MotomondialeMotori

La (momentanea) caduta di un Re

0

La MotoGP non ci aveva abituato, lui non ci aveva abituato. Marc Marquez, il Re della classe regina del motomondiale, è caduto ed è caduto male. Dolorante, sofferente, in difficoltà per la prima volta in un regno in cui lui è il numero uno indiscusso e indiscutibile ormai da anni. E anche per questo, non può passare inosservata la rimonta furiosa a dir poco straordinaria che a seguito del primo errore – a proposito, come caspita hai fatto a tenerla in pista Marc? – lo ha visto protagonista e fatto balzare dal sedicesimo al terzo posto in una decina di giri.

Gli altri piloti, per intenderci, sembravano immobili in pista rispetto al fuoriclasse spagnolo. Il motivo? Semplice: Marc, da quando ha debuttato in MotoGP, ha alzato notevolmente l’asticella battendo davvero tutti, da Jorge Lorenzo a Valentino Rossi fino a Daniel Pedrosa ma anche Andrea Dovizioso, riscrivendo letteralmente la storia del motomondiale.

Marc Marquez fuori pista dopo un salvataggio mozzafiato. ©SkySportMotoGP, Twitter

Tuttavia, comunque, vige una regola non scritta nello sport come nella vita: chi troppo vuole, nulla stringe. E al GP di Jerez, purtroppo, Marc l’ha pagata a caro prezzo e ha lasciato la corsa senza la sua corona cucita addosso nonostante, ci teniamo a ribadirlo, una superiorità dimostrata in pista a dir poco disarmante durante la gara spagnola, anche rispetto a ‘El Diablo’, Fabio Quartararo, splendido vincitore della corsa iberica. Ma le gare sono anche questo purtroppo, e il fuoriclasse di Cervera è così tornato a casa con tanta delusione e l’omero destro rotto, l’operazione è avvenuta nella giornata di ieri.

Una sola è la domanda che tanti appassionati si pongono in queste ore: quando tornerà in pista l’otto volte campione del mondo? Difficile dirlo, impossibile fare previsioni al momento.

Certo è che tutti ci siamo presi un grande spavento nel vederlo cadere e faticare a rialzarsi. Anzi, proprio non ce lo aspettavamo. Ma i grandi campioni, si sa, sono abituati a questo genere di cose. Ed è probabile, anzi sicuro, che Marc non sarà da meno. Tornerà presto e senza paura a far ciò che sa fare meglio: farci divertire.

 

Immagine in evidenza: © SkySportMotoGP, Twitter

Christian Camberini

Comments

La tua opinione è preziosa

Login/Sign up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: