Basket

Verso la Free Agency NBA 2019: i top 10 sul mercato

0

Concluse le Finali tutta la NBA è proiettata in prima battuta sul draft del 20 giugno ma soprattutto sulla free agency, che avrà inizio il 30 giugno, una delle più ricche di talento degli ultimi anni!

Andiamo dunque ad analizzare i migliori 10 giocatori disponibili sul mercato:

1- KEVIN DURANT (Golden State Warriors): dopo l’infortunio al tendine d’achille sofferto nella gara 5 delle Finals, il suo futuro è sempre più incerto, sia dal punto di vista fisico che contrattuale, ma, come talento puro, resta indiscutibilmente il numero uno della free agenc. KD ha una player option da 31,5 milioni che potrebbe essere esercitata nel caso decida di stare circa un anno ai box per recuperare tranquillamente da un infortunio così devastante, per poi testare il mercato nell’estate 2020.

Kevin Durant

Il front office della baia ha già annunciato che metterà sul piatto il massimo salariale (220mln x 5anni) ma squadre come i Knicks sono pronte a rischiare pur di uscire dalla mediocrità che li affligge da anni!

 

 

2- KAWHI LEONARD (Toronto Raptors): anche per lui player option da 21,3 milioni ma al contrario di KD verrà declinata al 99% per firmare un massimo salariale.

Toronto dopo aver festeggiato il titolo con Kawhi MVP è pronta ad accontentare qualsiasi sua richiesta pur di non trovarsi faccia a faccia con un rebuilding, Leonard dal canto suo appare combattuto sulla decisione: firmare con i Raptors per lottare per il titolo ancora, ma con una squadra avanti con l’età, oppure approdare in un grande mercato come Los Angeles sponda Clippers o New York? In queste ultime due opzioni troverebbe un core giovane di cui essere la guida ma restare nel team con cui pochi giorni fa ha festeggiato un successo storico è una grande tentazione.

Kawhi Leonard

Alcuni giornalisti americani avanzavano l’idea di firmare per un altro anno con Toronto e rimandare la decisione alla prossima estate dove scadranno i contratti degli altri big (Lowry, Gasol, Ibaka, Van Vleet e Siakam) ed in effetti potrebbe essere la decisione più equilibrata!

 

3- KLAY THOMPSON (Golden State Warriors): Finals maledette per lui come per Durant, rottura del legamento crociato che lo terrà ai box almeno fino a marzo, dal canto suo però non sembrano esserci dubbi, piena fedeltà alla franchigia che lo ha scelto e valorizzato al fianco dell’altro Splash Brother Steph Curry, è infatti pronto un quinquennale da 188 milioni di dollari!

Klay Thompson e Stephen Curry

 

4- KYRIE IRVING (Boston Celtics): già rifiutata la player option e zero chance di rimanere a Boston dove ha avuto tanti, troppi problemi in spogliatoio. Il suo futuro sarà o nei Brooklyn Nets o nei Los Angeles Lakers freschi dell’acquisto via trade di Anthony Davis, i Newyorkesi sono in netto vantaggio per il play di Duke che sarebbe la colonna portante del loro futuro!

Kyrie Irving

 

5- JIMMY BUTLER (Philadelphia 76ers): anche per Jimmy player option già rifiutata e massimo salariale pronto ovunque decida di andare, situazione piena di incertezze con moltissime pretendenti a partire da Philadelphia che punta a riconfermarlo anche sacrificando Harris, i Lakers faranno un tentativo per aggiungere l’ultimo tassello da titolo, aperte le piste che portano ai Nets dall’amico Kyrie, a Miami con una possibile trade per affiancarlo a CP3 fino ad arrivare a New York pronta a fare follie per uscire dal baratro. Si prospetta un periodo caldo e pieno di incontri per Jimmy!

Jimmy Butler

 

6- KEMBA WALKER (Charlotte Hornets): Kemba ha sempre dimostrato grande fedeltà agli Hornets ma dopo tanti anni non sono mai riusciti a mettergli a fianco una squadra da playoff, ciò potrebbe spingerlo a cambiare aria anche se in molti propendono per la permanenza nella sua città anche rinunciando alle vittorie. MJ è pronto ad offrigli 220 milioni per 5 anni ma Knicks e Lakers sono alla finestra!

Kemba Walker

 

7- DEMARCUS COUSINS (Golden State Warriors): reduce dall’infortunio al tendine d’achille è apparso in difficoltà durante le Finals soprattutto difensivamente ma con un’estate di duro lavoro è pronto a tornare ai suoi livelli da top centro della lega, improbabile una permanenza nella baia a meno che non decida di accettare la mid level exception da 6 milioni. Ad oggi questa opzione è quasi totalmente da escludersi, l’asta per DMC può iniziare ma in molti hanno un asterisco sulle sue condizioni fisiche, nessun rumor fin qui che lo riguardano, la sensazione è che si muoverà non appena i top free agent decideranno le loro destinazioni, chi rimarrà a bocca asciutta potrebbe far follie per lui!

Demarcus Cousins

 

8- TOBIAS HARRIS (Philadelphia 76ers): anche per Tobias futuro enigmatico, Phila sembra preferirgli Butler ma nel caso quest’ultimo decida di andar via potrebbe diventare la priorità, New York e Brooklyn alla finestra con possibili outsider, il suo obbiettivo è un massimo salariale ma non sarà facile da ottenere visto che non è un giocatore che cambia il volto ad una franchigia, da seconda o terza opzione può rivelarsi un ottimo elemento.

Tobias Harris

 

9- D’ANGELO RUSSELL (Brooklyn Nets): il suo futuro sarà deciso da Kyrie Irving, se quest’ultimo andrà ai Nets è automaticamente tagliato fuori, in caso contrario sarà confermato, anche per lui speranza di massimo salariale ma è un giocatore che deve completarsi, alternative ai Nets secondo i rumors sono i Pacers per affiancarlo ad Oladipo, che rientrerà dall’inforunio al tendine del quadricipite femorale della gamba destra, e i Jazz che hanno bisogno di un salto di qualità nella posizione di point guard dopo l’addio certo di Rubio, al fianco di Mitchell e Gobert.

D’Angelo Russel

 

10- DERRICK ROSE (Minnesota Timberwolwes): un pizzico di romanticismo ci voleva in questa top 10, dopo la stagione della rinascita D-Rose è pronto ad essere nuovamente un pezzo importante delle rotazioni, il suo futuro è incerto con i Wolves pronti a confermarlo. Un ritorno romantico a Chicago dove tutto cominciò non è da escludere per sua stessa ammissione, sarebbe la giusta chiusura del cerchio! Ovviamente, comunque vada firmerà a una cifra superiore rispetto al minimo salariale vista l’ottima stagione passata!

Derrick Rose

 

HM:

Kris Middelton che con tutta probabilità rifirmerà al massimo salariale con i Bucks

Nikola Vucevic voglioso di fare un salto di qualità rispetto agli attuali Orlando Magic

Terry Rozier e Marcus Morris pronti a restare a Boston dopo l’addio di Kyrie con un ruolo di primo rilievo

Rajon Rondo, Patrick Beverley, Ricky Rubio, Bogdan Bogdanovic, Enes Kanter e Roodney Hood i pezzi pregiati per completare al meglio un rooster competitivo!

18 anni, studente, amo il calcio, l’NBA e il ciclismo con un occhio anche al mondo dei motori

Paolo Mancini
18 anni, studente, amo il calcio, l'NBA e il ciclismo con un occhio anche al mondo dei motori

Comments

La tua opinione è preziosa