Pallavolo

Mondiale di volley maschile, termina la Final Six: fuori Russia e Italia, sorprese Brasile e Serbia

0

Il Mondiale di pallavolo maschile si appresta a vivere le semifinali, dopo una Final Six caratterizzata dall’alto valore tecnico e dalla grande spettacolarità. Le sei nazionali più forti del mondo, divise in 2 giorni da 3 squadre, si sono date battaglia per raggiungere le prime due posizioni, che consentivano di accedere alla fase finale della competizione mondiale.


Girone I:

È il girone sulla carta più equilibrato del terzo round, nel quale si sono fronteggiate tre fra le grandi favorite per la vittoria finale. La Russia, il team più quotato alla conquista del titolo mondiale, viene clamorosamente sconfitta in rimonta (da 2-0 a 2-3) da un Brasile dalla doppia faccia, complicando così il proprio cammino che termina definitivamente con la batosta subita, per 0-3, contro gli Usa. Nell’ultima gara le due nazionali del continente americano, certe del passaggio del turno, concedono un turno di riposo ai titolarissimi e si sfidano mettendo in campo le seconde linee. La nazionale brasiliana si impone con un parziale di 3-0, raggiungendo così la prima posizione, mentre i nordamericani subiscono la prima sconfitta nella rassegna mondiale e si accasano al secondo posto.


Girone J:

L’Italia del volley, dopo aver esaltato e aumentato le aspettative del proprio pubblico nelle prime due fasi, al primo vero banco di prova viene travolta dalla Serbia con un netto 3-0, che costringe gli azzurri a tifare la nazionale balcanica contro la Polonia, per potersi giocare poi il passaggio del turno con i polacchi stessi. Le speranze degli italiani si infrangono però nel 3-0 imposto agli slavi dalla nazionale del centro Europa. Zaytsev e compagni possono ottenere la qualificazione solo vincendo con un parziale di tre set a zero, senza concedere più di 60 punti agli avversari nel corso del gara; condizione ai limiti del possibile per gli azzurri, che non riescono a sopportare lo stress dell’impresa e crollano già nel primo set. Alla fine, l’Italia termina con onore il proprio Mondiale, giocato in casa, battendo per 3-2 una Polonia rinnovata con le riserve. I polacchi acciuffano la prima posizione, mentre i serbi guadagnano la qualificazione con il secondo posto.


L’esito più clamoroso della Final Six è l’uscita anticipata dei Campioni d’Europa della Russia che, soprattutto nelle ultime competizioni internazionali, si era imposta come la nazionale più forte del mondo. Inaspettata anche l’eliminazione dell’ItalVolley, che aveva creato enormi aspettative soprattutto per il gioco espresso nei primi due round, e che sembrava poter arrivare in fondo, spinta da un pubblico che si è rivelato caloroso in ogni città italiana.

Sorprendono invece Brasile e Serbia, che hanno faticato nei turni precedenti e che, nonostante molte difficoltà dal punto di vista del gioco e dei giocatori, hanno disputato una grande Final Six, meritando il passaggio alle semifinali. Polonia e Stati Uniti hanno confermato invece l’ottimo stato di forma dimostrato nelle pool precedenti, e si apprestano a vivere da protagonisti le ultime sfide per il titolo mondiale.

Dai posizionamenti dei gironi sono stati decisi i due match della semifinale del Mondiale di pallavolo maschile:

Brasile – Serbia

Polonia – Usa

Account redazionale

Twitter: @vitasportivait

Instagram: @vita.sportiva

La Redazione
Account redazionale Twitter: @vitasportivait Instagram: @vita.sportiva

Comments

La tua opinione è preziosa