Football Americano

Verso la stagione NFL: la presentazione della NFC

0

Dopo avervi presentato le quattro division della AFC, tocca all’altra Conference, la NFC, ricca di quarterback di esperienza e arrivati agli sgoccioli della carriera come Brady, Brees e Rodgers, ma anche di chi è pronto a imporsi nella lega come Daniel Jones, Dwayne Haskins e soprattutto Kyler Murray.

Ecco a voi le quattro division della NFC.

NFC NORTH

Green Bay Packers

Stagione 2019: record 13-3, 1° posto in NFC North, eliminati al Championship dai 49ers.

Non è certamente stata una offseason da ricordare nella lunga della storia dei Green Bay Packers. Aaron Rodgers, vincitore di un Super Bowl e due volte MVP, ha chiesto a gran voce al suo front office dei ricevitori da affiancare alla stella Davante Adams. Per tutta risposta, i Packers non solo non hanno selezionato neanche un WR al Draft 2020, ma al primo round hanno scelto un QB, Jordan Love, per poi prendere il RB A.J. Dillon, che sarà il back-up di Aaron Jones. Come se non bastasse, il WR Devin Funchess, firmato in free agency, ha deciso di fare opt-out volontario e saltare quindi l’intera stagione 2020. Per fortuna la difesa non ha subito molti cambiamenti e questo significa che, se Green Bay vorrà ritornare alla finale di conference, dovrà necessariamente affidarsi al gruppo storico e al talento immenso del suo franchise QB.

Minnesota Vikings

Stagione 2019: record 10-6, 2° posto in NFC North, eliminati al Divisional dai 49ers.

Trae Waynes, Stephen Weatherly, Everson Griffen, Mackensie Alexander, Xavier Rhodes, ma soprattutto Stefon Diggs: questi alcuni dei nomi che hanno salutato i Vichinghi durante la offseason. Messa così, verrebbe da disdire la TV via cavo e pensare direttamente alla prossima stagione, ma Mike Zimmer saprà sicuramente tirare fuori il massimo dal roster a sua disposizione. Il Draft ha portato tanti nuovi innesti (i Vikings avevano addirittura 15 scelte), tra i quali spiccano due primi round: il WR Justin Jefferson, che andrà ad affiancare il veterano Adam Thielen, e il CB Jeff Gladney che sarà pronto a non far rimpiangere i partenti.

Inoltre, Minnesota potrà e dovrà affidarsi alla sua rocciosa difesa, dotata di un fortissimo reparto Linebacker capitanato da Danielle Hunter, al quale si aggiungerà l’Edge Rusher Yannick Ngakoue, appena arrivato via trade dai Jacksonville Jaguars. I Vikings dovrebbero agevolmente confermare il secondo posto in division raggiunto nel 2019, ma, in caso di passi falsi da parte di Green Bay, potrebbero fare anche un pensierino al primo posto.

Chicago Bears

Stagione 2019: record 8-8, 3° posto in NFC North.

“Gli attacchi vendono i biglietti, le difese vincono le partite”. I Bears devono davvero sperare che questo proverbio sia vero, perché probabilmente il loro roster è uno dei più sbilanciati verso la difesa in tutta la NFL. La nuova coppia formata da Khalil Mack e Robert Quinn, arrivato dalla free agency, seminerà il panico nelle offensive lines avversarie. Nel reparto offensivo, Mitchell Trubiski e l’MVP del Superbowl LII Nick Foles dovrebbero contendersi il posto da QB, con il secondo che partirà leggermente favorito. Dal Draft non sono arrivati rinforzi di livello, Chicago paga ancora il prezzo della trade per acquisire Khalil Mack e non ha avuto scelte al primo giro. Con i Minnesota Vikings e i Green Bay Packers, che partono decisamente in vantaggio per aggiudicarsi un posto ai playoff, difficilmente Chicago potrà andare oltre alla lotta per il terzo posto in division, con poche possibilità di conquistare anche la wildcard.

Detroit Lions

Stagione 2019: record 3-12-1, 4° posto in NFC North.

La stagione 2019 dei Detroit Lions è di fatto finita in week 8, con l’infortunio di Matthew Stafford; da quel momento sono arrivate 8 sconfitte consecutive. Quest’anno quindi la loro più grande speranza è che finalmente il talentuoso QB riesca a giocare l’intera stagione. Se questo dovesse succedere, i Lions potrebbero dare fastidio a molte squadre, potendo contare su Kenny Golladay, WR dal potenziale enorme, sulla coppia di RB Kerryon Johnson affiancato dal rookie D’Andre Swift e sugli innesti in free agency che rispondono ai nomi di Halapoulivaati Vaitai (G), Jamie Collins (LB) e Desmond Trufant (CB). Dal Draft, con la terza scelta assoluta, è arrivato a rinforzare la secondaria il CB Jeff Okudah, che per molti addetti ai lavori è forse il talento generazionale più forte presente quest’anno insieme a Chase Young. L’obiettivo dei Lions sarà avviare un percorso di crescita per arrivare prima possibile a potersi giocare un posto ai playoff, sperando di essere la vera sorpresa della division.

A cura di Marco Cherubini (@MarcoSehawks)


NFC EAST

Dallas Cowboys

Stagione 2019: record 8-8, 2° posto in NFC East.

La novità più grande arriva sicuramente nel ruolo di Head Coach con Mike McCarthy che prende il posto di Jason Garrett. L’ex allenatore dei Packers si troverà tra le mani uno dei migliori attacchi della NFL, a partire da Dak Prescott, fresco di rinnovo. Il reparto di ricevitori è stellare, al fianco di Amari Cooper e Michael Gallup è arrivato dal draft CeeDee Lamb, per molti il WR numero 1 di questa classe.

Ezekiel Elliott è una garanzia nel backfield anche se, rispetto al 2019, la linea offensiva sarà meno efficace con la perdita del centro Travis Frederick. In difesa da segnalare gli arrivi del DE Everson Griffen che andrà ad affiancare l’esperto DeMarcus Lawrence. Sarà fondamentale il rientro a pieno regime del linebacker Leighton Vander Esch. I Cowboys fanno sul serio e puntano dritto al Super Bowl.

Philadelphia Eagles

Stagione 2019: record 9-7, 1° posto in NFC East, eliminati al Wild Card Round dai Seahawks.

Nel 2019, pur senza ricevitori, Carson Wentz è riuscito a portare gli Eagles ai playoff. Ci si chiede cosa possa fare con un supporting cast migliore. A tal proposito dal draft è arrivato Jalen Reagor ad affiancare i ricevitori Alshon Jeffrey e DeSean Jackson e il tight end Zach Ertz, sempre una certezza.
La scelta di Jalen Hurts può rappresentare un problema in QB room, ma anche una splendida opportunità per variare i giochi offensivi. Notevole upgrade in difesa con il cornerback ex Lions Darius Slay. La DLine rimane solida con la stella Fletcher Cox e l’aggiunta di Javon Hargrave. I Cowboys partono avanti nelle gerarchie, ma per gli Eagles i playoff non sono irraggiungibili, anche grazie all’allargamento a sette squadre.

New York Giants

Stagione 2019: record 4-12, 3° posto in NFC East.

Rinnovata la fiducia a Daniel Jones, su cui si punta per costruire il futuro della franchigia. A proteggere il suo lato sinistro ci sarà il rookie Andrew Thomas, quarta scelta assoluta. Il punto di riferimento offensivo sarà ancora una volta il running back Saquon Barkley, a dividersi le portate con il neo acquisto Dion Lewis. Il terzetto di ricevitori Tate-Slayton-Shepard e il tight end Evan Engram, se restano in salute, possono far male a molte difese.
Il reparto difensivo può vantare l’innesto di Blake Martinez, linebacker ex Packers e di Logan Ryan safety ex Titans.
Novità anche sulla sideline con il nuovo head coach Joe Judge, in uscita dal coaching staff dei Patriots. L’obiettivo resta quello di migliorare il record del 2019 e di puntare al 50% di vittorie in ottica futura.

Washington Football Team

Stagione 2019: record 3-13, 4° posto in NFC East

In offseason si è parlato molto di ciò che ha riguardato la franchigia fuori campo e pochissimo delle vicende di football giocato. Il cambio di nome e il cambio di presidente hanno allontanato l’attenzione dalla seconda stagione di Dwayne Haskins, la prima da titolare fin da subito. Per il gioco di corsa si farà affidamento sul veterano Adrian Peterson*, ormai in fase calante della carriera.
In difesa grande curiosità per Chase Young, edge rusher fuoriclasse che si candida a uomo franchigia. Per una nota negativa, la malattia del nuovo head coach Ron Rivera, una positiva: Alex Smith è tornato abile dopo il terribile infortunio di qualche stagione fa. A Washington è il momento di seminare, per raccogliere i frutti ripassare tra un paio di anni.

*Tagliato il 4 settembre. Antonio Gibson diventa il running back #1.

A cura di Davide Bottarelli (@BottaDavide)


NFC SOUTH

Tampa Bay Buccaneers

Stagione 2019: record 7-9, 3° posto in NFC South.

I Tampa Bay Buccaneers si presentano ai nastri di partenza con attese altissime, oltre che con i favori del pronostico. Il Wild Card Game è l’obiettivo minimo, complice gli arrivi di Tom Brady, “Gronk” e del RB ex Jaguars Fournette, che vanno a completare un attacco che si preannuncia stellare, dove si poteva già contare sulle presenze di Godwin, Brate, O.J. Howard, Johnson e Evans, con qualcuno che dovrà esser lasciato fuori. Inoltre, l’ultimo draft ha portato un ultimo tassello, l’OT Tristan Wirfs, in grado di garantire dell’ottime prestazioni ì negli anni del college.

La difesa rappresenta un reparto critico, che potrebbe vanificare quanto di buono potrà fare l’astronomico attacco dei “Bucs”. Infine, per vincere la NFC South, dovranno vedersela con i Saints.

Atlanta Falcons

Stagione 2019: record 7-9, 2° posto in NFC South.

Matt Ryan sarà il punto di ripartenza dei Falcons, con l’esperto quarterback arrivato alla 13esima stagione con la stessa maglia. La free-agency ha visto andarsene Freeman e Beasley, prontamente sostituiti da Gurley e Fowler. Inoltre, è arrivato il tight-end Hurst dai Baltimora Ravens. Il draft ha visto l’arrivo di molti giocatori difensivi, che erano necessari a coprire i tasselli rimasti scoperti, in particolare quello del CB, prontamente rimpiazzato dalla scelta n.16 assoluta, A.J. Terrell, prodotto di Clemson. L’obiettivo minimo è confermare il terzo posto, tenendo a distanza gli eventuali Carolina Panthers.

New Orleans Saints

Stagione 2019: record 13-3, 1° posto in NFC South, eliminati al Wild Card Round dai Vikings.

Confermare la propria posizione, è quello che devono fare i Saints, che dovranno respingere la minaccia Bucs. L’ottimo percorso dell’anno scorso si è spento contro i Vikings, lasciando l’amaro in bocca a tutti i tifosi e non solo. L’ormai longeva età di Drew Brees non preoccupa più, complice l’arrivo di Jameis Winston. Inoltre, l’attacco potrà contare su Michael Thomas, che non ha bisogno di presentazioni, e Kamara, ottimo RB. Confermata l’ottima difesa, la squadra dovrà senza dubbio far di più nell’off-season. Il draft non è stato nulla di speciale, complice le poche scelte a disposizione, che comunque ha visto la franchigia portarsi a casa Cesar Ruiz, C, scelta n.24 assoluta.

Carolina Panthers

Stagione 2019: record 5-11, 4° posto in NFC South.

La disastrosa scorsa stagione ha visto chiudersi il ciclo Rivera e l’addio di Newton. I Panthers ripartono da Matt Rule e il mai esploso Teddy Bridgewater, arrivato dai Saints. L’attacco poggerà sul neoarrivato, sul RB McCaffrey, il WR Dj Moore e Robby Anderson, proveniente dai NY Jets. Un attacco giovane, molto promettente, caratteristiche che purtroppo non trovano conferma nella propria difesa, dove Donte Jackson dovrà finalmente consacrarsi, sperando nell’aiuto dei più esperti Eli Apple e Tre Boston. Un aiuto è arrivato dall’ultimo draft, dove le scelte sono state destinate ad aiutare il reparto maggiormente in difficoltà della franchigia. L’obiettivo è scrollarsi dal quarto e ultimo posto, o comunque fare una stagione dignitosa, facendo crescere più possibile i giovani e far partire un nuovo un ciclo.

A cura di Mirko Guarducci (@emmeg2700)


NFC WEST

San Francisco 49ers

Stagione 2019: record 13-3, 1° posto in NFC West, campioni NFC, sconfitta al Super Bowl dai Chiefs.

I 49ers ripartono dalla straordinaria stagione 2019, che li ha visti arrivare fino al Superbowl LIV, seppur sconfitti dai Kansas City Chiefs. Il roster non è cambiato molto, per ragioni di Salary Cap i Niners hanno deciso di trattenere Arik Armstead e sacrificare DeForest Buckner, sostituito con il rookie Javon Kinlaw. Un altro rookie, Brandon Aiyuk, cercherà invece di non far rimpiangere Emmanuel Sanders. L’innesto più importante è stato sicuramente Trent Williams, arrivato via trade da Washington, che andrà a rinforzare la offensive line. Jimmy Garoppolo spera finalmente di fare il decisivo salto di qualità con l’aiuto del fuoriclasse George Kittle, fresco di rinnovo e pronto ad un’altra stagione da protagonista indiscusso. La difesa non ha bisogno di presentazioni e Nick Bosa, alla sua seconda stagione, certamente farà di tutto per ritornare al “grande ballo”, sperando stavolta in un esito diverso. San Francisco resta la favorita per la vittoria della division.

Seattle Seahawks

Stagione 2019: record 11-5, 2° posto in NFC West, eliminati al Divisional Round dai Packers.

Anche quest’anno i Seahawks si affideranno al talento immenso di Russell Wilson, che potrà contare sui ricevitori Tyler Lockett e D.K. Metcalf, attesissimo al suo secondo anno, e su un reparto TE in cui il veterano Greg Olsen affiancherà Will Dissly, che spera finalmente in una stagione senza infortuni. Il RB titolare sarà Chris Carson, al quale si affiancherà Carlos Hyde, con Rashaad Penny in injury list. Dal Draft sono arrivati il LB Jordyn Brooks, Damien Lewis, che sarà subito starter come Guardia, ed i DE Darrell Taylor e Alton Robinson, i quali proveranno a non far rimpiangere Jadeveon Clowney.

La difesa, oltre alla qualità garantita da Bobby Wagner, sfoggia una secondaria tra le più forti della lega con Quandre Diggs, Shaquill Griffin e Jamal Adams, acquisito via trade dai NY Jets. Tuttavia Seattle non sembra aver risolto i problemi nelle linee di attacco e di difesa, che restano il tallone di Achille della squadra; per questo motivo partiranno un passo indietro rispetto ai 49ers per la vittoria in division, ma punteranno comunque ad un posto ai playoff.

Arizona Cardinals

Stagione 2019: record 5-10-1, 4° posto in NFC West.

In Arizona quest’anno si respira decisamente un’aria diversa. Per la prima volta dopo alcune stagioni, i Cardinals arrivano ai nastri di partenza con l’entusiasmo alle stelle. Il QB Kyler Murray, vincitore del premio di Offensive Rookie Of The Year, potrà contare su un target di assoluto livello come DeAndre Hopkins, arrivato (quasi gratis) dai Texans, e sul veterano Larry Fitzgerald, che resterà un altro anno e sarà un pericolo in più per le difese avversarie. Dal Draft è arrivato Isaiah Simmons, miracolosamente sceso fino alla posizione numero 8; Simmons è un giocatore versatile, fisicamente dominante e sarà certamente starter in week 1; proprio la difesa dovrà necessariamente fare un deciso passo in avanti, in quanto è stata una delle più perforate nel 2019. Se questo dovesse succedere, i Cardinals potrebbero diventare la mina vagante in una division che si presenta estremamente competitiva e che potrebbe portare anche tre squadre ai playoff.

Los Angeles Rams

Stagione 2019: record 9-7, 3° posto in NFC West.

Due anni fa i Rams si giocavano il Superbowl contro i Patriots, lo scorso anno con un record di 9-7 non sono arrivati neanche ai playoff. Durante la offseason sono partiti Cory Littelton, Dante Fowler Jr., Todd Gurley e Clay Matthews, è stato rinnovato Andrew Whitworth, è “tornato” Michael Brockers dopo la mancata firma con i Ravens ed è arrivato Leonard Floyd. La squadra purtroppo sta pagando a caro prezzo le decisioni fatte in passato, quando sono state sacrificate numerose scelte ai vari Draft per acquisire numerosi veterani, ultimo dei quali Jalen Ramsey, per non dimenticare la trade per poter draftare Jared Goff, che teoricamente doveva essere il loro franchise QB. La scelta rischiosa di andare “all-in” stava anche per pagare, se non fosse stato per la sconfitta al Superbowl, ma il timore è che non basterà Aaron Donald, uno dei giocatori più forti di sempre, per trascinare la squadra ad una stagione vincente. I Rams sono seriamente candidati ad occupare l’ultimo posto della division.

A cura di Marco Cherubini

Siamo giunti al termine della presentazione delle 32 formazioni, non ci resta che chiedervi: ARE YOU READY FOR SOME FOOTBALL?

La Redazione
Account redazionale Twitter: @vitasportivait Instagram: @vita.sportiva

Comments

La tua opinione è preziosa

Login/Sign up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: