Osservati SpecialiTennis

Osservati Speciali – La stagione della svolta di Jannik Sinner

0

“Osservati Speciali” sono tutti gli atleti che stanno per affrontare un bivio della loro carriera, tra chi vuole rimettersi in gioco per seguire nuovi obiettivi e chi cerca risposte definitive alle proprie perplessità.


Dopo un 2020 travagliato per tutto il mondo dello sport siamo finalmente giunti alle porte della nuova stagione che aprirà le danze in territorio oceanico; il mondo del tennis sta scaldando i motori.
È tempo dunque di riprendere in mano la racchetta e mettersi alle spalle la passata stagione, fissando nuovi obiettivi e ripartendo col botto!

In particolare le attese del panorama italiano (ma non solo) si concentrano su un atleta divenuto oramai il simbolo della rinascita del nostro tennis. Stiamo ovviamente parlando di Jannik Sinner.

Il talento altoatesino ha sorpreso tutti negli ultimi 2 anni, in cui ha collezionato record e costruito una vera e propria scalata al successo. Nonostante l’interruzione forzata patita nel momento clou della carriera che non gli ha permesso di misurarsi appieno nei grandi palcoscenici, ha chiuso il 2020 nel modo migliore vincendo il suo primo trofeo ATP; a Sofia infatti, battendo Pospisil, è diventato il più giovane atleta azzurro a vincere un torneo del circuito entrando così in top40 (attualmente n. 36).

Un risultato incredibile per la sua età e frutto di una crescita esponenziale a livello di gioco, grazie al “labor limae” e alla scrupolosità del suo team, ma anche caratteriale e di gestione dei momenti della partita. Molti infatti si sono stupiti soprattutto della tenuta mentale di questo ragazzo, così pacato e glaciale nonostante l’età e un’esperienza ancora da maturare.

Se il 2019 era stato l’anno della sorpresa, il 2020 si può considerare l’anno della crescita.

Sebbene infatti non siano state molte le occasioni di mettersi in mostra, per i motivi che tutti conosciamo, Sinner è riuscito a confrontarsi in modo stabile con il mondo dei “top” raggiungendo traguardi da antologia che hanno avuto come culmine la suddetta vittoria in Bulgaria; fanno particolarmente impressione i Quarti raggiunti al Roland Garros, un risultato inimmaginabile alla vigilia laddove si è dovuto inchinare solo a sua maestà Rafa Nadal. Da ricordare anche le vittorie di prestigio ottenute contro tre top10 del calibro di Tsitsipas, Zverev e Goffin.

Un’ascesa vera e propria non solo dal punto di vista sportivo e tecnico ma anche a livello di immagine; numerosi sono infatti i rapporti di partnership firmati nell’ultimo anno: da Nike a Lavazza, passando per Rolex, Alfa Romeo e molti altri. La crescita è stata totale e le basi per il futuro sono ormai solidissime, così come i presupposti per la nuova stagione.

Cosa possiamo aspettarci da Sinner in questo 2021?

Sicuramente dal punto di vista tecnico ci sarà una ricerca sempre maggiore, andando a curare quegli aspetti soprattutto tattici che lo hanno spesso penalizzato. Sappiamo che l’allenamento è giornaliero e come ha ribadito in più occasioni il coach Riccardo Piatti, che ormai possiamo definire il vero e proprio mentore di Sinner, il lavoro da fare è ancora lungo sebbene le potenzialità e il tempo ci siano tutti.

©Instagram/@janniksin

Per quanto riguarda i risultati, il ranking ispira fiducia circa le possibilità di entrare tra le teste di serie dei principali tornei a breve, figurando attualmente alla 36esima posizione; ma al di là del tabellone le aspettative rimangono alte soprattutto per i tornei del Grande Slam, dove ha già ben figurato nella passata stagione.

La prima tappa del nuovo anno sarebbe dovuta essere Antalya i primi di gennaio; tuttavia c’è stato un cambio di programma stabilito assieme al suo team, in linea con i dichiarati intenti di gestire e programmare in modo oculato il suo calendario, che ne ha portato la cancellazione. L’esordio è quindi rinviato a fine mese a Melbourne nel torneo 250; da lì partirà la volata di preparazione agli Australian Open, primo snodo importante della stagione: l’obiettivo primario sarà quello di migliorare il risultato conseguito lo scorso anno, dove venne fermato al secondo turno dall’ungherese Fucsovics.

La nuova stagione è quindi alle porte e senza ombra di dubbio Jannik Sinner sarà un osservato speciale. Nella speranza che il 2021 venga ricordato come l’anno della consacrazione, noi faremo certamente il tifo per lui!

Riportiamo a fine articolo un’intervista di qualche settimana fa con Max Giusti, interessante e ricca di aneddoti e spunti di approfondimento!

————————————————————————————–

Immagine in evidenza: ©Instagram/@janniksin

Leonardo Parigi
  Nella mia vita ho praticato tantissimi sport e ciò mi ha portato ad avvicinarmi molto a svariate discipline: in primis calcio e tennis, tra le altre anche Judo e nuoto. È la passione che mi spinge a scrivere.

Comments

La tua opinione è preziosa

Login/Sign up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: