un centrocampo alle volte confusionario.

 

LAZIO vs GENOA, domenica ore 15

La Lazio è chiamata a continuare la striscia di vittoria iniziata contro il Frosinone (che ha avuto seguito anche in Europa League). I tifosi chiedono il ritorno del bel gioco di Simone Inzaghi che si è visto solo a tratti in questo inizio di stagione. Il Genoa di Ballardini cerca una collocazione in questa Serie A e un buon risultato all’Olimpico potrebbe lanciare il grifone verso la colonna sinistra della classifica.

Probabili formazioni

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, Acerbi, Caceres; Marusic, Parolo, Leiva, MIlinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto; Immobile.

GENOA (3-5-2): Marchetti; Biraschi, Spolli, Gunter; Romulo, Mazzitelli, Hiljemark, Criscito, Bessa; Pandev, Piatek.

I nostri consigli

Nella Lazio Immobile cerca un rilancio dopo le insufficienti prestazioni contro Empoli e Frosinone, in casa va messo. Milinkovic-Savic potrà far sentire il suo strapotere fisico contro un centrocampo non troppo fisico come quello genoano. Leiva è entrato subito in condizione e l’inizio di stagione lo testimonia, la Lazio si aggrappa a lui per gioco e geometrie. Lulic potrebbe soffrire le incursioni di Romulo sulla fascia, se avete una riserva valida lasciatelo fuori. Per il Genoa il nome caldo è senza dubbio Piatek, il capocannoniere arriva all’Olimpico in una forma strepitosa, lasciarlo fuori sarebbe una pessima mossa. Marchetti potrebbe disputare la partita della vita visto come si è lasciato con la Lazio la scorsa stagione. Pandev sarà un ottimo aiuto per Piatek e con i suoi movimenti senza palla potrà aprire spazi per gli inserimenti di Hiljemark e Bessa. La difesa è sconsigliata vista la pessima prestazione contro il Sassuolo.

 

MILAN vs ATALANTA, domenica ore 18

A San Siro va in scena una partita che contrappone due squadre in momenti di forma diametralmente opposti: da una parte il Milan di Gattuso che vuole allungare la striscia di risultati positivi, mentre dall’altra l’Atalanta di Gasperini che vive un periodo di profonda crisi fisica e psicologica. Dall’eliminazione nei preliminari di Europa League infatti i nerazzurri non sembrano più gli stessi, pesantissime le sconfitte con Cagliari prima e Spal poi. I continui cambi di interpreti sono la dimostrazione di quanto i bergamaschi siano in confusione, c’è bisogno di ordine e San Siro non è il luogo adatto dove ricominciare.

Probabili formazioni

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria/Abate, Romagnoli, Musacchio, Rodriguez; Kessie, Biglia, Bonaventura; Calhanoglu/Castillejo, Higuain, Suso.

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Masiello; Castagne /Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens, Pasalic/Ilicic; Gomez, Zapata.

I nostri consigli

La difesa del Milan non è sembrata molto affidabile, ma Romagnoli si può schierare. Kessie e Bonaventura stanno passando un buon momento di forma, e la suggestione del gol dell’ex vale per entrambi. Higuain é imprescindibile, Calhanoglu si può evitare perché non al meglio. Anche la difesa dell’Atalanta non dà sicurezze ultimamente, meglio evitare i 3 centrali. De Roon é ad alto rischio giallo, mentre Ilicic potrebbe partire dalla panchina. Pasalic é una scommessa, mentre in attacco si può osare il Papu. Zapata per ora non pervenuto.

 

FROSINONE vs JUVENTUS, domenica ore 20.30

Il Benito Stirpe è pronto ad accogliere Cristiano Ronaldo. Tanto entusiasmo per l’arrivo del portoghese, meno per l’andamento della squadra. I ciociari sono ancora a secco di vittorie e, soprattutto, di gol. Pesa quello zero nella casella dei gol fatti e la Juventus non è certamente l’avversario più idoneo per cambiare le carte in tavola.

Probabili formazioni

FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Krajnc; Zampano, Chibsah, Hallfredsson, Maiello, Molinaro; Ciano, Perica

JUVENTUS (4-4-2): Perin; Cancelo, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Bernardeschi, Can, Pjanic, Matuidi; Dybala, Cristiano Ronaldo

I nostri consigli

Davvero complicato trovare qualcuno da consigliare tra le file dei ciociari. Mentre tra i bianconeri va assolutamente schierato Paulo Dybala: questa deve essere la sua partita, per ritrovare quella Joya persa chissà dove.

 

 

 

Account redazionale

Twitter: @vitasportivait


La tua opinione è preziosa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: