Calcio

Il Milan strizza sempre più l’occhio al futuro: in arrivo Rafael Leão

0

Per un Cutrone che parte, c’è un Leão in dirittura d’arrivo pronto ad infiammare la piazza rossonera!

Rafael Alexandre da Conceição Leão, noto al pubblico come Rafael Leao si appresta ad atterrare a Milano nelle prossime ore per intraprendere la sua nuova avventura in maglia Milan.

Il classe 99 è uno dei prospetti più interessanti messi in vetrina nella scorsa Ligue 1, dove, con il Lille, ha disputato 24 partite mettendo a segno 8 reti ( media di 1 gol ogni 130 minuti) condite da 2 assist.

La carriera di Rafael ha avuto inizio nel settore giovanile dello Sporting Lisbona dove esordisce nel 2017 in prima squadra; a causa della grave crisi economica dei portoghesi, però, a fine stagione rescinde il contratto unendosi al Lille del ds Campos.

Leão, alto 1.88m e forte fisicamente non è il classico centravanti da area di rigore ma possiede una grande tecnica individuale che gli ha concesso di sviluppare doti sia da prima punta che da seconda in appoggio ad un centravanti come Piatek, ciò concede all’allenatore di avere un vasto ventaglio di scelte offensive.

L’approdo al Milan, che dovrebbe avvenire sulla base di 35 milioni compreso il cartellino di Djalo (5 milioni), potrebbe significare il definitivo salto di qualità, magari per farlo arrivare a quell’esordio in Nazionale maggiore che sogna da sempre; ma è la scelta giusta per il Milan?

Sicuramente è una scommessa costosa ma doverosa nell’ottica di anticipare i top club europei su un talento che, tra qualche anno, potrebbe avere un valore altissimo; arriverà per sostituire la ormai certa partenza di Patrick Cutrone diretto al Wolverhampton ma non dovrà essere l’unico acquisto per l’attacco rossonero, sarebbe un grosso rischio affidare la titolarità al giovane portoghese proveniente da un campionato totalmente diverso; il Milan, non può permettersi di bruciarlo ma, deve inserirlo nei meccanismi di mister Giampaolo in modo graduale.

Da qui c’è la necessità di acquisire una seconda punta di sicuro affidamento da affiancare a Piatek: nelle ultime settimane è stato riportato un forte interesse per Angel Correa dell’Atletico Madrid ma bisogna ancora trovare la quadratura economica per far fronte ai 50 milioni di euro richiesti dagli spagnoli.

Un trio offensivo composto da Piatek, Correa e Leão sarebbe giovane, duttile e con una prospettiva che pochi club possono vantare, ciò, è impreziosito dalla presenza di Paquetà come trequartista ad innescarli.

Leão, in portoghese, vuol dire leone, perché un giocatore è spesso descritto da parole e particolari inequivocabili, e i tifosi sognano già!

18 anni, studente, amo il calcio, l’NBA e il ciclismo con un occhio anche al mondo dei motori

Paolo Mancini
18 anni, studente, amo il calcio, l'NBA e il ciclismo con un occhio anche al mondo dei motori

Comments

La tua opinione è preziosa