Ciclismo

Guida al Tour de France 2020: la presentazione delle 22 squadre

0

L’edizione numero 107 del Tour de France prenderà il via da Nizza sabato 29 agosto e salvo imprevisti legati all’emergenza Covid-19, terminerà a Parigi domenica 20 settembre.

Sarà una corsa inedita, un po’ per la collocazione nel calendario, un po’ per il percorso che prevede fin da subito tappe di montagna e una sola prova contro il tempo alla penultima tappa con la cronoscalata a La Planche des Belles Filles.

Di seguito una presentazione delle formazioni al via, tra obiettivi alla partenza e possibili sorprese. Per la startlist completa vi rimandiamo anche al thread sulla nostra pagina twitter.

AG2R La Mondiale

Squadra: Romain Bardet 🇫🇷, Mikaël Cherel 🇫🇷, Benoît Cosnefroy 🇫🇷, Pierre Latour 🇫🇷, Oliver Naesen 🇧🇪, Nans Peters 🇫🇷, Clément Venturini 🇫🇷, Alexis Vuillermoz 🇫🇷.

Capitano: Romain Bardet
Cacciatori di tappe: Pierre Latour, Nans Peters, Benoît Cosnefroy, Clément Venturini
Obiettivi di squadra: vittorie di tappa e classifica scalatori

In questo mese l’AG2R sta vivendo una sorta di rivoluzione interna. Dopo l’accordo con Citroen come co-sponsor dal 2021, la squadra transalpina si è mossa molto vivacemente sul mercato, con acquisti di grande caratura (Van Avermaet e Jungels su tutti) ma anche importanti cessioni, tra cui proprio il capitano Romain Bardet. Cambiano anche i piani del team nella corsa di casa: per quest’anno nessuna ambizione di classifica, si va a caccia di successi parziali e, perché no, di bissare il primo posto nella classifica scalatori. Accanto alla maglia a pois della passata edizione, spazio alla generazione scalpitante (Latour, Peters e Cosnefroy). Nelle frazioni pianeggianti invece da non sottovalutare Venturini, in gran forma.

Astana Pro Team

Squadra: Miguel Angel Lopez 🇨🇴, Hugo Houle 🇨🇦, Omar Fraile 🇪🇸, Gorka Izagirre 🇪🇸, Ion Izagirre 🇪🇸, Alexey Lutsenko 🇰🇿, Luis Leon Sanchez 🇪🇸, Harold Tejada 🇨🇴

Capitano: Miguel Angel Lopez
Cacciatori di tappe: Omar Fraile, Alexey Lutsenko, Luis Leon Sanchez
Obiettivi di squadra: top-5 GC

Esordio al Tour per Miguel Angel Lopez. Un punto a favore e uno a sfavore del colombiano riguardo al percorso: sicuramente avvantaggiato dalla quasi assenza di cronometro, tuttavia scarseggiano le grandi altitudini, dove solitamente sa esaltarsi. Numerosi elementi al cospetto del 26enne sudamericano, a partire dai fratelli Izagirre, tenendo in considerazione anche chi potrebbe alzare le braccia nelle caratteristiche tappe da fuga bidone, su tutti gli spagnoli Omar Fraile (a secco di successi proprio dal luglio 2018) e Luis Leon Sanchez (fresco campione nazionale). Gradi di vice-capitano sulle spalle di Lutsenko, chiamato al banco di prova nelle più impegnative salite in vista del suo futuro da professionista.

Bahrain-McLaren

Squadra: Mikel Landa 🇪🇸, Pello Bilbao 🇪🇸, Wout Poels 🇳🇱, Matej Mohoric 🇸🇮, Sonny Colbrelli 🇮🇹, Damiano Caruso 🇮🇹, Marco Haller 🇦🇹, Rafael Valls 🇪🇸

Capitano: Mikel Landa
Cacciatori di tappe: Pello Bilbao, Matej Mohoric, Sonny Colbrelli
Obiettivi di squadra: Podio classifica generale, vittorie di tappa

Si presentano ai nastri di partenza come una delle squadre più complete, con l’obiettivo principale di supportare il capitano Mikel Landa nel tentativo di salire finalmente sul podio del Tour de France. Al suo servizio ci saranno corridori con grande esperienza per questo tipo di lavoro come Pello Bilbao (più un piano B che un gregario), Damiano Caruso, Wout Poels e Rafael Valls. Per gli arrivi allo sprint il nostro Sonny Colbrelli ha vinto il duello con Mark Cavendish e potrà contare sul lavoro di Marco Haller. Completa la formazione Matej Mohoric, battitore libero che proverà a conquistare qualche successo di tappa nelle frazioni più movimentate.

Bora-Hansgroe

Squadra: Emanuel Buchmann 🇩🇪, Felix Großschartner 🇦🇹, Lennard Kämna 🇩🇪, Gregor Mühlberger 🇦🇹, Daniel Oss 🇮🇹, Lukas Pöstlberger🇦🇹, Peter Sagan 🇸🇰, Maximilian Schachmann 🇩🇪

Capitano: Emanuel Buchmann
Cacciatori di tappe: Peter Sagan
Obiettivi di squadra: classifica a punti

Da un anno a questa parte la formazione tedesca è progredita a vista d’occhio. Il quarto posto ottenuto da Buchmann alla precedente edizione del Tour ne è la dimostrazione, e a conferma di ciò sono già arrivati 11 successi a stagione in corso. Detto ciò, apparirebbe paradossale insinuare che le speranze di classifica siano ridotte al lumicino, tuttavia i dirigenti hanno deciso di presentarsi al via con un terzetto di scalatori (Buchmann, Schachmann e Mühlberger) non ancora completamente guariti dai rispettivi infortuni. Una grande sfortuna da una parte, dato che rappresentano i tre migliori uomini sulla carta al momento, ma anche un grosso rischio, siccome l’imprevisto al Tour si nasconde sempre dietro l’angolo. Resta comunque la grande stella Peter Sagan, a caccia dell’ottava maglia verde in nove anni.

CCC Team

Squadra: Alessandro De Marchi 🇮🇹, Simon Geschke 🇩🇪, Jan Hirt 🇨🇿, Jonas Koch 🇩🇪, Michael Schar 🇨🇭, Matteo Trentin 🇮🇹, Greg Van Avermaet 🇧🇪, Ilnur Zakarin 🇷🇺.

Capitano: Ilnur Zakarin
Cacciatori di tappe: Greg Van Avermaet, Matteo Trentin, Alessandro De Marchi
Obiettivi di squadra: Piazzamento in top10, 2/3 vittorie di tappa

La CCC presenta una formazione con molte punte ed una buona qualità di base, pur senza un vero capitano in grado di lottare per un obiettivo concreto. Ilnur Zakarin sarà l’uomo per la classifica generale, per lui un piazzamento in top10 sarebbe più che valido. Andranno a caccia di tappe nelle frazioni di montagna Jan Hirt (che potrebbe curare anche la generale) e Simon Geschke, mentre Greg Van Avermaet, Matteo Trentin e Alessandro De Marchi saranno protagonisti nelle tappe più movimentate. Completano la lineup Jonas Koch e Michael Schar, gregari con il compito di controllare la corsa in favore del capitano di giornata.

Cofidis

Nicolas Edet 🇫🇷, Jesus Herrada 🇪🇸, Christophe Laporte 🇫🇷, Guillaume Martin 🇫🇷, Simone Consonni 🇮🇹, Anthony Perez 🇫🇷, Elia Viviani 🇮🇹, Pier-Luc Perichon 🇫🇷

Capitano: Elia Viviani
Cacciatori di Tappe: Jesus Herrada e Guillaume Martin
Obiettivi di squadra: Vittoria di Tappe e Classifica a punti

L’uomo di punta della squadra francese è il velocista italiano Elia Viviani che cercherà di spuntarla negli sprint e tenterà di impensierire Sagan nella lotta alla maglia verde.
Nelle volate potrà contare sul aiuto di Simone Consonni e Cristphe Laporte, stupisce la mancanza del uomo di fiducia Fabio Sabatini
Nelle tappe più dure la squadra francese punterà su Jesus Herrada e Guillaume Martin per andare alla ricerca di una vittoria di tappa.

Deceuninck-Quick Step

Squadra: Julian Alaphilippe 🇫🇷, Kasper Asgreen 🇩🇰, Sam Bennett 🇮🇪, Remi Cavagna 🇫🇷, Tim Declerq 🇧🇪, Dries Devenyns 🇧🇪, Bob Jungels 🇱🇺, Michael Morkov 🇩🇰

Capitano: Julian Alaphilippe
Cacciatori di tappe: Sam Bennett, Bob Jungels
Obiettivi di squadra: classifica a punti

Sam Bennett per le volate, Julian Alaphilippe per tutto il resto.
Si potrebbe riassumere così la squadra belga al Tour, uno dei migliori “treni” per le tappe con arrivo allo sprint. Tutti sono pronti infatti a lanciare Bennett verso la vittoria, con il velocista irlandese che è tra i favoriti per la classifica a punti. Si è mostrato in ottima forma nelle due corse a tappe che ha disputato dalla ripresa della stagione: Vuelta a Burgos e Tour de Wallonie con una vittoria di tappa in entrambe.
Alaphilippe, invece, dalla ripresa ha partecipato alla Milano Sanremo (fantastica prestazione, secondo dietro Wout van Aert) al Giro del Delfinato e al campionato francese (terzo). La condizione è buona e dallo staff riferiscono che “per Julian sarà veramente difficile ripetere le prestazioni della scorsa edizione, ma allo stesso tempo non è necessario farlo. Valuteremo con lui giorno dopo giorno”.
Tra gli altri attenzione a Jungels, Asgreen e Cavagna che potranno essere tra i protagonisti nelle tappe mosse. Inoltre Morkov sarà l'”ultimo uomo” di Bennett, Devenyns il “luogotenente” di Alaphilippe, Declerq sarà in testa al gruppo a macinare chilometri.

EF Pro Cycling

Squadra: Alberto Bettiol 🇮🇹, Hugh Carthy 🇬🇧, Sergio Higuita 🇨🇴, Jens Keukeleire 🇧🇪, Daniel Martinez 🇨🇴, Neilson Powless 🇺🇸, Rigoberto Uran 🇨🇴, Tejay van Garderen 🇺🇸.

Capitano: Rigoberto Uran
Cacciatori di tappe: Alberto Bettiol, Jens Keukeleire
Obiettivi di squadra: Classifica generale

In casa EF si lavora per Uran, ma il capitano colombiano non è sembrato in grande forma nell’unica uscita post-Covid, il Giro del Delfinato, solo la seconda corsa disputata del 2020 dopo il Giro di Colombia a Febbraio (58esimo nella generale).
La strada probabimente farà salire di grado i due connazionali di Uran: Higuita che quest’anno ha conquistato il Giro di Colombia e la classifica giovani della Parigi Nizza, ma è sembrato meno brillante al Giro del Delfinato, a differenza di Martines che quella corsa l’ha vinta dopo i ritiri dei big della Jumbo Visma e del Team Ineos che lo precedevano fino all’ultima tappa nella generale.
Bettiolo e Keukeleire li potremmo osservare all’attacco, mentre Carthy e Powless debuttano nella Grande Boucle, i quali potranno contare su qualche consiglio di Tejay Van Garderen (nono Tour per lui).

Groupama-FDJ

Squadra: William Bonnet 🇫🇷, David Gaudu 🇫🇷, Stefan Kung 🇨🇭, Mathieu Ladagnous 🇫🇷, Valentin Madouas 🇫🇷, Rudy Molard 🇫🇷, Thibaut Pinot 🇫🇷, Sebastien Reichenbach 🇨🇭

Capitano: Thibaut Pinot
Cacciatori di tappe: David Gaudu
Obiettivi di squadre: Classifica generale

Una squadra costruita attorno a Pinot e alle sue ambizioni di classifica. Dopo il triste abbandono della scorsa edizione per un infortunio alla gamba, il corridore francese ci riproverà quest’anno. Dopo il Giro del Delfinato abbiamo avuto la conferma che la gamba c’è, con la sensazione che ci sono ancora margini di miglioramento durante le tre settimane. Quest’ultime hanno dato spesso problemi a Pinot e sarà un altro ostacolo da superare, per tutti, ma ancor più per lui.
Potrà comunque contare su una squadra interamente al suo servizio, a partire dal fedelissimo Reichenbach e i tre connazionali Gaudu, Madouas, Molard, armi preziose in salita. A scortarlo nel gruppo, invece, ci penseranno Kung, Bonnet e Ladagnous.

Lotto Soudal

Squadra: Steff Cras 🇧🇪, Jasper De Buyst 🇧🇪, Thomas De Gendt 🇧🇪, John Degenkolb 🇩🇪, Caleb Ewan 🇦🇺, Philippe Gilbert 🇧🇪, Roger Kluge 🇩🇪, Frederik Frison 🇧🇪

Capitano: Caleb Ewan, Philippe Gilbert
Cacciatori di tappe: Philippe Gilbert, Thomas De Gendt, John Degenkolb
Obiettivi di Squadra: Vittoria di tappe

Nessun’ambizione di classifica generale per la squadra belga, che presenza una formazione che andrà a caccia del maggior numero di tappe possibili. Due i capitani “di fatto”, a partire dal velocista australiano Caleb Ewan, secondo alla Milano-Torino di quest’anno. L’esperto Philippe Gilbert avrà carta bianca alla ricerca di un successo personale, che arricchirebbe il suo importante palmares. John Degenkolb rappresenta l’alternativa in volata a Caleb Ewan. Nelle tappe di montagna attenzione a Thomas De Gendt, alla ricerca della fuga vincente.

Mitchelton-Scott

Squadra: Adam Yates 🇬🇧, Sam Bewley 🇳🇿, Esteban Chaves 🇨🇴, Christopher Juul-Jensen 🇩🇰, Jack Bauer 🇳🇿, Mikel Nieve 🇪🇸, Luka Mezgec 🇸🇮, Daryl Impey 🇿🇦

Capitano: Adam Yates
Cacciatori di tappe: Mikel Nieve, Daryl Impey
Obiettivi di squadra: Successi di tappa

La squadra australiana si presenta a questo Tour de France senza particolari ambizioni di classifica, schierando una formazione in grado cercare il successo in diverse tappe, soprattutto di montagna. Il capitano, Adam Yates, libero da vincoli troppo ambiziosi, può cercare un prestigioso successo quando la strada sale. Al suo fianco ci sarà anche il colombiano Esteban Chaves, capace di vincere tappe a Giro d’Italia e Vuelta; un successo al TDF è l’unico mancante nei Grand Tour. Da non sottovalutare l’esperto Nieve, gregario di lusso ma capace anche di cercare gloria personale.
Per le volate, il DS Matt White farà affidamento allo sloveno Luka Mezgec.

Movistar Team

Squadra: Dario Cataldo 🇮🇹, Imanol Erviti 🇪🇸, Enric Màs 🇪🇸, Nelson Oliveira 🇵🇹, José Joaquín Rojas 🇪🇸, Marc Soler🇪🇸, Alejandro Valverde 🇪🇸, Carlos Verona 🇪🇸.

Capitano: in coabitazione Valverde e Mas
Cacciatori di tappe: Marc Soler, Dario Cataldo
Obiettivi di squadra: top10 classifica generale, classifica a squadre.

La Movistar si presenta all’inizio del Tour con una squadra profondamente rinnovata rispetto alle ultime stagioni: via Landa e Quintana, dentro Mas e più responsabilità a Soler, reduce dal nono posto all’ultima Vuelta. Collante delle diverse edizioni, il sempreverde Don Alejandro Valverde, 40 anni, ma ancora una voglia matta di incidere sia in ogni singola tappa che nella generale. Unzué ha costruito una squadra “esperta”, età media di 32 anni e mezzo quasi, per supportare Mas, al suo primo Tour da capitano, che comunque andrà alla caccia della quarta classifica a squadre negli ultimi 5 anni. Da valutare anche il ruolo del terzo torero, Soler, se semplice gregario, corridore da fughe importanti, alternativa alla generale o proprio uomo classifica sin dalle prime tappe.
Ma la domanda è un’altra: la Movistar correrà di squadra o, come al solito, ognuno per sé?

NTT Pro Cycling

Squadra: Giacomo Nizzolo 🇮🇹, Domenico Pozzovivo 🇮🇹, Michael Valgren 🇩🇰, Ryan Gibbons 🇿🇦, Edvald Boasson Hagen 🇳🇴, Max Walscheid 🇩🇪, Michael Gogl 🇦🇹, Roman Kreuziger 🇨🇿

Capitano: Giacomo Nizzolo
Cacciatori di tappe: Edvald Boasson Hagen, Michael Valgren, Roman Kreuziger
Obiettivi di squadra: Aggiudicarsi più volate possibili

Nei finali delle tappe pianeggianti vedremo un treno blu nelle prime posizioni del plotone e sarà quello della NTT Pro Cycling, costruita intorno al velocista Giacomo Nizzolo, che potrà fare affidamento su due ruote veloci quali Ryan Gibbons e Max Walscheid. Non è da escludere che questi ultimi possano giocarsi le loro carte in caso di passaggio a vuoto del neocampione italiano. L’altro azzurro presente nella formazione sudafricana sarà un ritrovato Domenico Pozzovivo, che vorrebbe lasciare il segno in una tappa di montagna. Vietato sottovalutare atleti del calibro di Boasson Hagen e Roman Kreuziger, entrambi alla decima partecipazione alla corsa francese. Durante il video di presentazione della squadra, il Team Principal Doug Ryder ha affermato che saranno 12 le tappe in cui gli uomini della sua squadra potranno lasciare il segno.

Team INEOS

Squadra: Egan Bernal 🇨🇴, Andrey Amador 🇨🇷, Richard Carapaz 🇪🇨, Jonathan Castroviejo 🇪🇸, Michał Kwiatkowski 🇵🇱, Luke Rowe 🇬🇧, Pavel Sivakov 🇷🇺, Dylan Van Baarle 🇳🇱.

Capitano: Egan Bernal
Cacciatori di tappe: –
Obiettivi di squadra: ottavo Tour negli ultimi nove anni.

Dave Brailsford ha fatto una scelta ben precisa: dentro chi dà più garanzie nelle tre settimane in base allo stato di forma ad una settimana dall’inizio della Grand Boucle.
Fuori i vari Froome e Thomas (cinque Tour in due, quattro il kenyano bianco) e dentro Carapaz e Sivakov. In altre parole: tutti per Egan. Sì, perché se il colombiano campione uscente è uno dei due favoriti per il successo finale, è vero anche che nelle ultime settimane è stato tormentato dal mal di schiena. Quindi la scelta dell’ecuadoriano e del russo è anche una sorta di piano B e C in caso di forfait di Bernal. Ad ogni modo squadra clamorosa, forse la meglio assortita e complementare ad 8 componenti mai creata prima. Amador, Castroviejo, Rowe e Van Baarle a faticare in pianura, a cronometro e in salita per i tre moschettieri e Kwiatkowski pronto a ritagliarsi qualche momento di gloria nonostante il ruolo da gregario.

Team Jumbo-Visma

Squadra: Tom Dumoulin 🇳🇱, Primoz Roglic 🇸🇮, Amund Grøndahl Jansen 🇳🇴, Tony Martin 🇩🇪, Robert Gesink 🇳🇱, Wout Van Aert 🇧🇪, George Bennett 🇳🇿, Sepp Kuss 🇺🇸

Capitano: Primoz Roglic, Tom Dumoulin
Cacciatori di tappe: Wout Van Aert
Obiettivi di squadra: Vincere il TDF

Non è ancora confermata la presenza del campione sloveno Primoz Roglic, da molti considerato il favorito numero uno per questo Tour de France. Infatti, la brutta caduta subita durante il Giro del Delfinato ha messo in dubbio la sua partecipazione alla corsa francese. La formazione olandese, già costretta a rinunciare a Steven Kruijswijk, può comunque contare su un altro uomo da classifica del calibro di Tom Dumoulin, vincitore di un Giro d’Italia (2017) e tappe in tutti e tre i GT. Gregario di lusso, con qualche possibilità di vittoria di tappa, sarà George Bennett, che ha già ottenuto un successo al Gran Piemonte e un secondo posto al Lombardia quest’anno. Gli occhi saranno puntati anche su uno dei corridori più in forma del momento, il belga Wout Van Aert, capace di vincere Strade Bianche e Milano-Sanremo nel giro di una settimana.

Team Sunweb

Squadra: Søren Kragh Andersen 🇩🇰, Nikias Ardnt 🇩🇪, Tiesj Benoot 🇧🇪, Cees Bol 🇳🇱, Marc Hirschi 🇨🇭, Joris Nieuwenhuis 🇳🇱, Casper Pedersen 🇩🇰, Nicolas Roche 🇮🇪

Capitano: Cees Bol
Cacciatori di tappe: Nicolas Roche, Marc Hirschi, Tiesj Benoot
Obiettivi di squadra: successi di tappa

Con le esclusioni di Keldermann e Oomen per la classifica generale e soprattutto di Michael Matthews per la maglia verde, il Team Sunweb si presenta al via del Tour con una formazione molto variegata ma senza un vero capitano. L’uomo di punta sarà verosimilmente Cees Bol, velocista 25enne che sfruttando una concorrenza non irresistibile potrebbe ritagliarsi qualche soddisfazione negli arrivi allo sprint. Tiesj Benoot e Nicolas Roche proveranno a infilarsi nella fuga buona mentre molta attenzione a Marc Hirschi, campione del mondo under 23 a Innsbruck nel 2018 e talento ancora tutto da scoprire. Merita una menzione anche Søren Kragh Andersen, specialista delle prove contro il tempo che in questa edizione si troverà senza il suo terreno preferito.

 

Trek-Segafredo

Squadra: Niklas Eg 🇩🇰, Kenny Elissonde 🇫🇷, Bauke Mollema 🇳🇱, Mads Pedersen 🇩🇰🌈, Richie Porte 🇦🇺, Toms Skuijins 🇱🇻, Jasper Stuyven 🇧🇪, Edward Theuns 🇧🇪

Capitano: Richie Porte
Cacciatori di Tappe: Bauke Mollema e Mads Pedersen
Obiettivi di squadra: Podio della classifica generale e vittorie di Tappe

Il capitano della Trek Segafredo per il Tour de France 2020 sarà Richie Porte che tenterà un piazzamento sul podio della Grand Boucle fino ad ora sfuggitogli a causa di numerosi infortuni e di una scarsa propensione a mantenere la forma nel corso delle tre settimane.
L’ Australiano sarà affiancato da Bauke Mollema che gli sarà al suo fianco nelle tappe più dure ma che avrà anche ‘licenza di uccidere’ per portarsi a casa qualche succceso di tappa.
Il campione del mondo Mats Pedersen potrebbe dire la sua nelle volate a ranghi ristretti o nei finali che presentano uno strappo violento.

UAE-Team Emirates

Squadra: Fabio Aru 🇮🇹, Vegard Stake Laengen 🇳🇴, Alexander Kristoff 🇳🇴, Davide Formolo 🇮🇹, David de la Cruz 🇪🇸, Tadej Pogačar 🇸🇮, Jan Polanc 🇸🇮, Marco Marcato 🇮🇹.

Capitano: Fabio Aru (de iure), Tadej Pogačar (de facto).
Cacciatori di tappe: Davide Formolo, Jan Polanc
Obiettivi di squadra: top10 classica generale (minimo), almeno 3 tappe.

La squadra guidata da Beppe Saronni si presenta in griglia di partenza come una delle più pericolosa su tutti i fronti. Hanno un capitano per le volate, un uomo da fughe importanti e uno, forse due, per la classifica generale. Se Kristoff avrà dalla sua tutta la squadra per le tappe pianeggianti e Formolo sarà la scheggia impazzita in tutte le tappe di media e alta montagna, dimostrando la sua predisposizione alle gare di un giorno piuttosto che a curare la generale, i gradi di capitano per la generale se li spartiranno Aru (in ripresa ma ancora lontano dalla sua forma migliore) e Pogačar, con lo sloveno nettamente favorito a curare la classifica per la sua brillantezza, sfrontatezza e gioventù.

Team Total Direct Energie

Squadra: Niccolò Bonifazio 🇮🇹, Lilian Calmejane 🇫🇷, Jerome Cousin 🇫🇷, Fabien Grellier 🇫🇷, Romain Sicard 🇫🇷, Geoffrey Soupe 🇫🇷, Anthony Turgis 🇫🇷, Mathieu Burgaudeau 🇫🇷

Capitano: Nicolò Bonifazio
Cacciatore di Tappe: Lillian Calmejane
Obiettivi di squadra: Vittorie di Tappe

Il capitano della formazione francese sarà il velocista italiano Nicolò Bonifazio che cercherà di potare a casa una vittoria di tappa, in suo aiuto come ultimo uomo ci sarà Geoffrey Soupe.
Nelle tappe più dure proverà a dire la sua Lillian Calmejane che punterà anche un piazzamento nella classifica della maglia a Pois

B&B Hotels-Vital Concept

Squadra: Cyril Barthe 🇫🇷, Bryan Coquard 🇫🇷, Jens Debusschere 🇧🇪, Cyril Gautier 🇫🇷, Quentin Pacher 🇫🇷, Maxime Chevalier 🇫🇷, Kevin Reza 🇫🇷, Pierre Rolland 🇫🇷

Capitani: Bryan Coquard e Pierre Roland
Cacciatori di tappe: Cyril Gautier, Pierre Rolland
Obiettivi di squadra: Vittoria di tappa

Gli uomini di punta della formazione sarannò Bryan Coquard e Pierre Roland.
Il primo tenterà di dire la sua nelle tappe con un arrivo allo sprint mentre Rolland tenterà la vittoria nelle tappe più impegnative magari partendo con una fuga da lontano.

Team Arkéa Samsic

Squadra: Nairo Quintana 🇨🇴, Warren Barguil 🇫🇷, Winner Anacona 🇨🇴, Kevin Ledenois 🇫🇷, Dayer Quintana 🇨🇴, Diego Rosa 🇮🇹, Clément Russo 🇫🇷, Connor Swift 🇬🇧

Capitano: Nairo Quintana
Cacciatori di tappe: Warren Barguil
Obiettivi: podio a Parigi con Quintana, Barguil alla caccia di alcune tappe e della maglia a pois.

Chissà se l’aver cambiato aria avrà giovato al piccolo scalatore colombiano, ormai da anni relegato a comprimario tra le fila della Movistar. È vero anche che prima del lockdown Quintana è stato il più brillante di tutti e ciò lasciava presagire ad un Tour da protagonista, ma la botta subita al ginocchio i primi giorni di luglio gli ha bloccato la ripresa e la conseguente forma è risultata precaria. Non sembra preoccupare più di tanto però la squadra francese che gli ha costruito una formazione su misura con il fratello Dayer, il nostro Diego Rosa e soprattutto Warren Barguil a fargli da luogotenenti. Barguil stesso ha dichiarato di puntare anche a qualche successo parziale e di replicare la maglia a pois già vinta nel 2017.

Israel Start-Up Nation

Squadra: André Greipel 🇩🇪, Ben Hermans 🇧🇪, Hugo Hofstetter 🇫🇷, Daniel Martin 🇮🇪, Krists Neilands 🇱🇻, Guy Niv 🇮🇱, Nils Politt 🇩🇪, Tom Van Asbroeck 🇧🇪.

Capitano: Daniel Martin
Cacciatori di tappe: André Greipel, Nils Politt
Obiettivi di squadre: vittorie di tappa

La squadra di Kyell Carlström, direttore generale della formazione israeliana, debutta al Tour de France con chiari obiettivi. Proveranno a prevalere nelle volate con Greipel (11 vittorie al TDF) e Hofstetter (all’esordio in un Grande Giro), nelle tappe piu mosse con Politt ed Hermans, entrambi adatti al profilo di piu frazioni di questa edizione, e in montagna con Daniele Martin, recuperato in extremis dopo una frattura composta alla vertebra sacrale S3 al Giro del Delfinato. L’irlandese ad inizio 2020 aveva fatto ben sperare con buoni piazzamenti, ma dopo la ripresa è sembrato meno convincente.
Infine come non citare la prima storica partecipazione di un israeliano al Tour de France, si tratta di Guy Niv. Un altro piccolo, ma importante step per il ciclismo israeliano.

Hanno collaborato Luca Montanari (@Luca_Monta_), Marco d’Onorio (@Laemmedimarco), Giuseppe Greco (@realpeppons), Davide Bottarelli (@BottaDavide), Lorenzo Ropa (@Lorenzo85757821) e Simone Girotti (@simonegirotti).

La Redazione
Account redazionale Twitter: @vitasportivait Instagram: @vita.sportiva

Comments

La tua opinione è preziosa

Login/Sign up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: