Padel

World Padel Tour: si aprono le danze!

0

 

Anche quest’anno riparte il circuito di tornei più prestigioso e sfidante della stagione padelistica: il World Padel Tour (WPT). Un circuito professionistico che vede sfidarsi i giocatori più forti al mondo, in una serie di tornei che, con varie formule che vedremo più avanti, toccano più tappe e che si concludono con un Master Final a fine anno. Il Master non segna solo l’incoronazione delle coppie più forti, ma anche un momento in cui si tirano un pò le somme di quelli che sono stati i migliori giocatori, con conferme, poche sorprese e qualche defaillance.

Il 2022 segna però un’altra grande novità per questo sport, che si conferma essere quello più in crescita su scala globale: il World Padel Tour, non sarà più l’unico circuito di riferimento, ma sarà affiancato dal nuovo circuito nato dalla collaborazione tra la Federazione Internazionale Padel (FIP), l’Associazione Giocatori Professionisti e la Qatar Sports Investments di Nasser Al Khelaifi, già proprietario del Paris Saint Germain, che partirà a fine marzo da Doha per fare 10 tappe in due anni.

Reus Costa Daurada Open 2022

© World Padel Tour

Ma torniamo al WPT e alla stagione che si è aperta con l’Open di Miami e proseguirà con l’Open di Reus.
Il WPT nasce nel 2013 anch’esso dalla collaborazioni di più operatori: gli organizzatori, l’associazione dei giocatori professionisti (AJPP) e l’associazione femminile di padel spagnola (AFEP).
Il circuito è attualmente gestito da una società che ne stabilisce le regole assicurando e garantendo che i parametri di qualità richiesti vengano rispettati, così come i premi per i giocatori che partecipano al circuito.
I tornei del WPT si sviluppano secondo un calendario che prevede 15-20 tappe l’anno più, appunto, un Master finale in cui si affrontano le migliori coppie nel ranking, dopo aver terminato la stagione. Anche nella categoria femminile il numero dei tornei, che negli anni passati era più basso, si è arrivati allo stesso numero di tornei della categoria maschile.
In termini di ranking, solo nel giugno 2019, tramite un accordo tra il WPT e la FIP si è arrivati a un’unica classificazione per le due categorie, maschile e femminile.
Dal 2020 anche l’Italia ha la sua tappa del WPT, il Sardegna Open che si disputa a Cagliari.
Il Circuito si sviluppa secondo un calendario con formule diverse.

 

Calendario 2022

Challenger: sono i tornei meno prestigiosi del circuito e servono principalmente per permettere ai giocatori meno forti di guadagnare punti e avanzare nel ranking. Di solito le coppie più forti non prendono parte a questo tipo di competizione.

Open e Master: gli Open, sono tornei aperti a tutti in cui, nel tabellone principale, vediamo i giocatori più forti al mondo. Meno numerosi sono i tornei Master che, tuttavia, danno più punti rispetto a un torneo Open.

Master Final: è un torneo esclusivo, il più prestigioso, a cui possono partecipare solo i migliori 16 giocatori della stagione (8 coppie), stabiliti in base a una classifica che tiene conto solo dei risultati dei tornei Open e Master.

Il 2022 vedrà 23 tappe oltre al Master Final di Madrid, che si disputeranno principalmente in Spagna, ma che toccheranno vari paesi tra cui Francia, Belgio, Svezia, Medio Oriente, Stati Uniti, Sud America e ovviamente l’Italia, con il Sardegna Open a Settembre.
Un calendario che conferma l’enorme successo e l’espansione del padel a livello globale.

Tabellone Maschile
Dal punto di vista agonistico, la coppia da battere saranno ancora LeBron e Galàn con Di Nenno e Navarro che vorranno difendere la posizione consolidata lo scorso anno e punteranno a detronizzare la coppia spagnola. Da non sottovalutare il duo Gutierrez-Tapia, un connubio di esperienza e freschezza. Sempre uno spettacolo ammirare l’ormai 42enne Belasteguin, un vero veterano della gabbia in coppia con l’astro nascente Arturo Coello.

Tabellone femminile
L’anno 2021 si è chiuso con un dominio assoluto della coppia Salazar-Triay, che parte ancora super favorita e non propensa a cedere la vetta del ranking mondiale.
Saranno probabilmente le trionfatrici del Master Finàl di Madrid Ariana Sanchez e Paula Josemaria le più accreditate a togliere lo scettro al duo spagnolo.

E l’Italia?

Ancora oggi rimane grande il divario tra giocatori spagnoli e italiani. Se la cavano meglio le donne che, tra le prime 100 del ranking, possono vantare giocatrici del calibro di Carolina Orsi, Giulia Sussarello, Chiara Pappacena, Giorgia Marchetti e Carlotta Casali, che occupano le primissime posizioni della classifica italiana.
Proprio la tappa di Miami ha visto la presenza di ben 5 giocatrici italiane qualificate nel tabellone principale, sebbene tutte eliminate al primo turno.

Giorgia Marchetti

© Giorgia Marchetti

Con queste premesse si prefigura una stagione avvincente per cui vale la pena di seguirci per rimanere aggiornati su tutte le novità.

VS su Telegram

Vanessa Ghergo

Comments

La tua opinione è preziosa

Login/Sign up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: