Astri NascentiNuoto

Astri Nascenti nel Nuoto: Thomas Ceccon verso Tokyo 2021

0

“Astri Nascenti” volge lo sguardo al futuro raccontando la storia dei giovani più promettenti del panorama internazionale. Particolare attenzione ai nomi meno noti al grande pubblico, con la speranza che la loro carriera possa spiccare il volo.

Classe 2001, Thomas Ceccon è una delle grandi promesse del nuoto italiano. Potenziale punta di diamante della nazionale del futuro ha già fatto vedere di che pasta è fatto a livello giovanile. Durante questa pandemia, Ceccon si è messo alle spalle l’esame di maturità, un ostacolo molto grande per qualsiasi adolescente.

Ma ora è chiamato a raggiungere la maturità anche in acqua, Tokyo 2021 è alle porte, si spera, ed è lecito per Ceccon sognare in grande.

Il giovane veneto si è fatto notare presto per i suoi successi, a livello nazionale e a livello internazionale. Un palmares giovanile composto da molte medaglie preziose, record europei e mondiali. Un programma gare molto vasto che va dai 100 metri dorso e arriva ai 200 e 400 misti, passando per i 100 e 200 stile libero, 100 rana e staffette 4×100 m stile e miste.

//www.instagram.com/embed.js

Il percorso verso Tokyo però non sarà così denso, la maturità passa anche da lì, dalla scelta, insieme con il suo allenatore Alberto Burlina, delle gare su cui focalizzarsi per poter sfruttare al meglio le sue caratteristiche.

Il focus sarà sui 100 dorso, la gara che più gli appartiene e che dice più gli piace. I 100 dorso sono la gara in cui può dire qualcosa in più. È la gara in cui ha già dimostrato di essere maturo, vincendo, non a caso, il titolo italiano durante il Trofeo Settecolli 2020 con un tempo molto interessante in quella che passerà alla storia come una stagione del tutto unica.

Nel suo programma verso le Olimpiade asiatiche, tornano anche i 200 misti, su cui può ricominciare a concentrarsi con maggiore attenzione ora che ha un anno in più per prepararsi e non avrà altri impegni come la scuola.

Ceccon non nasconde di strizzare un po’ l’occhio anche ai 100 stile libero, la gara regina del nuoto. La lista dei concorrenti su questa distanza è di altissimo spessore, e il successo individuale su questa distanza sembra altamente improbabile senza una preparazione specifica, ma in vista di una staffetta, chissà che non possa farci sognare in un futuro neanche troppo lontano.

La stagione 2020-2021 sarà la chiave di svolta non solo per Thomas Ceccon, che ha le Olimpiadi nel mirino, ma per tutte le giovani promesse che ora hanno un anno in più per affermarsi nel mondo dei grandi e raggiungere quel sogno a cinque cerchi tanto ambito.

Immagine in evidenza: ©DeepBlueMedia/Federnuoto

Flavia Festa

Comments

La tua opinione è preziosa

Login/Sign up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: