CalcioTifo da VS

Tifo da VS – I cori del Manchester United, la storia presa dai tifosi

0

I tifosi sono l’anima di ogni sport. La passione che esprimono si può veramente considerare un’aggiunta di energia ai protagonisti in campo. In tifo da Vita Sportiva presentiamo proprio loro, l’anima dello sport, in ogni suo aspetto.


Il Manchester United ha una tifoseria tra le più calde e uniche al mondo. E i loro cori dimostrano tutta la loro conoscenza e il loro amore per il club. Da questi si possono vedere molti aspetti del tifo e del calcio in generale, e poi molti sono divertenti. Nel calcio, in generale, l’Inghilterra è quella che ha fatto i passi più in avanti nell’aspetto della tifoseria. I loro tifosi sono i più apprezzati di tutta Europa per il loro comportamento e il loro sostegno. Si gasano quando vincono, sostengono i giocatori quando si pareggia e gli incoraggiano quando perdono. Tutto senza barriere a dividerli dal campo dentro lo stadio.

Tutta la loro passione e la loro storia si vede nei cori. Perché i cori prendono le canzoni, le filastrocche e i motivetti popolari trasformandoli in incoraggiamento e nuove strofe per i propri beniamini. I primi cori, in realtà, erano più per la squadra in sé e per “intimidire” gli avversari, poi si sono individualizzati, rispecchiando un po’ l’andamento generale del calcio, uno sport che nel tempo si è concentrato più sui giocatori e meno sulle squadre. Questo ha fatto in modo di celebrare molto di più le cosiddette “bandiere”: quei giocatori che rimangono nello stesso club molto a lungo o per tutta la carriera.

Manchester united, la sua storia cantata negli spalti e nei pub
Il Manchester United è una delle squadre simbolo del calcio Inglese, la prima Inglese a vincere la Coppa dei Campioni, e con un tifo sfrenato in quel fortino chiamato Old Trafford: uno degli stadi più belli del mondo. Guardando solo ai loro Stadium chants si può intravedere la loro storia e quella del club ed è quello che si vedrà in seguito
TAKE ME HOME, UNITED ROAD

Casa dolce casa. E la casa dei  Red Devils, i diavoli rossi del Manchester United è l’Old Trafford. In ogni partita da metà degli anni 70’, sulle note di Take me Home, Country road di John Denver, i tifosi cantano questa canzone per prepararsi alle partite:

Take me home, United Road,

To the place I belong,

To Old Trafford,

To see United,

Take me home, United Road

 

Portami a casa, strada United,

nel posto dove appartengo,

nell’Old Trafford,

a vedere lo United,

portami a casa, strada United

 

I SEE THE STRETFORD END ARISING

 

I see the Stretford End arising,

I see trouble on the way,

Don’t go out tonight,

Unless you’re red and white,

I see there’s trouble on the way…

 

Vedo lo Stretford End insorgere,

ci sono problemi nella via,

non uscire stasera,

a meno che tu non sia rosso bianco,

ci sono problemi nella via…

 

Stretford End è l’imponente curva Nord dell’Old Trafford. Non è un impianto normale, al posto di avere più livelli, la curva è un unico muro rosso che intimorisce ogni presente. Questo coro rende l’idea, cantato da 14mila persone anche di più, sotto le note di Bad moon rising – Creedence Clearwater degli anni 80’.

E tutto parte da lì, dallo stadio, l’emblema del club. Il luogo di ritrovo del tifo. Omaggiarlo è giusto come omaggiare il club stesso, anche in trasferta. Come questo coro particolare che si rispolvera ogni anno nel periodo natalizio sulle note di Jingle Bells:

JINGLE BELLS – UNITED WIN AWAY

 

 Jingle bells, jingle bells,

Jingle all the way,

Oh what fun it is to see,

United win away – oh!

 

Le campane suonano, le campane suonano,

suonano per tutta la via,

Oh quanto è bello vedere,

Lo United vincere in trasferta – Oh!

 

Tifare la propria squadra spesso è anche sinonimo di schernire le avversarie. Questo però ci da l’idea di chi sono gli avversari principali, come in kicking a Blue. Potete immaginare di chi parli?

KICKING A BLUE

 We fought in France,

We fought in Spain,

We fought in the sun

And we fought in the rain.

We took the Kop and Chelsea too

But what we like most is kicking a blue,

Kicking a blue,

Kicking a blue,

But what we like most is kicking a blue,

Kicking a blue…

 

Abbiamo lottato in Francia,

abbiamo lottato in Spagna,

abbiamo lottato sotto il sole e

abbiamo lottato sotto la pioggia.

Abbiamo preso la Kop e il Chelsea

ma quello che ci piace di più è

prendere a calci un blu,

prendere a calci un blu,

ma ciò che ci piace di più è

prendere a calci un blu…

 

Questo coro conferma che gli acerrimi rivali del Manchester United sono i cugini, i blues di Manchester City. Le altre due citate sono il Chelsea di Londra e il Liverpool con la loro famosissima curva: la Kop.

Le tifoserie organizzate, come le conosciamo adesso sono nate negli anni 70’, quando l’attaccamento ai club era molto forte, così come ai propri allenatori, veri e propri leader e trascinatori. Ora, invece, l’attenzione sembra essersi spostata sui giocatori. Questo si nota anche nella differenza di quantità di corsi tra due degli allenatori che hanno fatto la storia del Manchester United: Matt Busby e Sir Alex Ferguson. Busby è stato il leader della squadra che, negli anni 60’-70’, ha condotto il Man UTD alla prima vittoria della coppa dei campioni e sul tetto del mondo. Quella di George Best e Bobby Charlton. Sir Alex Ferguson ha condotto il Manchester United al periodo più vincente della storia, dal 1986 al 2013, eppure ha molti meno cori dedicati rispetto a Busby.

WE ARE ON THE MARCH WITH FERGIE’S ARMY

We’re on the march with Fergie’s army,

We’re all going to Wembley,

And we’ll really shake em up

when we win the FA Cup,

Cos United are the greatest football team…

 

Siamo in marcia con l’armata di Fergie,

Andremo tutti a Wembley,

e li solleveremo davvero

quando vinceremo la FA Cup,

perché siamo la miglior squadra di calcio…

 

Sulla sinistra un giovane Sir Alex Ferguson, sulla destra Sir Matt Busby

CALYPSO

Manchester, Manchester United,

A bunch of bouncing Busby Babes,

They deserve to be knighted!

If ever they are playing in your town,

You must get to that football ground,

Take a lesson come and see,

Football taught by Matt Busby…

 

Manchester, Manchester United,

Un Gruppo di ragazzi di Busby balzanti,

Meritano di essere fatti cavalieri!

Se verranno mai a giocare nel tuo paese,

devi raggiungere quel campo,

prendi parte a una lezione, vieni e osserva

il calcio insegnato da Matt Busby…

 

MATT BUSBY’S ACES

Oh, me lads,

You should have seen em coming,

Fastest team in the League,

Just to see em running,

All the lads and lasses,

With smiles upon their faces,

Walking down the Warwick Road

To see Matt Busby’s aces…

 

Oh, ragazzi miei,

avreste dovuto vederli arrivare,

squadra più veloce nella lega,

appena visti correre,

tutti i ragazzi e le ragazze,

con il sorriso sul volto,

camminano lungo Warwick Road

a vedere i super ragazzi di Busby…

 

50 YEARS AGO

50 years ago,

A team laid in the snow,

Battered and bloodied and

some of them died,

Some of them survived,

Charlton and Matt Busby

Took us to Wembley,

We beat Benfica and we won the cup,

All those years ago…

 

50 anni fa,

una squadra giaceva nella neve,

a pezzi  e sanguinante e

alcuni morirono,

alcuni sopravvissero,

Charlton e Matt Busby

ci portarono a Wembley,

abbiamo battuto il Benfica e vinto la coppa,

tutti quegli anni fa…

 

Warwick Road è la strada che sfocia nell’Old Trafford, che si riempie di tifosi in ogni gara casalinga. Invece il coro qui sopra è stato creato nel 2018 per i 50 anni dalla prima vittoria europea del Manchester United, nel 1968. 10 anni prima c’era stato l’incidente aereo a Monaco di Baviera che lasciò la squadra decimata. I due sopravvissuti più noti furono Matt Busby e Bobby Charlton, capitano dei diavoli rossi e dell’Inghilterra campione del mondo 1966.

Dagli anni 90’ in poi i protagonisti sono stati i giocatori, forse anche per questo Sir Alex Ferguson è stato menzionato meno nei cori. Si parte da George Best (idolo indiscusso di intere generazioni) ai giocatori più rappresentativi dei primi anni duemila, fino a citare pure i giocatori che non hanno lasciato segno così duraturo.

SPIRIT OF GEORGIE BEST

 

Going on up to the spirits in the sky,

It’s where I wanna go when I die.

When I die and you lay me to rest,

I wanna go on the piss

with Georgie Best…

 

Andando su verso lo spirito del cielo,

è dove andrò quando morirò.

E quando morirò e mi metteranno a riposare,

Andrò a sbocciare

con Georgie Best…

 

Sulle note di Spirit in the sky di Norman Greenbaum, i tifosi celebrano uno dei personaggi più controversi del panorama inglese. Calciatore con classe sopraffina, ribelle sia in campo che fuori e soprannominato il quinto Beatle. È diventato una delle icone del movimento giovanile inglese, pur non volendolo…

RYAN GIGGS DOWN THE WING

Ogni volta che Ryan Giggs partiva in proggressione sulla fascia (molto spesso)

Ryan Giggs, Ryan Giggs,

Running down the wing,

Ryan Giggs, Ryan Giggs,

Running down the wing,

 

Ryan Giggs, Ryan Giggs

correndo giù nella fascia

 

ODE TO A GREAT IRISHMAN

Sulla canzone popolare americana dell’800: When Johnny comes marching home di Patrick Gilmore la Stretford End ha dedicato questo per il suo Irlandese preferito:

When Johnny goes marching down the wing,

O’Shea, O’Shea,

When Johnny goes marching down the wing,

O’Shea, O’Shea,

When Johnny goes marching down the wing,

The Stretford end will f*cking sing,

We all know that Johnny is gonna score…

 

Quando Johnny marcia nella fascia

O’Shea, O’Shea,

Quando Johnny marcia nella fascia,

O’Shea, O’Shea,

Quando Johnny marcia nella fascia,

la Stretford End canterà,

tutti sappiamo che Johnny segnerà…

 

NEVILLE NEVILLE

Neville Neville, You’re future’s immense,

Neville Neville, You play in defence,

Neville Neville, Like Jacko you’re bad,

Neville Neville, Is the name of your dad.

 

il vostro futuro è immenso,

voi giocate in difesa,

come Jacko siete cattivi,

È il nome di vostro padre.

 

Phil e Gary Neville sono i due fratelli difensori che hanno giocato assieme per molti anni. E Neville neville era il nome completo di loro padre.

 

HE GOES BY THE NAME OF WAYNE ROONEY

I saw my mate the other day,

He said to me he saw the white Pele,

So I asked, who is he?

He goes by the name of Wayne Rooney,

Wayne Rooney, Wayne Rooney,

He goes by the name of Wayne Rooney…

 

Ho visto un amico l’altro giorno,

Mi ha detto che ha visto il Pelé bianco,

Quindi gli ho chiesto, chi è?

Il suo nome è Wayne Rooney,

Wayne Rooney, Wayne Rooney,

il suo nome è Wayne Rooney…

 

La tifoseria del Manchester United è una delle più creative, ma rispetta la storia e la tradizione del club. Questo permette tramite i cori di studiarne anche la lunga storia. Ora si può confermare ancora di più: i tifosi sono l’anima del calcio.

Marko Muca

Comments

La tua opinione è preziosa

Login/Sign up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: