Football Americano

I nuovi New England Patriots di Cam Newton

0

I New England Patriots si sono presentati alla nuova stagione con tante incognite, dall’addio a Tom Brady agli opt-out fino all’arrivo di Cam Newton, ma con un’unica certezza, Bill Belichick, storico head-coach della franchigia del Massachussetts. 

Tom Brady con la maglia dei Tampa Bay Buccaneers – Twitter – ©NFL

L’addio del quarterback ha chiuso un ciclo durato ben 20 anni, reso indimenticabile dai SuperBowl e i premi individuali vinti. L’assenza di TB è una di quelle che difficilmente rimane incolore, l’immagine del periodo vincente dei Pats e il suo carisma rimarranno sempre impressi nella squadra di Foxborough. 

Dopo l’ufficialità della decisione di Tom, si pensava che Jarrett Stidham ottenesse finalmente la promozione a QB titolare, pronto a prendere le redini della squadra di attacco dei Patriots. Era molto più di un’idea, anche se non aveva convinto molti tifosi del team rossoblu. In seguito al draft, si erano sviluppate le voci, senza fondamento, di un probabile arrivo di Rodgers, cui era impossibile formulare un’offerta concreta, a cause di asset e salary cap. Sfumata, per così dire, l’ipotesi che portava al veterano di Green Bay, è arrivato un fulmine a ciel sereno, quello di Cam Newton. L’ex faro dell’attacco dei Panthers ha lasciato la franchigia di Carolina dopo 9 stagioni, dove ha vinto un NFC Championship e il premio di MVP nel 2015. 

Il contratto dimostra la voglia di entrambe le parti di stupire. Da una parte Cam dovrà far vedere di essere ancora un gran quarterback, dopo l’infortunio al piede patito la scorsa stagione; dall’altra la voglia di vincere senza TB, dimostrare che era il sistema Pats ad essere vincente. L’accordo tra le parti prevede un salario base di circa un milione, che potrà arrivare fino ai 7.5 milioni lordi. Il giocatore avrà diritto a un sostanzioso conguaglio per ogni turno dei play-off superato ed a un bonus per ogni partita giocata, la partecipazione al Pro Bowl ed la nomina all’interno dell’All-Pro.

Dal punto di vista tattico, l’ex pick n.1. del draft del 2011 rappresenta un ottimo fit per il sistema di BB, basato su brevi lanci, proprio dello stile del neo-arrivato. La nuova variabile è rappresentata dalle corse del talento ex Auburn Tigers, che potranno costituire, come dimostrato nei primi due match stagionali, una potente, e inaspettata, arma per l’attacco dei Pats. Infatti, nelle prime partite, ha realizzato ben 4 rushing touchdown. Già, nel debutto con la nuova maglia, ha corso 64 yd, mai percorse da nessun quarterback in una singola partita nella storia della franchigia del Foxborough. 

La grafica delle “corse” di Cam Newton, dopo la sconfitta con i Seattle Seahwaks – Twitter – ©Patriots

Se il buongiorno si vede dal mattino, parrebbe un futuro radioso in quel di New England. Per entrambe le parti, un sogno di rivalsa, quello del Super Bowl. Cam, dopo la sfortunata partita con i Broncos del 2015, vorrà sicuramente tornare all’atto finale della competizione, così come i Patriots, per dimostrare che il sistema di BB  può andar avanti senza Brady. Vi erano dei dubbi sulla loro convivenza, per via del carattere estroso del quarterback, i quali sono stati spazzati via dopo le prime due partite. Sarà un fuoco di paglia, o è partito un nuovo ciclo? Al tempo la risposta. 

Immagine in evidenza: Twitter – ©Patriots

Mirko Guarducci
Mi piacciono gli sport di squadra: calcio, NBA e NFL, con un occhio agli sport motoristici.

Comments

La tua opinione è preziosa

Login/Sign up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: