Pallavolo

Volley femminile: riparte il campionato delle “Ragazze Terribili”.

0

“Dove eravamo rimasti?”. Il quesito, citazione tristemente celebre di Enzo Tortora, è tra quelli più ricorrenti in questi ultimi mesi. Per quanto riguarda il volley femminile, ci eravamo lasciati alle soglie di una primavera che avrebbe dovuto darci i verdetti definitivi della stagione 2019-2020. Invece il COVID-19 ha sconvolto tutto e sono rimasti non assegnati sia lo Scudetto che la Champions League. La scia della brusca interruzione si ripercuote anche sul campionato che sta per ripartite, che passa da 14 a 13 squadre con una sola retrocessione. Perse Filottrano e Caserta, è stata ripescata soltanto Trentino.

L’antipasto stagionale è stato la Supercoppa di un paio di settimane fa, che ci ha detto soprattutto una cosa: Imoco Conegliano è ancora nettamente la più forte! Le ragazze di coach Santarelli hanno probabilmente ancora più rabbia in corpo. Bloccate sul più bello l’anno scorso, quando sembravano poter aggiungere Scudetto e Champions ai tre trofei già conquistati – Mondiale per Club, Coppa Italia e Supercoppa Italiana – sembrano intenzionate a riprovare e vincere tutto. Il roster è cambiato pochissimo: persa Indre Sorokaite, sono state inserite la schiacciatrice statunitense McKenzie Adams e la diciannovenne centrale azzurra Sarah Fahr. Per una squadra con Egonu, De Gennaro, Wolosz, Sylla, Hill, Folie, De Kruijf, lo Scudetto sembra l’obiettivo minimo, la vera grande sfida sarà l’assalto alla prima Champions della società veneta.

 

Alle spalle di Conegliano una serie di formazioni che proveranno ad emergere per contenderle il titolo. La più pronta sembra ancora Busto Arsizio, seconda in campionato al momento dello stop e finalista in Supercoppa alla ripresa. Coach Fenoglio, arrivato da Bergamo, non ha trovato la palleggiatrice Alessia Orro, ma potrà godere di nuovi acquisti importanti come la centrale serba Stevanovic e la bombardiera dello scorso torneo, l’opposto Camilla Mingardi. Busto potrà inoltre contare ancora sull’esperienza e la classe di Francesca Piccinini. Piccola rivoluzione in casa Igor Gongonzola Novara, dove sono arrivati proprio da Busto coach Lavarini, la schiacciatrice Britt Herbots e la centrale Haleigh Washington. Mantenuti i punti fermi Hancock e Chirichella, altri nuovi acquisti sono Malwina Smarzek e Caterina Bosetti. Cambio di guida tecnica anche per la Savino del Bene Scandicci, dove la panchina è stata affidata a Massimo Barbolini. Con lui si è trasferita da Novara anche Megan Courtney. Sarà importante valutare il rientro dal lungo stop di Lucia Bosetti e la crescita delle giovani Malinov, Pietrini, Stysiak e Lubian.

Proveranno a inserirsi nella lotta per il vertice almeno un altro paio di squadre. Il valzer delle panchine ha coinvolto anche Saugella Monza e Casalmaggiore. La prima si è affidata a Marco Gaspari ed ha accolto due acquisti importanti: la palleggiatrice della Nazionale Alessia Orro e l’opposto olandese Lise Van Hecke, molto positiva a Cuneo nella scorsa stagione. La seconda avrà in panchina Carlo Parisi, che dovrà fare a meno di Caterina Bosetti ma potrà puntare sull’opposto brasiliano Montibeller, proveniente da Perugia, e sulla schiacciatrice bulgara Vasileva, ex Novara. A Casalmaggiore è tornata anche la palleggiatrice statunitense Carli Lloyd. Qui apriamo una parentesi.

Recentemente Casalmaggiore ha annunciato sui propri profili social la gravidanza della pallavolista americana, scatenando commenti poco edificanti dai soliti discutibili personaggi che popolano il web. Senza dare troppo spazio a chi non lo merita, fa piacere segnalare, invece, la presa di posizione di varie colleghe a sostegno di Carli Lloyd, con Carlotta Cambi prima a farsi sentire pubblicamente.

 

Proprio la palleggiatrice toscana, a caccia di una maglia azzurra per Tokyo, è tra i volti nuovi di quella che si candida a essere una delle rivelazioni della stagione, il Bisonte Firenze. Insieme a lei sono arrivate giocatrici già messesi in evidenza in Supercoppa: Yvon Belien, Anastasia Guerra e Terry Enweonwu. Proprio come Firenze, puntano a sorprendere Chieri, che si affida ancora all’opposto belga Kaja Grobelna, e Bartoccini Perugia, che ha perso Montibeller ma ha inserito a roster Helena Havelkova e Serena Ortolani.

Proveranno a non essere da meno anche formazioni che appaiono ridimensionate dai movimenti di mercato. Zanetti Bergamo, che ha perso l’opposto Smarzek, Millennium Brescia che ha visto partire Camilla Mingardi, e Bosca S.Bernardo Cuneo, che ha salutato Van Hecke e Cambi. Dovrà pensare alla salvezza la ripescata Delta Despar Trentino, squadra interamente composta da giocatrici italiane, per lo più giovani o con esperienza soprattutto in serie minori.

Quello che partirà sabato 19 settembre sarà un campionato interessante per diversi aspetti, nonostante la lotta al titolo appaia quasi scontata. Sarà il campionato che ci porterà verso i Giochi Olimpici di Tokyo, per questo seguiremo con ancora maggiore attenzione le azzurre. I palazzetti, almeno inizialmente, continueranno a rimanere tristemente chiusi al pubblico. Le partite saranno visibili in streaming su LVF TV e in televisione su Raisport, che anche quest’anno trasmetterà l’anticipo del sabato sera. L’augurio è quello di riuscire a divertirsi, e questa volta fino in fondo.

Vincenzo Bruno
Laureato in Lingue e Letterature Moderne, nato a Palermo nel 1983, vive a Isola delle Femmine, piccola località costiera alle porte del capoluogo siciliano. Aspirante insegnante e appassionato di sport, letteratura e storie, nella sua pagina Instagram “Gente di Sport” alimenta l’amore per la scrittura facendovi convergere spesso le sue più grandi passioni. Due suoi racconti brevi, Notti Bianche e La Prima Volta, sono stati inseriti nella raccolta Pausa caffè: letteratura espressa, pubblicata da Prospero Editore nel 2016.

Comments

La tua opinione è preziosa

Login/Sign up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: