Agenda VS

Agenda VS: i migliori dieci eventi sportivi del mese (Luglio 2020)

0

Dopo ben quattro mesi di stop a causa dell’emergenza sanitaria lo sport riparte. Certo, non ancora a 360 gradi, ma comunque i numerosi eventi sportivi tornano ad animare le nostre giornate. E allora eccoci finalmente con un nuovo numero di Agenda VS. Di seguito abbiamo selezionato i migliori dieci eventi di Luglio. Fissateli sull’agenda e non prendete impegni!

1) NBA, New Orleans Pelicans-Utah Jazz (30/07)

Sarà la partita tra New Orleans Pelicans e Utah Jazz a sancire il ritorno in campo della NBA il 30 luglio. Si giocherà quasi ininterrottamente a Orlando, presso l’ESPN Wide World of Sports Complex, e fino al 14 agosto ognuna delle 22 squadre presenti disputerà otto partite di regular season utili per stabilire la griglia definitiva dei playoff. Dopodiché, via alla post-season per le migliori 16, equamente divise tra Eastern e Western Conference. Non cambierà nemmeno il formato dei playoff, con serie al meglio delle sette gare come vuole la tradizione.
Per gli appassionati di basket NBA il mese di luglio termina col botto: riapre la caccia all’anello.

2) Formula 1, Gran Premio d’Austria (05/07)

L’astinenza si è sentita, ma è l’ora di ricominciare, seppur a porte chiuse, come nessuno mai avrebbe pensato di correre. Una nuova decade sta per cominciare.
Una nuova F1 sta per arrivare. Ma soprattutto, si torna a fare sul serio. Mancherà il pubblico negli autodromi, ma sarete voi telespettatori a farvi sentire più che mai. Perciò, segnatevi questa data nel calendario, cerchiatela in rosso: domenica 5 Luglio, ore 15:10, la prima tappa del mondiale, inedita, al Red Bull Ring, sede del Gran Premio d’Austria. Non esisteva miglior posto per una Red Bull che sembra la più accreditata nel dare filo da torcere alla invincibile armata teutonica della Stella a tre punte, e che proverà sin da subito a mostrare che può veramente esser tornata ad essere in grado di lottare per il mondiale. Tante, tantissime incognite, soprattutto per quanto riguarda la Ferrari, con la SF1000 che, viste le non brillanti performance nei test, ha destato non pochi grattacapi per la GES di Maranello.
Ma sarà soprattutto interessante l’evolversi della grande sfida interna tra Sebastian Vettel e Charles Leclerc, con il tedesco che vuole chiudere quello che fino ad ora è stato un matrimonio dolce-amaro nella maniera migliore possibile, conscio della sua ultima opportunità per cogliere qualche altra piccola gioia in Rosso. Senza dimenticarsi della feroce battaglia che si prospetta a centro-gruppo: chi sarà l’avversario della McLaren per la lotta al quarto posto costruttori? Non ci resta che attendere, e gustarci questo breve, ma intenso, Campionato del Mondo. Viva la F1. Bentornata, ci sei mancata.

3) Moto GP, Gran Premio di Spagna (19/07)

La MotoGP riparte il 19 luglio dal Gran Premio di Spagna al Circuito di Jerez con un doppio appuntamento per la prima volta a porte chiuse, a causa della pandemia da Coronavirus. Una gara, dunque, all’insegna delle novità e di non poche sorprese: come da poco annunciato ai media, Dovizioso, dopo una terribile caduta durante una gara di motocross a Monte Coralli, dovrà presto essere operato alla clavicola per rimediare ad una frattura composta provocata dall’incidente. Ciononostante, questo non dovrebbe impedirgli di partecipare al primo Gran Premio della stagione in sella alla sua Desmosedici GP, al fianco del connazionale Danilo Petrucci. I due piloti la scorsa stagione tagliarono la linea del traguardo rispettivamente 4° e 5°, lasciando la medaglia d’oro a Marc Marquez. Nel 2019, però, il GP di Spagna venne disputato all’inizio del mese di maggio, mentre quest’anno si correrà in piena estate, con temperature estremamente alte e che sicuramente potrebbero influire sui risultati della gara. Si dovrà vedere, quindi, come i piloti sapranno reagire ad uno stop di parecchi mesi e se l’incidente di Dovizioso non abbia invece, al contrario di quanto riportato dal manager, portato a delle conseguenze fisiche per il pilota italiano che non gli permetteranno di ottenere le migliori prestazioni nelle prime gare della stagione.

4) Serie A, Juventus-Lazio (20/07)

La questione scudetto in Italia è ormai riservata a due squadre. Juventus e Lazio sono divise da una manciata di punti e il bivio decisivo sarà senza dubbio il match dell’Allianz Stadium. I bianconeri hanno uno score negativo in questa stagione contro i biancocelesti, vittoriosi in due occasioni (campionato e supercoppa), e vogliono assolutamente rifarsi. La Lazio, sicura ormai del posto in Champions League, continua a sognare un trionfo che manca da quel folle pomeriggio di Perugia di vent’anni fa.

5) Meeting di Rieti (04/07)

L’atletica italiana riparte, e lo fa in grande stile. Sabato 4 luglio, lo Stadio Raul Guidobaldi di Rieti sarà teatro del Trofeo “Città di Rieti”. La star protagonista dell’evento non può che essere Filippo Tortu, che rivedremo in pista nei 100 metri piani dopo il successo nei 60 in occasione Campionati Italiani indoor di Ancona. Ricordiamo che il 22enne delle Fiamme Gialle è l’unico italiano ad essere sceso sotto i 10 secondi nella gara regina dell’atletica (9”99 corso nel 2018 a Madrid). Prenderà parte all’evento anche Davide Re, impegnato molto probabilmente nei 200 metri. Il finanziere, classe ’93, è il primatista nazionale del giro di pista con 44”77, corso lo scorso anno in Svizzera. Non sappiamo ancora chi saranno i protagonisti delle altre gare in programma, ma sicuramente vedremo numerosi atleti azzurri di primo livello.

6) Super Rugby Aotearoa, Crusaders-Blues (11/07)

Senza ombra di dubbio il match più rilevante dell’Aotearoa, le due squadre sono ai vertici del campionato e da questo match dipenderà la vittoria del torneo. Più che due squadre si scontrano due filosofie di gioco differenti, Da parte dei Crusaders abbiamo un gioco molto più fisico e pragmatico volto alla ricerca del punto di incontro per creare incertezza nello spazio avversario. Dal lato Blues abbiamo ,invece, la ricerca del riciclo e della continuità nel gioco. Le due squadre pululano di giocatori All Black, da tenere d’occhio sono: Richie Mo’unga, numero 10 dei Crusaders e Beauden Barrett estremo dei Blues. Entrambi i giocatori fanno del gioco al piede la loro arma migliore. Mo’unga sfrutta il grubber per andare oltre la difesa e permettere alle ali di ricevere il pallone per andare in meta. Barrett con i suoi calci di spostamento mette in crisi il triangolo allargato avversario permettendo così l’avanzamento alla sua squadra.

7) NASCAR, All Star Race (16/07)

L’All Star Race abbandona la storica location dello Charlotte Motor Speedway in favore di Bristol. Sarà una notte estiva non animata dal solo suono delle cicale nel Tennessee, ma anche dal rombo di 40 auto, portate da 40 piloti pronti a lottare per il premio di un milione di dollari. Sul corto disegno del Last Great Coliseum, solo 800 metri di asfalto, le brevi batterie ad eliminazione porteranno a continui duelli alla ricerca della miglior posizione per assicurarsi il passaggio al turno successivo. Ed a Bristol non si possono nominare i duelli senza pensare ai contatti ruota a ruota, probabilmente il tratto caratteristico di questa edizione. Fondamentale riuscire a mantenere la velocità in curva, cercando anche il giusto equilibrio con lo stress delle gomme: il duro manto asfaltato può risultare severo per pneumatici troppo caldi o con eccessiva pressione. Dunque una gara di velocità pura con un solido elemento tecnico da dover tenere in considerazione.
I favoriti? Sicuramente Kyle Busch, che interpreta bene il tracciato da diversi anni, Chase Elliot, molto veloce sulle piste corte, e Brad Keselowski, che nel 2020 ha già vinto qui, ma anche un Jimmie Johnson alla ricerca del riscatto o un sempre più esplosivo Aric Almirola.

8) Betfred World Matchplay (18-26/07)

Riparte lo spettacolo delle freccette in TV con il Betfred World Matchplay.
Dal 18 al 26 Luglio, i primi 16 giocatori in classifica più 16 qualificati – con gli ultimi cinque che scaturiranno dalle Summer Series in programma dall’8 al 12 Luglio alla Marshall Arena, Milton Keynes – derivanti dal Pro Tour Order of Merit si sfideranno per alzare al cielo uno dei trofei più prestigiosi del circuito. Incertezza sulla sede: sarà la classica Winter Garden di Blackpool aperta al pubblico con capienza ridotta oppure un’altra sede predisposta per le porte chiuse? Lo sapremo il 4 Luglio. La certezza è che i campioni torneranno a competere e a farci divertire.

🎯 Ripartono anche le freccette!

🏆Stasera ad Hannover andrà in scena un torneo all’aperto con modalità inedite per gli…

Pubblicato da Vita Sportiva su Mercoledì 24 giugno 2020

9) PGA Tour, The Memorial Tournament (16-19/07)

Dopo i primi cinque tornei a porte chiuse, il primo evento del PGA Tour che di disputerà a porte aperte sarà il Memorial Tournament, in programma dal 16 al 19 luglio a Dublin nell’Ohio. Un evento da 9,3 milioni di dollari che si svolgerà sul percorso Muirfield Village GC. Ad inizio Giugno il governatore dell’Ohio, Mike DeWine, ha annunciato di aver approvato un piano di sicurezza per sostenere un numero limitato di spettatori, 8000 per la precisione. Dai primi tornei della ripresa stanno emergendo diversi nomi che potrebbero contendersi la vittoria nel Memorial Tournament, a partire da Dustin Johnson. L’anno scorso trionfò lo statunitense Patrick Cantlay con un score complessivo di -19. Diretta su GolfTV ed Eurosport.

10) Freccia d’Europa – Città di Napoli (26/07)

Si prevede grande spettacolo domenica 26 luglio all’ippodromo di Agnano in Napoli. Sono infatti in calendario durante il convegno, due Gran Premi molto rinomati per il trotto nazionale. Si tratta del Gran Premio Freccia d’Europa e del Gran Premio Citta’ di Napoli. Il G.P Freccia d’Europa è una classica di Gruppo 1, il gruppo delle corse top, per cavalli dai quattro anni in sù, aperta a trottatori di ogni Paese. Si corre sui 1600 metri e la partenza è con autostart. Nel 2019 vinse Vincent SM, castrone baio di 6 anni, con in sulky Mario Minopoli jr. Come detto, si disputerà anche il G.P città di Napoli. Altra gara di Gruppo 1, dedicata a cavalli indigeni di tre anni. La distanza da percorrere è 2100 metri e anche qui si parte con autostart. Vincitore nel 2019 Axl Rose, maschio baio, con in sulky Alessandro Gocciadoro. Giornata da segnare in rosso per l’ippodromo partenopeo e per i binomi che parteciperanno. Diretta su UnireTV.

Hanno collaborato Alessio Cattaneo, Tommaso Palazzo, Carolina Camata, Biagio Vaira, Simone Girotti, Giacomo Civino, Aldo Coletta, Simone Cappelli, Marco D’Onorio, Marco Ferraris.

La Redazione
Account redazionale Twitter: @vitasportivait Instagram: @vita.sportiva

Comments

La tua opinione è preziosa

Login/Sign up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: