Calcio

Europa League 2019/20: opportunità di redenzione alla portata dell’intero continente.

0

La prima giornata di Champions League ha inaugurato la nuova stagione del calcio europeo. Se l’accoppiata serale tra martedì e mercoledì è riservata alla competizione più rinomata, come da tradizione a ritagliarsi la scena del giovedì è l’Europa League. Il torneo, giunto alla sua 49 edizione, ha visto trionfare ben 28 vincitori diversi provenienti da 11 Paesi, sottolineandone dunque l’imprevedibilità e l’equilibrio vigenti al proprio interno. Trattasi della kermesse più itinerante in assoluto: ne sono un esempio i circa 7.315 Km che separano la città più a ovest, ossia Lisbona casa dello Sporting, da quella più ad est, vale a dire Astana in Kazakistan, dimora dell’omonima squadra.

Un palcoscenico in grado di offrire anche favole sportive come quelle relative alle tre storiche debuttanti: gli austriaci del LASK Linz, provenienti dalla piccola cittadina di Pasching in Alta Austria abitata da appena 7200 abitanti, società che nel 1997 si fuse con i vicini del Linz accorpandone il nome e adottandone lo stadio, ma non i colori sociali. Sempre in territorio austriaco troviamo il Wolsfberger, prossimo avversario della Roma nel gruppo J. La terza esordiente sarà l’Oleksandriya, club ucraino che non disputerà le partite casalinghe nella sua città per rispetto delle norme UEFA che precludono la sicurezza del CSC Nika Stadium. L’impianto individuato è l’Arena Lviv di Leopoli, che i più attenti ricorderanno per aver ospitato i match dello Shakhtar Donetsk per circa quattro anni dopo la distruzione di una parte della Donbass Arena a causa delle tensioni risalenti al 2014 tra forze governative ucraine e milizia filorussa. 

Il format prevede la partecipazione di 48 squadre suddivise in 12 gironi, ciascuno con in palio due posti ai sedicesimi di finale. Ma a rimescolare le carte in tavola saranno le retrocessioni di 8 club piazzatosi terzi nei gruppi Champions. Una variabile non di poco conto come palesato in due delle ultime tre manifestazioni: rispettivamente con il Manchester United nel 2017 e con l’Atletico Madrid nel 2018, entrambi vincitori. Proprio i Red Devils, guidati dal tecnico norvegese Ole Gunnar Solskjaer, si candidano prepotentemente a rinnovare la già ricca bacheca, facendo leva sulla tradizione vincente e soprattutto su un parco giocatori di assoluta qualità. Tra cui spuntano i nomi di Paul Pogba, Marcus Rashford e Anthony Martial, che avranno il compito di rilanciare la società in direzione degli storici fasti. Restando in Inghilterra, l’Arsenal ha in programma l’ennesimo tentativo di gloria in campo internazionale, fallito lo scorso anno a Baku nella finale tutta inglese con il Chelsea. Neppure Unai Emery, specialista assoluto della categoria con ben tre successi consecutivi sulla panchina del Siviglia, che detiene inoltre il maggior numero di coppe (5), è stato in grado di interrompere il digiuno dei londinesi. Il rilevante calciomercato ha portato in dote calciatori di notevole calibro in aggiunta ai già presenti, come la coppia gol formata da Aubameyang e Lacazette.

Da quando nel 2009 il nome Coppa Uefa è stato deposto in favore del nuovo marchio, le italiane non hanno più trovato terreno fertile di successi, con l’ultimo titolo risalente addirittura al 1999 targato Parma. Il miglior risultato recente coincide infatti con il raggiungimento delle semifinali: nel 2013/14 con la Juventus e nel 2014/15 con Fiorentina e Napoli. La scarsa attitudine nel concentrare il grosso delle forze in questo impegno, giudicato fastidioso da molti dei protagonisti, rappresenta una buona percentuale delle cause di insuccesso. Roma e Lazio simboleggiano un’ulteriore possibilità di rivalsa, in quanto gestite da due ottimi allenatori praticanti di un credo calcistico propositivo in abbinamento ad un doppio roster assolutamente credibile per fare strada in Europa. Tradotto: candidatura lanciata e poco da invidiare alle altre pretendenti. Focus focalizzato in direzione dello splendido impianto da 43.615 posti dello Stadion Energa Gdansk di Danzica, costruito in occasione di Euro 2012 e futuro scenario dell’ultimo atto dell’affascinante e multiculturale Europa League 2019/20.

 

 

Immagine

Grafica del Gruppo A. ©EuropaLeague, Twitter

Siviglia

Nazione: Spagna

Stadio: Estadio Ramon Sanchez-Pizjuan

Stagione 2018/19: sesto posto in La Liga, quarti di finale in Copa del Rey

Miglior risultato: 5 titoli (2005/06, 2006/07, 2013/14, 2014/15, 2015/16)

Ultima apparizione: ottavi di finale 2018/19

Allenatore: Julen Lopetegui

La stella: Ever Banega

Formazione: (4-3-3) Vaclik; Navas, Carriço, Diego Carlos, Reguilon; Banega, Fernando, Jordàn; Ocampos, De Jong, Nolito

APOEL Nicosia

Nazione: Cipro

Stadio: GSP Stadium

Stagione 2018/19: vincitore in First Division, finale in Kypello Kyprou

Miglior risultato: ottavi di finale 2016/17

Ultima apparizione: ottavi di finale 2016/17

Allenatore: Thomas Doll

La stella: Musa Al-Taamari

Formazione: (4-5-1) Belec; Mihajlovic, Merkis, Ioannou, Joaozinho; Al-Taamari, Jakolis, Matic, Souza, Bezjak; Pavlovic

Qarabag

Nazione: Azerbaijan

Stadio: Tofiq Bahramov Stadion

Stagione 2018/19: vincitore in Premyer Liqasi, semifinale in Aserbaidschanischer Pokal

Miglior risultato: fase a gironi 2018/19

Ultima apparizione: fase a gironi 2018/19

Allenatore: Qurban Qurbanov

La stella: Abdellah Zoubir

Formazione: (4-2-3-1) Begovic; Medvedev, Sadyqov, Mammadov, Ailton; Richard, Michel; Emrell, Romero, Zoubir; Gueye

Dudelange

Nazione: Lussemburgo

Stadio: Stade Jos Nosbaum

Stagione 2018/19: vincitore in BGL Ligue, vincitore in Coupe de Luxemburg, vincitore in Coupe de la Ligue Luxemburg

Miglior risultato: fase a gironi 2018/19

Ultima apparizione: fase a gironi 2018/19

Allenatore: Emilio Ferrera

La stella: Daniel Sinani

Formazione: (4-3-1-2) Joubert; Bouchouarl, Delgado, Schnell, Kirch; Klapp, Morren, Bernier; Pokar; Sinani, Stolz

 

Immagine

Grafica del Gruppo B. ©EuropaLeague, Twitter

Dinamo Kiev

Nazione: Ucraina

Stadio: Stadio Olimpico

Stagione 2018/19: secondo posto in Prem’er-Liha, quarti di finale in Kubok Ukrainy

Miglior risultato: semifinale 2008/09

Ultima apparizione: ottavi di finale 2018/19

Allenatore: Oleksij Mychajlycenko

La stella: Viktor Tsyhankov

Formazione: (4-3-3) Bolko; Kedziora, Burda, Kadar, Mykolenko; Bulalskyl, Kadiri, Shepeliev; Tsyhankov, Rodrigues, Verbic

Copenhagen

Nazione: Danimarca

Stadio: Telia Parken

Stagione 2018/19: vincitore in Superligaen, ottavi di finale in Sydbank Pokalen

Miglior risultato: ottavi di finale 2016/17

Ultima apparizione: fase a gironi 2018/19

Allenatore: Staale Solbakken

La stella: Viktor Fischer

Formazione: (4-4-2) Grytebust; Bartolec, Bjelland, Papagiannopoulos, Boilesen; Jensen, Zeca, Stage, Thomsen; Fischer, Bendtner

Malmö

Nazione: Svezia

Stadio: Stadion

Stagione 2018: terzo posto in Allsvenskan, finale in Svenska Cupen

Miglior risultato: sedicesimi di finale 2018/19

Ultima apparizione: sedicesimi di finale 2018/19

Allenatore: Uwe Rösler

La stella: Markus Rosenberg

Formazione: (4-4-2) Dahlin; Larsson, Nielsen, Bengtsson, Safari; Christiansen, Lewicki, Innocent, Knudsen; Rosenberg, Molins

Lugano

Nazione: Svizzera

Stadio: Cornaredo

Stagione 2018/19: terzo in Super League, quarti di finale in Helvetia Coppa Svizzera

Miglior risultato: sedicesimi di finale 1995/96

Ultima apparizione: fase a gironi 2017/18

Allenatore: Fabio Celestini

La stella: Carlinhos Junior

Formazione: (3-1-4-2) Baumann; Daprelà, Kecskés, Sulmoni; Custodio; Lavanchy, Sabbatini, Rodriguez, Aratore; Holender, Carlinhos

 

Immagine

Grafica del Gruppo C. ©EuropaLeague, Twitter

Basilea

Nazione: Svizzera

Stadio: St. Jacob-Park

Stagione 2018/19: secondo posto in Super League, vincitore in Helvetia Coppa Svizzera

Miglior risultato: semifinale 2012/13

Ultima apparizione: quarti di finale 2013/14

Allenatore: Marcel Koller

La stella: Ricky van Wolfswinkel

Formazione: (4-2-3-1) Omlin; Widmer, Comert, Alderete, Riveros; Kuzmanovic, Frei; Stocker, Zuffi, Bua; van Wolfswinkel

Krasnodar

Nazione: Russia

Stadio: Stadion Krasnodar

Stagione 2018/19: terzo posto in Premier Liga, quarti di finale in Kubok Rossii

Miglior risultato: ottavi di finale 2018/19

Ultima apparizione: ottavi di finale 2018/19

Allenatore: Murad Musaev

La stella: Rémy Cabella

Formazione: (4-3-3) Safonov; Petrov, Martynovich, Ramirez, Spajic; Cabella, Kambolov, Vilhena; Wanderson, Berg, Claesson

Getafe

Nazione: Spagna

Stadio: Coliseum Alfonso Perez

Stagione 2018/19: quinto posto in La Liga, quarti di finale in Copa del Rey

Miglior risultato: quarti di finale 2007/08

Ultima apparizione: fase a gironi 2010/11

Allenatore: Josè Bordalàs

La stella: Jorge Molina

Formazione: (4-4-2) Soria; Suarez, Djene, Cabrera, Antunes; Fajr, Arambarri, Maksimovic, Kenedy; Mata, Molina

Trabzonspor

Nazione: Turchia

Stadio: Medical Park Stadyumu

Stagione 2018/19: quarto posto in Süper Lig, quarti di finale in Fortis Türkiye Kupası

Miglior risultato: ottavi di finale 1994/95

Ultima apparizione: sedicesimi di finale 2014/15

Allenatore: Ünal Karaman

La stella: Daniel Sturridge

Formazione: (4-1-4-1) Cakir; Pereira, Fernandes, Campl, Novak; Obi; Ömür, Onazi, Sosa, Nwakaeme; Sturridge

 

Immagine

Grafica del Gruppo D. ©EuropaLeague, Twitter

Sporting Lisbona

Nazione: Portogallo

Stadio: Estadio José Alvalade

Stagione 2018/19: terzo posto in Liga NOS, vincitore in Taça de Portugal Placard, vincitore in Allianz Cup

Miglior risultato: finale 2004/05

Ultima apparizione: sedicesimi di finale 2018/19

Allenatore: Marcel Keiser

La stella: Bruno Fernandes

Formazione: (4-2-3-1) Ribeiro; Rosier, Coates, Mathieu, Acuna; Wendel, Doumbia; Jesé (Bolasie), Bruno Fernandes, Vietto; Luiz Phellyphe

PSV

Nazione: Olanda

Stadio: Philips Stadion

Stagione 2018/19: secondo posto in Eredivisie, secondo turno in TOTO KNVB beker

Miglior risultato: 1 titolo (1977/78)

Ultima apparizione: sedicesimi di finale 2014/15

Allenatore: Mark van Bommel

La stella: Steven Bergwijn

Formazione: (4-2-3-1) Zoet; Dumfries, Baumgartl, Viergever, Boscagli; Hendrix, Rosario; Bruma, Pereiro, Bergwijn; Mitroglou

Rosenborg

Nazione: Norvegia

Stadio: Lerkendal Stadion

Stagione 2018: quarto posto in Eliteserien, ottavi di finale in NM-Cup

Miglior risultato: fase a gironi 2018/19

Ultima apparizione: fase a gironi 2018/19

Allenatore: Eirik Horneland

La stella: Alexander Söderlund

Formazione: (4-3-3) Hansen; Hedenstand, Reginiussen, Hovland, Melling; Jensen, Lundemo, Konradsen; Akintola, Söderlund, Adegbenro

LASK Linz

Nazione: Austria

Stadio: Linzer Stadion

Stagione 2018/19: secondo posto in Bundesliga, semifinale in ÖFB-Cup

Miglior risultato: debuttante

Ultima apparizione: debuttante

Allenatore: Valérien Ismaël

La stella: Klauss De Mello

Formazione: (3-4-3) Schlager; Wiesinger, Pogatetz, Trauner; Ranftl, Michorl, Holland, Renner; Frieser, Klauss, Goiginger

 

Immagine

Grafica del Gruppo E. ©EuropaLeague, Twitter

Lazio

Nazione: Italia

Stadio: Stadio Olimpico

Stagione 2018/19: ottavo posto in Serie A, vincitrice in Coppa Italia

Miglior risultato: finale 1997/98

Ultima apparizione: sedicesimi di finale 2018/19

Allenatore: Simone Inzaghi

La stella: Sergej Milinkovic-Savic

Formazione: (3-5-2) Strakosha; Vavro, Acerbi, Radu; Lazzari, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Correa, Immobile

La continuità di progetto e le ambizioni mai celate da parte del club biancoceleste, dovranno necessariamente trovare nell’Europa League un terreno fertile in cui coltivare i propri sogni di grandezza. La Lazio di Simone Inzaghi, dopo il deludente cammino dello scorso anno concluso ai sedicesimi di finale seppur ad opera del Siviglia, possiede infatti tutte le carte in regola per tentare l’approdo quantomeno in semifinale beneficiando magari di un sorteggio fortunato durante la fase ad eliminazione diretta. Le aquile guidate dal talento di Milinkovic-Savic e dai gol di Ciro Immobile riusciranno a spiccare il volo in campo internazionale?

Celtic

Nazione: Scozia

Stadio: Celtic Park

Stagione 2018/19: vincitore in Premiership, vincitore in SFA Cup, vincitore in Scottish League Cup

Miglior risultato: finale 2002/03

Ultima apparizione: sedicesimi di finale 2018/19

Allenatore: Neil Lennon

La stella: Scott Brown

Formazione: (4-2-3-1) Forster; Ajer, Bitton, Jullien, Bolingoli; Brown, McGregor; Forrest, Johnston, Christie; Edouard

La storia senza tempo unita alla tradizione di uno dei club più affascinanti a livello mondiale. Il Celtic, Campione di Scozia per l’ottava stagione consecutiva in cui ha raggiunto il traguardo dei 50 titoli nazionali, non vorrà certo vestire il ruolo da comparsa in Europa. La cocente eliminazione ai playoff di Champions League, arrivata in seguito al doppio confronto proprio con i rumeni del Cluj che si ritroveranno clamorosamente di fronte in questo girone, anima un evidente spirito di rivincita. Squadra compatta e battagliera che trova nel capitano Scott Brown un leader da ben 500 partite con la maglia biancoverde; da tenere d’occhio il gioiellino classe 2003 Karamoko Dembele capace in pochi anni di scalare anzitempo le categorie giovanili. Senza tralasciare l’atmosfera magica del Celtic Park, assoluto punto di forza del club di Glasgow.

Rennes

Nazione: Francia

Stadio: Roazhon Park

Stagione 2018/19: decimo posto in Ligue 1, vincitore in Coupe de France, quarti di finale in Coupe de la Ligue

Miglior risultato: ottavi di finale 2018/19

Ultima apparizione: ottavi di finale 2018/19

Allenatore: Julien Stéphan

La stella: M’Baye Niang

Formazione: (5-3-2) Mendy; Traorè, Da Silva, Gelin, Morel, Maouassa; Camavinga, Bourigeaud, Grenier; Raphinha, Niang

 

Julien Stéphan è una delle liete scoperte ereditate dall’ultima edizione per quanto riguarda le panchine. Il tecnico 39enne, tra i più promettenti in patria, è stato splendido artefice della cavalcata europea 2018/19 terminata agli ottavi di finale con l’Arsenal poi finalista. La Coupe de France sollevata al cielo di fronte al PSG e l’ottimo inizio di campionato hanno accumulato ulteriori certezze attorno a “Les Rouges et Noirs”. L’ex meteora di Milan e Torino M’Baye Niang è l’uomo da tenere d’occhio con la sua velocità ed una fase realizzativa che va migliorando rispetto al passato, affiancato al funambolo Raphinha inseguito anche dalla Fiorentina, formando così una coppia impostata per non concedere punti di riferimento; mentre il sedicenne angolano Eduardo Camavinga sta già facendo parlare di sé per un futuro da protagonista.

Cluj

Nazione: Romania

Stadio:  Dr. Constantin Rădulescu

Stagione 2018/19: vincitore in Liga 1, semifinale in Cupa Romàniei

Miglior risultato: sedicesimi di finale 2012/13

Ultima apparizione: sedicesimi di finale 2012/13

Allenatore: Dan Petrescu

La stella: Billel Omrani

Formazione: (4-3-3) Arlauskis; Susic, Muresan, Burca, Camora; Djokovic, Bordelanu, Aurelio; Deac, Rondon, Omrani

Sei anni dopo l’eliminazione con l’Inter ai sedicesimi, il Cluj torna a disputare la fase a gironi del torneo. Incredibilmente si ritoverà a fare i conti con il Celtic avversario ai preliminari di Champions poche settimane fa. La truppa di Dan Petrescu, con un passato da giocatore in Italia con le maglie di Foggia e Genoa, fa dell’organizzazione di gioco il suo principale credo data la scarsa qualità a disposizione se non nel reparto avanzato. Poche chance di qualificazione, ma vietato sottovalutare la formazione rumena.

 

Immagine

Grafica del Gruppo F. ©EuropaLeague, Twitter

Arsenal

Nazione: Inghilterra

Stadio: Emirates Stadium

Stagione 2018/19: quinto posto in Premier League, quarto turno in FA Cup, quarti di finale in Carabao Cup

Miglior risultato: finale 2018/19

Ultima apparizione: finale 2018/19

Allenatore: Unai Emery

La stella: Pierre-Emerick Aubameyang

Formazione: (4-3-3) Leno; Bellerin, Sokratis, David Luiz, Kolasinac; Ceballos, Torreira, Xhaka; Pepè, Lacazette, Aubameyang

Eintracht Francoforte

Nazione: Germania

Stadio: Commerzbank Arena

Stagione 2018/19: settimo posto in Bundesliga, primo turno in DFB-Pokal

Miglior risultato: 1 titolo (1979/80)

Ultima apparizione: semifinale 2018/19

Allenatore: Adi Hütter

La stella: Filip Kostic

Formazione: (3-4-1-2) Trapp; Hasebe, Hinteregger, Touré; Da Costa, Kohr, Rode, Kostic; Gacinovic; Dost, Andrè Silva

Standard Liegi

Nazione: Belgio

Stadio:  Maurice Dufrasne Stadion 

Stagione 2018/19: terzo posto in Jupiler Pro League, sesto turno in Beker van Belgie

Miglior risultato: quarti di finale 2009/10

Ultima apparizione: fase a gironi 2018/19

Allenatore: Michel Preud’homme

La stella: Anthony Limbombe

Formazione: (4-2-3-1) Bodart; Vojvoda, Bokadi, Laifis, Gavory; Bastien, Cimirot; Lestienne, Amallah, Limbombe, Edmond

Vitoria Guimaràes

Nazione: Portogallo

Stadio:  Estádio D. Afonso Henriques

Stagione 2018/19: quinto posto in Liga NOS, quarti di finale in Taça de Portugal Placard, secondo turno in Allianz Cup

Miglior risultato: quarti di finale 1986/87

Ultima apparizione: fase a gironi 2017/18

Allenatore: Ivo Vieira

La stella: Davidson

Formazione: (4-1-4-1) Jesus; Garcia, Venancio, Henrique, Rafa Soares; Al Musrati; Rochinha, Poha, Joao Carlos Teixeira, Davidson; Bruno Duarte

 

Immagine

Grafica del Gruppo G. ©EuropaLeague, Twitter

Porto

Nazione: Portogallo

Stadio: Estadio do Dragào

Stagione 2018/19: secondo posto in Liga NOS, finale in Taça de Portugal Placard, finale in Allianz Cup

Miglior risultato: 2 titoli (2002/03, 2010/11)

Ultima apparizione: sedicesimi di finale 2015/16

Allenatore: Sergio Conceiçào

La stella: Moussa Marega

Formazione: (4-4-2) Marchesin; Corona, Pepe, Marcano, Telles; Barò, Uribe, Pereira, Diaz; Zé Luis, Marega

Young Boys

Nazione: Svizzera

Stadio: Stade de Suisse

Stagione 2018/19: vincitore in Super League, quarti di finale in Helvetia Coppa Svizzera

Miglior risultato: fase a gironi 2017/18

Ultima apparizione: fase a gironi 2017/18

Allenatore: Gerardo Seoane

La stella: Guillaume Hoarau

Formazione: (3-4-3) Von Ballmoos; Zesiger, Lustenberger, Sorensen; Janko, Aebischer, Sierro, Lotomba; Assalé, Hoarau, Ngamaleu (Sulejmani)

Feyenoord

Nazione: Olanda

Stadio: Stadion Feyenoord ‘De Kuip’

Stagione 2018/19: terzo posto in Eredivisie, semifinale in TOTO KNVB beker, vincitore in Johann Cruijff Schaal

Miglior risultato: 2 titoli (1973/74, 2001/02)

Ultima apparizione: fase a gironi 2016/17

Allenatore: Jaap Stam

La stella: Steven Berghuis

Formazione: (4-2-3-1) Vermeer; Karsdorp, Van Beek, Botteghin, Malacia; Fer, Tapia; Berghuis, Toornstra, Larsson; Jörgensen

Glasgow Rangers

Nazione: Scozia

Stadio: Ibrox Stadium

Stagione 2018/19: secondo posto in Premiership, quarti di finale in SFA Cup, semifinale in Scottish League Cup

Miglior risultato: finale 2007/08

Ultima apparizione: fase a gironi 2018/19

Allenatore: Steven Gerrard

La stella: Jermain Defoe

Formazione: (4-3-3) McGregor; Tavernier, Katic, Goldson, Barisic; Arfield, Jack, Davis; Aribo, Defoe, Ojo

 

Immagine

Grafica del Gruppo H. ©EuropaLeague, Twitter

CSKA Mosca

Nazione: Russia

Stadio: Arena CSKA

Stagione 2018/19: quarto posto in Premier Liga, sedicesimi di finale in Kubok Rossii, vincitore della Superkubok Rossii

Miglior risultato: 1 titolo (2004/05)

Ultima apparizione: ottavi di finale 2009/10

Allenatore: Viktor Goncharenko

La stella: Fedor Chalov

Formazione: (3-4-2-1) Akinfeev; Nababkin, Diveev, Magnusson; Fernandes, Oblyakov, Akhmetov, Kuchaev; Bijol, Vlasic; Chalov

Ludogorets

Nazione: Bulgaria

Stadio: Ludogorets Arena

Stagione 2018/19: vincitore in efbet Liga, quarti di finale in Bulgarian Cup

Miglior risultato: ottavi di finale 2013/14

Ultima apparizione: fase a gironi 2018/19

Allenatore: Stoycho Stoev

La stella: Claudiu Keseru

Formazione: (4-2-3-1) Stoyanov; Cicinho, Forster, Moti, Nedyalkov; Badji, Anicet Abel; Intima, Marcelihno, Wanderson; Keseru

Espanyol

Nazione: Spagna

Stadio: RCDE Stadium

Stagione 2018/19: settimo posto in La Liga, quarti di finale in Copa del Rey

Miglior risultato: finale 2006/07

Ultima apparizione: finale 2006/07

Allenatore: David Gallego

La stella: Marc Roca

Formazione: (4-3-3) Diego Lopez; Javi Lopez, David Lopez, Lluis Lopez, Didac Vilà; Darder, Roca, Granero; Melendo, Ferreyra, Piatti

Ferencvàros

Nazione: Ungheria

Stadio: Groupama Aréna

Stagione 2018/19: vincitore in Nemzeti Bajnokság, quarti di finale in Magyar Kupa

Miglior risultato: semifinale 1971/72

Ultima apparizione: fase a gironi 2004/05

Allenatore: Serhii Rebrov

La stella: Isael

Formazione: (3-4-3) Grof; Leandro, Botka, Frimpong; Szereto, Inhatenko, Spirovski, Civic; Isael, Priskin, Varga

 

Immagine

Grafica del Gruppo I. ©EuropaLeague, Twitter

Wolfsburg

Nazione: Germania

Stadio: Volkswagen Arena

Stagione 2018/19: sesto posto in Bundesliga, ottavi di finale in DFB-Pokal

Miglior risultato: quarti di finale 2014/15

Ultima apparizione: quarti di finale 2014/15

Allenatore: Oliver Glasner

La stella: Josip Brekalo

Formazione: (3-4-3) Casteels; Guilavogui, Brooks, Knoche; Mbabu, Arnold, Shlager, Roussillon; Klaus, Weghorst, Brekalo

Gent

Nazione: Belgio

Stadio: Ghelamco Arena

Stagione 2018/19: quinto posto in Jupiler Pro League, finale in Beker van Belgie

Miglior risultato: quarti di finale 1991/92

Ultima apparizione: ottavi di finale 2016/17

Allenatore: Jess Thorup

La stella: Giorgi Chakvetadze

Formazione: (4-3-1-2) Kaminski; Lustig, Plastun, Ngadeu Ngadjui, Asare; Odidja-Ofoe, Owusu, Dejaegere; Chakvetadze; Depoitre, Yaremchuk

Saint Etienne

Nazione: Francia

Stadio: Geoffroy-Guichard

Stagione 2018/19: quarto posto in Ligue 1, sedicesimi di finale in Coupe de France, terzo turno in Coupe de la Ligue

Miglior risultato: quarti di finale 1980/81

Ultima apparizione: sedicesimi di finale 2015/16

Allenatore: Ghislain Printant

La stella: Wahbi Khazri

Formazione: (4-2-3-1) Ruffier; Debuchy, Perrin, Moukoudi, Trauco; Aholou, M’Vila; Hamouma, Boudebouz, Bouanga; Khazri

Olexandriya

Nazione: Ucraina

Stadio: CSC Nika Stadium

Stagione 2018/19: terzo posto in Prem’er-Liha, terzo turno in Kubok Ukraïny

Miglior risultato: debuttante

Ultima apparizione: debuttante

Allenatore: Volodymyr Sharan

La stella: Kyrylo Kovalets

Formazione: (4-2-3-1) Pankiv; Luchkevych, Dubra, Shendrik, Miroshnichenko; Zaporozan, Banada; Tretyakov, Kovalets, Protasov; Bezborodko

 

Immagine

Grafica del Gruppo J. ©EuropaLeague, Twitter

Roma

Nazione: Italia

Stadio: Stadio Olimpico

Stagione 2018/19: sesto posto in Serie A, quarti di finale in Coppa Italia

Miglior risultato: quarti di finale 1998/99

Ultima apparizione: ottavi di finale 2016/17

Allenatore: Paulo Fonseca

La stella: Edin Dzeko

Formazione: (4-2-3-1) Pau Lopez; Florenzi, Mancini, Smalling, Kolarov; Pellegrini, Veretout; Under, Zaniolo, Mkhitaryan; Dzeko

Un rivoluzionario calciomercato per provare a ripartire dopo l’insoddisfacente stagione conclusa fuori dalle prime quattro in classifica e con le pesanti critiche alla società, colpevole di aver allontanato Totti e De Rossi. La rinnovata Roma ha necessità e voglia di incamminarsi sul sentiero europeo in direzione della gloria, abbattendo così gli storici muri internazionali. Il portoghese Paulo Fonseca possiede già una discreta esperienza nelle competizioni europee che tenterà di trasmettere all’intero gruppo. Quest’ultimo guidato dallo spirito dell’est del bosniaco Edin Dzeko, rimasto nonostante il pressing di alcuni club, e dell’armeno Henrikh Mkhitaryan; in aggiunta alla frizzantezza dei tanti giovani a disposizione tra cui spicca Nicolò Zaniolo. Inutile nascondersi: i giallorossi potenzialmente hanno le qualità e la profondità di rosa per prendersi un biglietto per la finalissima di Danzica.

Borussia Mönchengladbach

Nazione: Germania

Stadio: Stadion im Borussia-Park

Stagione 2018/19: quinto posto in Bundesliga, secondo turno in DFB-Pokal

Miglior risultato: 2 titoli (1974/75, 1978/79)

Ultima apparizione: ottavi di finale 2016/17

Allenatore: Marco Rose

La stella: Alassane Plea

Formazione: (4-3-1-2) Sommer; Lainer, Ginter, Elvedi, Wendt; Johnson, Zakaria, Benes; Neuhaus; Plea, Embolo (Thuram)

La squadra più temibile della seconda fascia. Il Borussia Mönchengladbach si presenta con questa etichetta candidandosi a dare filo da torcere in ottica primo posto. La tradizione in questa manifestazione ha regalato ben 2 titoli nei vincenti anni ’70, successi datati ma orgogliosamente evidenziati dal club. La cessione di Thorgan Hazard ha certamente impoverito di fantasia e imprevedibilità la manovra dei tedeschi che ora si affideranno maggiormente al fiuto del gol di Alassane Plea, autore di uno scoppiettante primo anno in Bundesliga, affiancato dalla staffetta tra i due nuovi arrivati: Breen Embolo e il figlio d’arte Marcus Thuram. Lo stratega sarà Marco Rose, ex allenatore del Salisburgo con cui arrivò fino in semifinale nel 2017/18.

Istanbul Başakşehir

Nazione: Turchia

Stadio: Başakşehir Fatih Terim

Stagione 2018/19: secondo posto in Süper Lig, ottavi di finale in Fortis Türkiye Kupası

Miglior risultato: fase a gironi 2017/18

Ultima apparizione: fase a gironi 2017/18

Allenatore: Okan Buruk

La stella: Robinho

Formazione: (4-1-4-1) Babacan; Junior Caiçara, Chedjou, Skrtel, Clichy; Inler; Visca, Mossorò, Turan, Elia; Robinho (Demba Ba)

Solitamente l’insidia maggiore nell’affrontare squadre turche è rappresentata dal fattore ambientale, caratterizzato dal sound infernale generato dai tifosi di casa, utile non solo a caricare i propri beniamini ma ad incutere timore agli avversari. Detto questo, incontrare l’Istanbul Başakşehir, club capitolino dalla storia recente, significa anche avere a che fare con una realtà che negli ultimi anni è riuscita ad inserirsi con forza nella cerchia ristretta per il titolo in patria, fino ad allora territorio esclusivo di Galatasaray, Fenerbahce e Besiktas. Gli arancio-blu tra le proprie fila annoverano nomi altisonanti ormai alle prese con il finale di carriera: dal padrone di casa Arda Turan, passando per Demba Ba e Skrtel, fino ad arrivare ad ex giocatori della nostra Serie A come Robinho, Inler ed Elia. Insomma, un terzo incomodo da tenere in considerazione.

Wolfsberger

Nazione: Austria

Stadio: Lavanttal Arena

Stagione 2018/19: terzo posto in Bundesliga, ottavi di finale in ÖFB-Cup

Miglior risultato: debuttante

Ultima apparizione: debuttante

Allenatore: Gerhard Struber

La stella: Shon Weissman

Formazione: (4-3-1-2) Kuttin; Novak, Sollbauer, Rnic, Schmitz; Schmid, Leitgeb, Ritzmaier; Liendl; Weissman, Niangbo

La prima volta alla fase finale di una competizione targata UEFA. Il Wolfsberger, club della città di Wolfsberg di circa 25000 abitanti, giocherà gli incontri casalinghi a Graz a causa delle note norme del massimo organo calcistico europeo. I lupi si affacciano a questa nuova avventura con entusiasmo, ben consapevoli del ruolo da comparsa nel girone. La formazione austriaca denota scarsa qualità, affidandosi alla compattezza e all’istinto del gol della coppia d’attacco formata dall’israeliano Shon Weissman e dall’ivoriano Anderson Niangbo. Senza nulla da perdere, limitare i danni e godersi le iconiche serate europee saranno già dei grandi traguardi.

 

Immagine

Grafica del Gruppo K. ©EuropaLeague, Twitter

Beşiktaş

Nazione: Turchia

Stadio: Vodafone Arena

Stagione 2018/19: terzo posto in Süper Lig, escluso dalla Fortis Türkiye Kupası

Miglior risultato: quarti di finale 2016/17

Ultima apparizione: fase a gironi 2018/19

Allenatore: Abdullah Avci

La stella: Ricardo Quaresma

Formazione: (4-1-4-1) Karius; Gonul, Vida, Ruiz, Erkin; Uysal; Lens, Ozyakup, Ljajic, Quaresma; Yilmaz

Sporting Braga

Nazione: Portogallo

Stadio: Estádio Municipal de Braga  

Stagione 2018/19: quarto posto in Liga NOS, semifinale in Taça de Portugal Placard, semifinale in Allianz Cup

Miglior risultato: finale 2010/11

Ultima apparizione: sedicesimi di finale 2017/18

Allenatore: Ricardo Sà Pinto

La stella: Ricardo Horta

Formazione: (4-1-4-1) Mathues; Esgaio, Wallace, Viana, Sequeira; Palhinha; Ricardo Horta, André Horta, Novais, Eduardo; Paulinho

Wolverhampton

Nazione: Inghilterra

Stadio: Molineux Stadium

Stagione 2018/19: settimo posto in Premier League, semifinale in FA Cup, terzo turno in Carabao Cup

Miglior risultato: finale 1971/72

Ultima apparizione: trentaduesimi di finale 1980/81

Allenatore: Nuno Espírito Santo

La stella: Ruben Neves

Formazione: (3-5-2) Rui Patricio; Vallejo, Coady, Boly; Doherty, Dendoncker, Ruben Neves, Joao Moutinho, Otto; Diogo Jota, Jimenez

Slovan Bratislava

Nazione: Slovacchia

Stadio: Tehelné pole

Stagione 2018/19: vincitore in Fortuna Liga, terzo turno in Slovnaft Cup

Miglior risultato: sedicesimi di finale 1994/95

Ultima apparizione: fase a gironi 2014/15

Allenatore: Jan Kozak

La stella: Andraz Sporar

Formazione: (4-2-3-1) Greif; Medvedev, Abena, Bozhikov, De Marco; de Kamps, Bajric; Holman, Rablu, Moha; Sporar

 

Immagine

Grafica del Gruppo L. ©EuropaLeague, Twitter

Manchester United

Nazione: Inghilterra

Stadio: Old Trafford

Stagione 2018/19: sesto posto in Premier League, quarti di finale in FA Cup, sedicesimi di finale in Carabao Cup

Miglior risultato: 1 titolo (2016/17)

Ultima apparizione: Campione 2016/17

Allenatore: Ole Gunnar Solskjaer

La stella: Paul Pogba

Formazione: (4-2-3-1) De Gea; Wan-Bissaka, Lindelof, Maguire, Shaw; Pogba, Matic; James, Lingard, Martial; Rashford

Astana

Nazione: Kazakistan

Stadio: Astana Arena

Stagione 2018: vincitore in Premier Liga, ottavi di finale in Qazaqstan Kubogy

Miglior risultato: sedicesimi di finale 2017/18

Ultima apparizione: fase a gironi 2018/19

Allenatore: Roman Grygorchuk

La stella: Marin Tomasov

Formazione: (4-1-4-1) Eric; Rukavina, Postnikov, Simunovic, Shomko; Maevskly; Tomasov, Logvinenic, Sigurjonsson, Murtazaev; Rotariu

Partizan Belgrado

Nazione: Serbia

Stadio: Partizan Stadion

Stagione 2018/19: terzo posto in Jelen SuperLiga, vincitore in Kup Srbije

Miglior risultato: ottavi di finale 2004/05

Ultima apparizione: sedicesimi di finale 2017/18

Allenatore: Savo Milosevic

La stella: Umar Sadiq

Formazione: (4-2-3-1) Stojkovic; Miletic, Ostojic, Pavlovic, Urosevic; Slekic, Zdjelar; Tosic, Soumah, Asano; Sadiq

AZ Alkmaar

Nazione: Olanda

Stadio: AFAS Stadion

Stagione 2018/19: quarto posto in Eredivisie, semifinale in TOTO KNVB beker

Miglior risultato: finale 1980/81

Ultima apparizione: sedicesimi di finale 2016/17

Allenatore: Arne Slot

La stella: Calvin Stengs

Formazione: (4-2-3-1) Bizot; Svensson, Vlaar, Wuytens, Wijndal; Koopmeiners, Midtsjö; Stengs, Ouwejan, Idrissi; Boadu

 

 

La Redazione
Account redazionale Twitter: @vitasportivait Instagram: @vita.sportiva

Comments

La tua opinione è preziosa

Login/Sign up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: