Football Americano

NFL: La situazione dopo Week 4 in AFC

0

La NFL si è chiusa con le giocate di Patrick Mahomes nel Super Bowl contro i San Francisco 49ers, poi vinto. Così si è riaperta, con i Kansas City Chiefs vincitori, contro i poveri Texans, che nulla hanno potuto contro l’iridata di Andy Reid.

Dopo l’analisi della NFC, andiamo a scoprire cosa è accaduto nella American Football Conferrnce

CONFERME

Kansas City Chiefs

Non potevamo che trovare la squadra del QB più pagato della storia del gioco. La squadra del Missouri è riuscita a vincere le prime 3 partite, rispettivamente contro, oltre la già citata franchigia texana, Ravens e Chargers. Lo scontro apocalittico con Lamar e compagni, in un possibile anticipo di AFC Championship, ha mostrato una netta supremazia dei Chiefs.  L’attacco dei Chiefs è stato meravigliosamente guidato da Mahomes e il solito, ottimo, Kelce, mentre colui che sta sorprendendo, in positivo, è il rookie Edwards-Helaire. Il giovane running back si sta mettendo in mostra con delle ottime prestazioni, autore tra l’altro di un touchdown al debutto, impresa mai facile.

Tennessee Titans

I Tennessee Titans hanno ripreso da dove avevano lasciato, convincendo tutti, nonostante le difficoltà nel chiudere le partite. Le conferme, e i rinnovi, di Tannehill e Derrick Henry hanno portato tranquillità all’ambiente, che ha visto anche gli arrivi del kicker Gostkowski, ex Pats, del defensive-end Jadeveon Clowney, ex Seahawks, ed di Vic Beasley, proveniente dai Falcons. Gli ultimi due sono andati a rinforzare una già ottima difesa, che poteva contare su un più che buono sistema difensivo. L’obiettivo era continuare a stupire, per tornare a quel match valevole per l’AFC Championship, mostrando di non esser stati lì per caso.

Patrick Mahomes x Lamar Jackson – Twitter

SORPRESE

Cincinnati Bengals

La squadra di Cincinnati è partita sotto la luce dei riflettori, complice la pick n.1 dello scorso draft, Joe Burrow. In questo breve intervallo di tempo, 4 partite, i Bengals sono riusciti a non perdere lo stesso numero di partite dell’anno scorso, 2. Un risultato non da poco, contando il fatto che il povero Joe non può passare un drive tranquillo, a causa di una linea offensiva disastrosa. Il lato positivo è rappresentato proprio dallo stesso giovane quarterback, autore di prove ben più che convincenti. Inoltre, la franchigia arancionera avrà l’occasione di vincere altre partite, data la presenza di Washington Football Team e Houston Texans tra le altre, nel proprio calendario.

Cleveland Browns

L’arrivo del nuovo head coach, Kevin Stefanski, ha permesso ai Browns di prendere, finalmente, la giusta direzione. Infatti, il nuovo allenatore sta riuscendo a far funzionare l’attacco della squadra, aiutato da un Odell Beckham Jr in stato di grazia.  L’obiettivo è raggiungere i play-off, e per farlo serve un record positivo, che manca a Cleveland dal 2007, quando erano allora guidati da Romeo Crennel. Curiosa la statistica riguardo il nuovo HC. In solo 4 partite, ha raggiunto lo stesso numero di vittorie di Hue Jackson, in 40. Inoltre, il quarterback Baker Mayfield sembra che stia finalmente maturando, imboccando finalmente il giusto percorso verso la completa maturazione, nonostante manchi ancora di qualche miglioramento.

Joe Burrow – Twitter @geaux247

DELUSIONI

Houston Texans

Impossibile non mettere gli irriconoscibili Texans, ancora a secco di vittorie, accompagnati dai New York Jets nel fondo della classifica. L’unico che sta giocando in maniera decente è il solito Deshaun Watson. Il povero QB è come un predicatore nel deserto, con compagni non all’altezza, se non il solo running back David Johnson. Impossibile commentare le scelte del front-office texano, che ha lasciato andar via l’ottimo ricevitore Deandre Hopkins, ricevendo in cambio poco e nulla. Le prospettive non sono delle migliori, complice anche la proprietà delle prime due scelte del prossimo draft. Infatti, le prime due pick sono in mano ai Dolphins. Urge cambiare rotta, e veloce.

Baltimore Ravens

L’ultimo slot della nostra review vede i Ravens, che però appartengono alla categoria dei “rimandati”. In particolare, la squadra di Baltimora deve fare quell’ultimo step per raggiunge i Kansas City Chiefs, ampliando le proprie scelte offensive e difensive. Come abbiamo visto nell’ultimo scontro contro la squadra di Kansas, le corse di Lamar Jackson e il “blitz“, tattica difensiva dell’HC Harbaugh, non hanno funzionato. Andando nel dettaglio del capitolo QB, il giocatore ha un talento indiscutibile, ma dovrà senza dubbio aggiungere delle altre armi al proprio arsenale, migliorando, per esempio, il proprio lancio. Questa stagione potrebbe servire ai Ravens in ottica futura, per capire se puntare su Lamar o virare su altri.

Deshaun Watson e il suo probabile ex coach Bill O’Brien – Twitter @SportsRadio610

In ottica play-off, trovano conferma delle proprie qualità Bills e Steelers, con i Colts al seguito del primo gruppo, dove si è notato l’arrivo di Philip Rivers alla guida del proprio attacco. La partecipazione all’off-season dei Patriots dipenderà dal livello del gioco di Cam Newton, chiamato a fare gli straordinari, a causa delle numerose assenze in quel di Foxborough. La sorpresa potrebbe essere rappresentata dai Cleveland Browns, di cui abbiamo già parlato.

Per quanto riguarda il premio come MVP, è impossibile non citare Patrick Mahomes, il quale potrebbe concorrere con Lamar Jackson, se aggiungerà opzioni al suo gioco, e lo stesso QB dei Pats, se si confermerà sugli alti livelli visti fin qua.

IMMAGINE IN EVIDENZA: Twitter @globalissuesweb

 

Mirko Guarducci
Mi piacciono gli sport di squadra: calcio, NBA e NFL, con un occhio agli sport motoristici.

Comments

La tua opinione è preziosa

Login/Sign up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: