Calcio

Boca Juniors-River Plate 2-2: spettacolo alla Bombonera

0

Alle 16:00 (ora argentina) di domenica 11 novembre gli occhi di tutto il mondo calcistico erano alla “Bombonera” di Buenos Aires. Boca Juniors e River Plate si sono giocate l’andata della finale di Copa Libertadores. Le attese erano alte e, a vedere come si è sviluppato il match, sono state pienamente rispettate. Il 2-2 finale può lasciare un po’ di amaro agli Xeneizes, andati per due volte in vantaggio e per due volti rimontati dai Millionarios, che, sabato 24 avranno il match point in casa, al “Monumental“.

È stato un Superclasìco magnifico, giocato a 1000 all’ora fin dai primi minuti.  Nessuna fase di studio, nessuna attesa. Questa è la Libertadores, questo è El Partido del Siglo. El Pity Martinez ha danzato sul pallone, Abila e Benedetto hanno mostrato i muscoli, la Doce (la curva del Boca) non ha mai smesso di cantare, tranne nel minuto in cui è stata zittita da Pratto (sì quel Pratto che al Genoa è stato un ectoplasma). Le due squadre non si sono concesse un minuto di respiro, nemmeno dopo i gol. Al 33′ Abila manda in delirio gli Xeneizes, ma, sul calcio di inizio, Pratto rimette le cose in pari. Al 46′ è Benedetto (entrato al posto del Kichan Pavon, uscito in lacrime) a fare 2-1 e regalare 15 minuti di paradiso alla Doce.

I ritmi forsennati dei primi 45′ si ripercuotono sulla ripresa che, pur mantenendo una certa intensità, vengono giocati a ritmi più bassi. Al 61′ l’autogol di Izquierdoz rimette il risultato in parità. Ancora una volta il River l’ha rimessa in piedi. Nel Boca entra Tevez, la Doce canta, canta e canta ancora. Al 91′ El Pipa Benedetto ha sul piede la palla della vita, ma Armani riscatta una prova opaca, dicendo no.

Il primo round del Superclasìco finisce, così, in parità. È stata una gara vibrante, come solo Boca-River può essere. Nessun tatticismo, molto cuore e forza di inerzia. Il River l’ha ripresa due volte, mostrando una grandissima “garra” e ora è pronto a giocarsi la partita della vita al Monumental.  Per queste due partite è stato proibito l’ingresso allo stadio ai tifosi della squadra ospite. I Millionarios hanno salvato la pelle nell’inferno della Bombonera, ora spetta al Boca uscire vivo dal Monumental. L’appuntamento con la storia è il 24 novembre, ore 17:00. Dopo il calcio non sarà più lo stesso.

Boca Juniors-River Plate, più di un derby, più di tutto: El Partido del Siglo

fonte foto: www.sport.virgilio.it

Matteo Palmisano

Comments

La tua opinione è preziosa