Agenda VSAtleticaBasketCalcioCiclismoMotoriNuotoPallavoloTennis

Agenda VS: i migliori dieci eventi sportivi del mese (Giugno 2021)

0

“Agenda VS” seleziona e presenta ogni primo del mese i migliori dieci eventi sportivi dei prossimi trenta giorni. È consigliato armarsi di carta e penna durante la sua lettura.


Dopo un Giugno 2020 senza nessun evento sportivo di spessore, a causa della pandemia, quest’anno il calendario prevede un ricco programma. Dai grandi tornei di tennis al calcio, ma anche motori e atletica. In spiaggia o in un rifugio di montagna, sotto il sole cocente o una pioggia battente, ecco gli appuntamenti da non perdere.

1️⃣  Europei maschili di calcio (11/6 – 11-7)

Ci siamo! Dopo cinque anni tornano gli Europei di calcio, in un’edizione che si svolgerà in giro per tutta Europa. Gara inaugurale l’11 giugno, data in cui i nostri Azzurri sfideranno la Turchia sotto il cielo di Roma, all’Olimpico, in una di quelle che speriamo diventi già una notte magica. Super-favorita la Francia, che si presenta da campione del mondo in carica, che sfiderà nel girone già Portogallo (con cui perse la finale nel 2016) e Germania. Grandi aspettative per gli Inglesi, una squadra con talenti cristallini, poi Italia, Spagna e Belgio tra le possibili vincitrici, seppur un gradino sotto le altre. Le partite saranno trasmesse in diretta su Sky Sport. 27 gare, tra le quali quelle degli Azzurri, saranno visibili in chiaro sulla Rai.

La Francia, campione del mondo in carica, si presenta favorita a Euro 2021. Copyright: Insidefoto.com

2️⃣ Tour de France (26/6 – 18/7)

Torna il Tour de France con due cronometro individuali, torna il Mont Ventoux con le sue pietraie e il Tourmalet con i suoi prati erbosi. Se vi eravate stancati delle novità degli ultimi Tour, l’edizione 2021 è quella che fa per voi. Un po’ in anticipo per via delle Olimpiadi, si parte il 26 giugno da Brest, in Bretagna, e si arriva il 18 luglio sugli Champs-Elysees. Se apprezzate questo revival, sui corridori dovete però metterci una pietra sopra (del Ventoux se preferite). Non ci saranno Indurain o Hinault a giocarsi la maglia gialla. A darsi battaglia per il simbolo del primato ci saranno i due sloveni, Roglic e Pogacar, che l’anno scorso hanno occupato i gradini più alti del podio. Anche per la maglia verde non aspettatevi Zabel come favorito, ma il ciclocrossista Van Aert. Il buon vecchio Peter, dopo la recente maglia ciclamino, parteciperà giusto per consolare gli affezionati ai ricordi. E poi? Poi ci sarà Van der Poel. Il quale però ha già avvisato, niente foto di circostanza con la Tour Eiffel; a metà Tour farà le valigie per prepararsi alle Olimpiadi di Mountain bike, dove punta all’oro in quella specialità. Insomma, va bene la grandeur della Grand Boucle, ma il giovane Mathieu ha i suoi interessi e la celebrité di Parigi non rientra tra questi.

3️⃣ Roland Garros (24/5 – 13/6)

Dopo la controversa edizione dello scorso anno, giocata in un periodo alquanto inusuale, i cancelli del French Open si riapriranno nel culmine della stagione sulla terra rossa. Il secondo Slam stagionale sarà un appuntamento da non perdere, poiché vi prenderanno parte tutti i tennisti fino alla posizione numero 103 del Ranking ATP, eccezion fatta per Nick Kyrgios, poco incline a disputare match sul mattone tritato. Finalmente saranno presenti tutti e tre i componenti del triumvirato che ha monopolizzato il tennis del ventunesimo secolo. Djokovic cerca riscatto dopo un periodo deludente, il Re di questa superficie Rafael Nadal insegue il 14esimo sigillo in terra parigina, mentre il rientrante Roger Federer è in cerca della condizione migliore. Ovviamente il favorito alla vittoria finale è il maiorchino, che cerca di superare il collega svizzero nel computo dei titoli Slam. Occhio peró agli outsider di lusso, con Tsitsipas e Thiem in prima fila. Leggermente defilato il n.3 Medvedev. Grandi speranze sono riposte anche nei tennisti azzurri. Saranno 10 i nostri connazionali impegnati in quel di Parigi, con Sinner su tutti che cercherà di eguagliare il gran risultato della passata stagione.

4️⃣ Wimbledon (28/6 – 11/7)

La cornice è come sempre quella dell’All England Lawn Tennis and Criquet Club di Londra ad ospitare il Torneo di Wimbledon. Terzo Slam della stagione, si disputerà su superficie in erba e prenderà il via il 28 giugno, per concludersi con la finale del singolare maschile l’11 luglio. I detentori del torneo sono ancora i vincitori del 2019, Novak Djokovic e Simona Halep, in quanto nel 2020 a causa del Covid19 il torneo è stato annullato. Oltre ai tornei maschile e femminile, Wimbledon prevede anche doppio maschile, doppio femminile, doppio misto e juniores. Grande particolarità del torneo, gli atleti devono indossare completi e scarpe completamente bianchi. Il record di vittorie è in mano rispettivamente a Roger Federer, con otto vittorie, e Martina Navratilova con nove. Nel torneo maschile, i favoriti sono i soliti Djokovic e Nadal, con Federer più staccato dopo la lunga inattività. Gli italiani Berrettini e Sinner potrebbero regalarci qualche soddisfazione, senza dimenticare Fognini. Nel torneo femminile, favorite Barty e Halep, ma con serena Williams pronta fare suo il trofeo. Copertura televisiva completa su SkySport.

Mese di Giugno ricco di appuntamenti tennistici: Roland Garros e Wimbledon.
Copyright: Eurosport

5️⃣ Europei di basket femminile (17- 27/6)

Dal 17 al 27 giugno, nelle città di Strasburgo e Valencia, si terrà la 38esima edizione dei Campionati europei di basket femminile. L’Italia si presenta ai blocchi di partenza con una formazione rinnovata rispetto a quella vista due anni fa in Serbia. A Cecilia Zandalasini sarà affiancato un nucleo di giocatrici reduci da una stagione ai limiti della perfezione con la Reyer Venezia (Pan, Bestagno, Carangelo, Penna). L’obiettivo minimo è entrare nelle prime sei posizioni, cosa che qualificherebbe le azzurre per i Mondiali che si disputeranno a Sydney nell’autunno del 2022.
Le squadre favorite per la vittoria finale, invece, sono nuovamente Francia e Spagna. Le spagnole sono le campionesse in carica e dovranno difendere il titolo senza alcune delle protagoniste del 2019 – Nicholls, Xargay, Cruz. La buona notizia è invece il rientro di Alba Torrens, che nel 2019 era rimasta ai box. La Francia, invece, avrà tutte le motivazioni del mondo per infrangere quello che sembra ormai un trend di finali perse consecutive (al momento quattro).
Attenzione però a possibili outsiders. La squadra più accreditata a fare uno sgambetto alle due finaliste pronosticate è il Belgio, già carico di aspettative nonostante l’opaca prestazione del 2019. La seconda sorpresa potrebbe essere la Serbia. Negli anni passati il suo tallone d’Achille era stata la mancanza di un playmaker di livello; quest’anno, grazie all’arrivo di Yvonne Anderson della Reyer, possono contare su un aiuto di livello in fase di costruzione del gioco. Anche la Russia può candidarsi come outsider per il titolo, ma perché ciò accada il supporting cast intorno a Vadeeva e Musina deve salire di livello.

6️⃣ Trofeo Sette Colli (25-27/6)

Il 25 giugno torna il consueto appuntamento con le stars del nuoto internazionale, nella piscina del Foro Italico a Roma, per il 58° Settecolli. Il format della competizione resta invariato: le sessioni più lente al mattino, mentre le due batterie più veloci al pomeriggio. Diversamente dagli altri anni, in cui il trofeo Sette Colli rappresentava una tappa di passaggio e un test intermedio verso il grande appuntamento stagionale, quest’anno, per gli atleti della nazionale azzurra, il Sette Colli è l’ultima chance per guadagnarsi il biglietto per Tokyo. Molte sono ancora le gare con uno o più posti a disposizione, per non parlare delle distanze come i 100 m e i 200 m stile libero, in cui più atleti possono ambire al completamento della staffetta olimpica.

Paltrinieri e Pellegrini tra le star del Trofeo Sette Colli.
Copyright: Ansa

7️⃣ VNL: Final Six (24-28/6)

La VNL è pronta ad entrare nella fase calda. Dal 24 al 28 giugno, la “bolla” di Rimini Fiera incoronerà i re e le regine del volley internazionale. Mentre alcune nazionali, come quella italiana, hanno deciso di preservare i titolarissimi, dopo una stagione di club logorante, altre Nazionali hanno giocato a carte scoperte, utilizzando la competizione come una vera e propria palestra per testare condizione e schemi di gioco. Quel che è certo è che lo spettacolo non mancherà e che queste finali saranno l’atto primo di un’estate che si profila infuocata. Che vinca il migliore, con la speranza, mai sopita, di vedere anche l’Italia tra le grandi di questa competizione sempre affascinante.

8️⃣ Diamond League (10/6)

Il 10 giugno prenderà il via la terza tappa della Diamond League di atletica, che quest’anno si terrà a Firenze. Tante le stelle presenti alla manifestazione, come Marcel Jacobs, Yeman Crippa e Gianmarco Tamberi per quanto riguarda il maschile. Nella rassegna femminile, presenti Luminosa Bogliolo, Elisa Di Lazzaro e l’astro nascente dell’atletica italiana Larissa Iapichino. La gara del salto in alto sarà dedicata ad Alessandro Talotti, scomparso recentemente a soli 40 anni.

9️⃣ Rally Italia Sardegna (3-6/6)

La 18esima edizione del rally di Sardegna sarà ricca di spettacolo, con il meglio dal passato e alcune new entry di qualità. La location quest’anno si sposta ad Olbia, mentre Alghero ospiterà la partenza cerimoniale. Confermata la scelta delle ultime cinque edizioni di avere l’intera corsa raccolta nel nord dell’isola. La gara, quinta manche del campionato del mondo, in programma dal 3 al 6 giugno, sarà valida per la classe regina del WRC, per il mondiale WRC 2 e WRC 3, oltre che per il Campionato Italiano Rally Terra.

La corsa avrà un percorso composto da 20 prove speciali su sterrato, suddivise in tre tappe. Ad Olbia il parco assistenza sarà ubicato al Molo Brin, mentre la sala stampa verrà ospitata al museo archeologico. Il programma della gara è ricco di tante novità. Si parte giovedì 3 al mattino, un nuovo shakedown a Loiri (a sud di Olbia), poi la partenza cerimoniale verrà effettuata in serata ad Alghero. La prima tappa di venerdì 4 giugno prevede 128,16 km cronometrati ed è composta da quattro prove ripetute due volte e si svolgerà nel Monte Acuto (Filigosu e Terranova) ed in alta Gallura (Tempio e Tula). Sabato si terranno ancora altri 132,28 km cronometrati, con 4 speciali ripetute, due volte ambientate ancora nel Monte Acuto (Coiluna e Monte Lerno) e poi in Anglona (Castelsardo) e Gallura (un nuovo crono a Bortigiadas). Infine domenica 6 giugno la tappa finale di 44,88 km cronometrati in cui ci saranno due nuove speciali ripetute due volte nella costa nord della Gallura. Braniatogghiu, che ritorna dopo una decina d’anni, e la nuova power stage di Rena Majore ospiteranno infatti lo scenario sul quale si concluderà la gara.

🔟 24 ore del Nurburgring (3-6/6)

L’edizione 2021 sarà la quarantanovesima 24 ore del Nurburgring, disputata come al solito sullo storico tracciato da 25km nella regione tedesca dell’Eifel. Sono oltre 120 le squadre iscritte, che accedono alla gara per la maggior parte avendo ottenuto la qualificazione con i risultati registrati nel campionato NLS. Nonostante fosse nata come un evento per amatori, negli anni il livello della competizione si è alzato al punto da renderla un’ambizione per ogni pilota. Molti i team da tenere d’occhio. BMW punta sulle due auto del Rowe Racing, per le quali spiccano il pilota americano De Philippi ed il sudafricano Van Der Linde. Tra le tante vetture Audi, quella del team Phoenix, per cui guiderà il campione Renè Rast, risulta favorita. Importante presenza di Porsche con ben otto vetture, per Mercedes invece si punta sulle quattro auto di GetSpeed ed HRT. Lamborghini resta un’incognita con la squadra cinese FFF. Oltre a loro, tantissimi altri equipaggi di professionisti ed amatori che animeranno un intero weekend. Grandi aspettative per 24 ore di duelli nell’inferno verde!

 

La Redazione
Account redazionale Twitter: @vitasportivait Instagram: @vita.sportiva

Comments

La tua opinione è preziosa

Login/Sign up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: