Fanta VS

FantaVS: consigli e probabili formazioni per la 6a giornata

0

Primo turno infrasettimanale della stagione e prima ansia da turnover. Si sa, per gli amanti del calcio rivedere la Serie A in campo dopo pochi giorni dal weekend è una ventata di aria buona. Non la pensano allo stesso modo i fantallenatori, che potrebbero vedere i propri pupilli rifiatare. La sesta giornata di Serie A che ci apprestiamo a vivere si apre con Inter – Fiorentina, match più interessante dell’intero turno. La Juventus ospiterà il Bologna, il Napoli aprirà le porte del San Paolo al Parma, mentre la Roma all’Olimpico cercherà il ritorno alla vittoria nel derby contro il Frosinone; il Milan sarà invece di scena in Toscana contro l’Empoli.

 

INTER vs FIORENTINA, martedì ore 21

Dopo una vittoria all’ultimo respiro in casa della Sampdoria i nerazzurri ospitano a San Siro la Fiorentina, unica squadra in grado di segnare più di un gol alla Spal.

Probabili formazioni

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, De Vrij, Asamoah; Gagliardini, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Icardi.

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Gerson; Chiesa, Simeone, Pjaca.

I nostri consigli

Brozovic, uomo decisivo a Marassi, non va lasciato fuori, il suo estro e le sue invenzioni potranno mandare il tilt la difesa della Fiorentina. Un altro nome forte per l’Inter e senza dubbio Mauro Icardi: l’argentino ancora a secco di gol in questo campionato, ha voglia di sbloccarsi e farlo davanti ai suoi tifosi sarebbe perfetto. Meno consigliato è D’Ambrosio, gli esterni tutta corsa e dribbling della Fiorentina potrebbero metterlo in difficoltà. Un altro nome a cui rinunciare è Gagliardini, potrebbe soffrire la fisicità di Veretout e Benassi e andare in difficoltà.
Nella viola l’uomo in più è Chiesa, reduce da una partita, quasi, perfetta contro la SPAL, il baby fenomeno vorrà dare spettacolo anche a Milano e l’accoppiamento difensivo potrà premiarlo. Milenkovic, a segno contro i Ferraresi, si può mettere così come Pezzella, che difficilmente sbaglia queste partite. Simeone potrebbe soffrire con Skriniar e De Vrij, meglio lasciarlo fuori se avete una valida alternativa.

UDINESE vs LAZIO, mercoledì ore 19

Entrambe le squadre vengono da una vittoria e hanno iniziato il campionato secondo le aspettative, considerando il calendario. L’Udinese sta trovando continuità, cosa che lo scorso campionato è mancata per fare il salto di qualità: questa deve essere una stagione di rivincita dopo anni di mediocrità con lo spettro della Serie B sempre dietro l’angolo nonostante la rosa che, seppur povera di talenti nostrani, è sempre parsa competitiva quantomeno per una salvezza tranquilla. La Lazio invece, dopo le sconfitte alle prime due contro Napoli (1-2) e Juventus (0-2), pare aver rialzato la testa: anche se la fase realizzativa non sembra al pari della stagione scorsa (con un Luis Alberto ancora non in condizione), i biancocelesti hanno avuto la meglio su Frosinone, Empoli e Genoa mantenendosi al passo con la zona Champions.

Probabili Formazioni

UDINESE (4-3-3): Scuffet; Larsen, Nuytinck,Troost-Ekong, Samir; Fofana, Behrami, Mandragora; Machis/Pussetto, Lasagna, De Paul

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Wallace/Caveresti, Acerbi, Bastos; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic/Durmisi; Luis Alberto; Immobile

I nostri consigli

Venendo da un buon periodo, non è una cattiva idea schierare i perni di questa Udinese: in prima linea mettiamo Rodrigo De Paul, vero e proprio trascinatore, ma fruttuoso può essere anche puntare su Lasagna (che è tornato al gol). Da evitare Machis (in caso giocasse), che ancora non sembra essersi ambientato nel calcio italiano. Ha bisogno di tempo. Nella Lazio vale la solita regola: da mettere il blocco offensivo Alberto-Immobile. Meglio fare a meno, invece, di Wallace.

ATALANTA vs TORINO, mercoledì ore 21

In questa giornata infrasettimanale si sfidano due squadre in cerca di rivalsa. Da una parte l’Atalanta, reduce da un buon pareggio a San Siro contro il Milan ma che complessivamente non vive un bel periodo di forma : un punto contro i rossoneri non basta per cancellare le ultime settimane disastrose per gli uomini di Gasperini. Dall’altra parte il Torino, reduce da una brutta sconfitta in casa contro gli uomini di Carlo Ancelotti: non è bastato il ritorno al gol del Gallo Belotti per garantire ai granata dei punti contro il Napoli. Due squadre in cerca di equilibrio per provare a riprendersi un posto in Europa.

Probabili formazioni

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini/Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Castagne/Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Rigoni/Pasalic, Gomez, Zapata/Barrow.

TORINO (3-5-2): Sirigu; Moretti, N’Koulou, Izzo; De Silvestri/Berenguer, Meité, Soriano, Baselli, Aina; Zaza, Belotti.

I nostri consigli

Nei padroni di casa occhio ai ballottaggi: Gasperini è apparso molto in confusione a causa della rosa molto lunga, e potrebbero rifiatare in molti. In difesa Masiello potrebbe dire la sua in casa, mentre a centrocampo Freuler garantisce più sicurezze di De Roon. Zapata parte favorito, e potrebbe tornare al gol. Occhio al Papu: possibile turno di riposo per lui, visto il colpo preso a San Siro.
Nei granata Belotti si schiera contro tutti e tutto, mentre è sconsigliatissima la difesa: troppi errori contro il Napoli, e fuori casa non ci fidiamo troppo. Meité é una grande sorpresa e va premiato, mentre le fasce potrebbero soffrire le incursioni di Gosens e Castagne (o Hateboer).

CAGLIARI vs SAMPDORIA, mercoledì ore 21

Cinque punti in cinque partite per il Cagliari, che nel turno infrasettimanale ospiterà una Sampdoria nervosa per aver perso al 94’ contro l’Inter. Si prospetta un match delicato per i sardi, che molto probabilmente dovranno ancora fare a meno del loro bomber livornese, Pavoletti.

Probabili formazioni

CAGLIARI (4-3-1-2) : Cragno; Faragó, Romagna, Klavan, Padoin; Castro, Bradaric, Barella; Joao Pedro (Ionita); Farias, Sau (Cerri).

SAMPDORIA (4-3-1-2) : Audero; Bereszinski, Tonelli (Colley), Andersen, Murru; Barreto, Ekdal (Praet), Linetty (Jankto); Ramirez; Defrel, Quagliarella (Kownacki).

I nostri consigli

Per i padroni di casa puntate su Barella e Joao Pedro, gli unici in grado di portare bonus. Evitare Cragno e i due difensori centrali. Nel blucerchiati fiducia a Tonelli, oltre che ai due davanti. Evitare Praet, non ancora al 100% della condizione.

GENOA vs CHIEVO, mercoledì ore 21

Allo stadio Marassi il Genoa ospiterà il Chievo in un match che si preannuncia combattuto, con i padroni di casa leggermente favoriti, ma con i clivensi che sono obbligati a fare punti per sperare in una salvezza resa difficile dalla penalizzazione ricevuta in classifica. Gli ultimi tre precedenti fra le due squadre sono in perfetta parità, con 1 vittoria per parte ed 1 pareggio.

Probabili formazioni

GENOA (3-4-1-2) : Marchetti; Biraschi, Spolli, Zukanovic; Gunter (Lazovic), Romulo, Hiljemark (Sandro), Criscito; Bessa; Kouame (Medeiros), Piatek.
CHIEVO (4-3-2-1) : Sorrentino; Cacciatore, Tomovic, Rossettini, Barba; Rigoni (De Paoli), Radovanovic, Hetemaj (Obi); Giaccherini, Birsa; Stepinski.

I nostri consigli

Per il grifone i nostri consigli non possono che andare sul capocannoniere della Serie A, il Lewandowski “Italiano”, Piatek. Consigliato anche Criscito. Per il Chievo consigliati Stepinski, Giaccherini, mentre Birsa potrebbe rifiatare. Da evitare Sorrentino e Hiljemark.

JUVENTUS vs BOLOGNA, mercoledì ore 21

Cinque vittorie in cinque partite finora per la Juventus, che conta di proseguire questo filotto anche nel turno infrasettimanale. Il Bologna, reduce dalla sontuosa vittoria contro la Roma, cercherà di dire la sua, con mister Inzaghi a caccia di punti contro la sua ex squadra (da calciatore).

Probabili formazioni

JUVENTUS (3-5-2): Perin; Barzagli, Bonucci, Benatia; Cancelo, Can (Pjanic), Bentancur, Matuidi, Bernardeschi; Cristiano Ronaldo, Dybala

BOLOGNA (4-4-2): Skorupski; Mbaye, De Maio, Danilo, Dijks; Mattiello, Nagy, Dzemaili, Krejci; Falcinelli, Destro

I nostri consigli

Arriverà la prima Joya di Dybala? Molto probabile, visto l’avversario e considerata la spinta del pubblico dello Stadium. Dunque dategli ancora una volta fiducia. Da evitare Rodrigo Bentancur. Il Bologna farà una partita ultradifensiva, quindi non ci sentiamo di consigliare alcun giocatore. Da evitare Skorupski e i due centrali difensivi.

NAPOLI vs PARMA, mercoledì ore 21

Il Napoli ha finalmente cominciato a giocare bene e il 3-1 rifilato al Torino ne è la dimostrazione. Ancelotti ruota continuamente i giocatori, in modo da farli sentire tutti partecipi del gruppo e tale strategia inizia a dare i suoi frutti. Il Parma è reduce da due vittorie consecutive, contro Inter e Cagliari, e può godere di un Gervinho in ottima forma.

Probabili formazioni

NAPOLI (4-4-2): Ospina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Verdi, Allan, Ruiz, Zielinski; Milik, Insigne

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Dimarco; Rigoni, Stulac, Barillà; Gervinho, Inglese, Di Gaudio

I nostri consigli

Lorenziello Insigne è al top della forma e dell’entusiasmo e sta trascinando il Napoli partita dopo partita. Dopo il gol al Torino, Ancelotti è intenzionato a riproporre dal primo minuto Simone Verdi e lo stesso dovreste fare voi. Evitabili Hysaj Mario Rui, visti i dirimpettai. Tra loro infatti c’è Gervinho, che vorrà continuare la sua inarrestabile corsa iniziata contro il Cagliari. Attenzione anche alla dura legge dell’ex, con Roberto Inglese desideroso di farsi rimpiangere. Sepe è meglio lasciarlo fuori, così come Iacoponi.

ROMA vs FROSINONE, mercoledì ore 21

All’Olimpico è una Roma che deve ritrovarsi dopo il k.o in Champions e la sorprendente sconfitta contro il Bologna.
Dall’altro lato il Frosinone ha sfiorato l’impresa di fermare la Juventus e cercherà di contenere anche le avanzata giallorosse per conquistare punti salvezza importanti.

Probabili formazioni

ROMA (4-3-3) Olsen, Florenzi, Juan Jesus, Kolarov, Cristante, Nzonzi, Pastore, Under, Shick(Dzeko), Elsha

FROSINONE (3-5-2) Sportiello, Goldaniga, Salamon, Capuano, Zampano, Chibsah, Halfreedson, Cassata, Molinaro, Perica, Campbell

I nostri consigli

Per i padroni di casa occhio a Schick se dovesse veramente essere titolare, poi da schierare assolutamente El Shaarawy. Evitabile Juan Jesus. Per gli ospiti da evitare in blocco la difesa.

SPAL vs SASSUOLO, giovedì ore 19

Battuta d’arresto per la SPAL, che può comunque guardare dall’alto le sue dirette avversarie per l’obiettivo salvezza. Corre invece il Sassuolo, che nell’ultimo turno ha steso l’Empoli al Mapei Stadium.

Probabili formazioni

SPAL (3-5-2): Gomis; Cionek, Simic, Felipe; Lazzari, Kurtic, Valdifiori, Valoti, Costa; Paloschi (Petagna), Antenucci

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Magnani, Ferrari, Rogerio; Bourabia, Magnanelli, Sensi; Berardi, Babacar, Di Francesco

I nostri consigli

Tra i ferraresi sono senza dubbio da schierare Kurtic ed Antenucci: il primo perchè il Sassuolo ha mostrato il fianco diverse volte agli inserimenti dei centrocampisti; il capitano della Spal invece è un bomber di razza, tra l’altro rigorista, e dunque non va silurato. Da evitare Felipe e Pippo Costa. Nei neroverdi la punta dovrebbe essere Babacar, visto che Boateng è acciaccato. Da schierare quindi l’ex viola, mentre lasciate fuori capitan Magnanelli.

EMPOLI vs MILAN, giovedì ore 21

Toscani che arrivano a questo match dopo una brutta sconfitta contro il Sassuolo, che non ha portato solo una perdita di punti ma anche delle squalifiche importanti.
Per questa partita non sarà infatti disponibile Zajic che attualmente era l’uomo più in forma dei toscani.
Buon momento invece del Milan che dopo il trionfo in europa league, riesce però a strappare un solo punto in casa contro l’Atalanta in una gara dalle mille emozioni.

Probabili formazioni

EMPOLI (4-3-1-2) Terraciano, Di Lorenzo, Maietta, Silvestre, Veseli, Bennacer, Capezzi, Brighi, Krunic, La Gumina, Caputo

MILAN (4-3-3) Donnarumma Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez, Kessie, Biglia, Bonaventura, Suso, Higuain, Chalanoglu

I nostri consigli

Per i padroni di casa dentro il solito Caputo, mentre è da evitare Maietta. Tra gli ospiti non si può lasciare fuori questo Higuain, accompagnato dal solito Suso. Fra i rossoneri non c’è un non schierabile, se non Biglia che può portere qualche malus.

La Redazione
Account redazionale Twitter: @vitasportivait Instagram: @vita.sportiva

Comments

La tua opinione è preziosa

Login/Sign up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: